Sabato 27 Novembre 2021
   
Text Size

Rifiuti per strada: mancanza di senso civico o indifferenza?

Noicattaro. Rifiuti ingombranti front

 

Nei giorni scorsi, in diversi punti dell’abitato e per diverse albe, sono stati notati dei materassi - ma non solo - abbandonati nelle immediate vicinanze dei cassonetti preposti alla raccolta dei rifiuti urbani.

A prescindere da comportamenti non altrimenti apostrofabili se non col biasimo collettivo, sembra che siano ancora molti i cittadini che continuano a ignorare l’esistenza del servizio di smaltimento rifiuti ingombranti. Altri, viceversa, pur essendo ben al corrente dell’esistenza del servizio suddetto, si ostinano a non beneficiarne nel timore di dover pagare dei costi di Tarsu aggiuntivi o comunque si chiami ora l’imposta. Per coloro che ancora non lo sapessero, ricordiamo che il numero verde da comporre in simili eventualità è l’800.392.393: poiché il ritiro avviene direttamente al domicilio del chiamante, il cittadino si impegna a tenere in casa i rifiuti in questione fino al giorno concordato. È poi così difficile? A fronte di un senso civico sempre più raro, qualcuno preposto al rispetto delle regole ci dovrebbe pur essere. Se, infatti, i descritti episodi di inciviltà sembrerebbero dipendere pressoché esclusivamente dalla noncuranza dei singoli, è anche vero che l’incuria di cui sono i consapevoli latori non è scoraggiata in alcun modo. Dal canto nostro, possiamo solo augurarci che il singolo cittadino venga sempre più messo nelle condizioni di smaltire adeguatamente il rifiuto. A tal proposito, talune testimonianze lamentano la scomparsa dei bidoni di raccolta della plastica consegnati non più di un mese or sono. Nel chiedere e pretendere spiegazioni per l’accaduto, ci auguriamo che la situazione possa essere ripristinata nel più breve tempo possibile.

Secondo qualcuno, in questo Comune mancano comunicazione e controllo, associati all’applicazione di adeguate sanzioni per coloro che dimenticano di adeguarsi al vivere civile nell’altrui e nel proprio rispetto. Sotto accusa, dunque, sia i cittadini che l’amministrazione, i primi per i motivi di cui sopra, la seconda per mancanza di interventi concreti. Accusare qualcuno dell’altrui inciviltà, tuttavia, rappresenta la più facile delle scelte per espiare colpe che, in fondo, appartengono a tutti noi. Notato un disservizio o un’altrui condotta a dir poco disdicevole, infatti, sarebbe compito di ognuno di noi provvedere all’immediata risoluzione del problema, magari chiamando personalmente gli addetti al servizio all’igiene o contattando (direttamente o indirettamente) l’assessore competente. Ma accusare restando con le braccia conserte, si sa, è una peculiarità che ci appartiene da sempre: “Son gli altri incivili, io che c’entro?”.

Fino a che continuerà a regnare sovrana la logica della generale indifferenza, difficile che si possa parlare di un comune senso civico presente nelle coscienze dei singoli cittadini. D’altra parte, come auspicare un cambiamento della collettività se non è il singolo a cambiare? Ben vengano l’educazione e l’informazione al cittadino o il sollecito all’assessore Didonna a far rispettare le regole, ma, di pari passo, il senso civico auspicato nell’altrui coscienza deve innanzitutto essere presente - e, soprattutto, manifestarsi - all’interno di ognuno di noi. Sparare nel mucchio, magari col pretesto e l’intento di far emergere colpe di opposte fazioni politiche, non basta: di non ascoltar nient’altro che parole, del resto, il cittadino è stufo da sempre. Evitiamo dunque di nasconderci dietro un dito, un colpevole esiste ed è presente in ognuno di noi.


[da La Voce del Paese del 19 Luglio]

Noicattaro. Rifiuti ingombranti intero

Commenti 

 
#1 Noialtri 2014-07-23 20:43
Il difensore dell'indifendibile e' sicuramente l'interessato al servizio. Deve solo vergognarsi di scrive parole offensive verso i cittadini che pagano un servizio inesistente. Il signore non ha visto lo stato dei cassonetti? La colorazione arco balenante degli stessi? Lo scolo per le strade dei liquidi contenuti dai bidoni. Che devono fare i cittadini ? Chiamare chi e' pagato per verificare lo stato del servizio e che sottoscrive tutti i giorni che viene eseguito a regola d'arte e non lo fa'. Il comandante dei vigili urbani guadagna settemila euro al mese e che fa'? Caro difensore dell'indifendibile auguri per il prossimo appalto. Spero in una raccolta civile dei rifiuti fatta porta a porta.Auguri
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI