Giovedì 09 Dicembre 2021
   
Text Size

Misticismo e devozione: conclusa la festa esterna del Carmine. Foto

Noicattaro. Festa del Carmine esterna 2014 front

 

Nei giorni della festa del Carmine (o festa patronale), conclusasi lo scorso lunedì 21 Luglio, le vie di Noicattaro si colorano di misticismo, di devozione, di musica e di tanto ancora. Il fil rouge che caratterizza l’intera manifestazione è il binomio tra tradizione e cultura, il che rende il tutto particolarmente suggestivo, suscitando l’interesse di fedeli e non. Bisogna dire, infatti, che i nojani partecipano attivamente a tale solennità e ogni anno si adoperano per predisporre tutto ciò che necessita alla buona riuscita della manifestazione. Nonostante qualche timore paventato nelle ultime settimane, circa l’organizzazione, alla fine la tradizione è stata rispettata, grazie alla tenacia del parroco, don Tino Lucariello, e alla collaborazione dei membri del Comitato “Festa Patronale”.

Dal 16 al 21 Luglio, quindi, si sono svolti i sontuosi festeggiamenti in onore della Madonna del Carmelo, patrona e protettrice del nostro paese. Oggi, certo, sembra che abbiano preso il sopravvento altri elementi che rischiano di svuotare il contenuto specificamente cristiano che ne era all’origine ma una cosa è certa: il rito avviene ogni anno con sempre più rinnovato ardore.

Preludio alla festa patronale è la novena, iniziata il 7 Luglio e terminata il 15. I festeggiamenti entrano nel vivo da mercoledì 16 Luglio con la festa liturgica della Madonna del Carmine, di cui abbiamo parlato esaurientemente la settimana scorsa. Sabato 19 la statua della Madonna viene portata in processione dalla Chiesa SS. del Carmine in piazza Umberto I, laddove, per l’occasione, è stato allestito un piccolo altare ed ivi il simulacro rimane per 3 giorni. In piazza, dopo una solenne predica, avviene l’incensazione della Sacra Immagine. Le note del “Kyrie Eleison” hanno accompagnato questo momento, scandito poi dalla recita di preghiere. Si respirava un clima di massimo raccoglimento e devozione. Tra i presenti le autorità religiose, cittadine e una folla strabocchevole di paesani.

Ma il giorno più significativo ed atteso della festa patronale è stato certamente il 20 Luglio, nel corso del quale si è dato il via alla festa esterna della Madonna del Carmine. La mattina, alle ore 11.00, è stata celebrata la Santa Messa, con la partecipazione delle autorità comunali e cittadine; alle ore 18.00 la Messa Vespertina. Nel tardo pomeriggio si è svolta la tradizionale processione per le vie del paese, con in testa la statua della Madonna e il simulacro del profeta Elia che impugna una spada infuocata, accompagnata dalla banda musicale “Città di Noicattaro”. Il lungo e suggestivo corteo processionale si snoda lungo le vie adiacenti alla chiesa del Carmine e alla villa comunale, il tutto assorto in un clima di preghiera quasi mistico. Alle 20.00 circa, quando la processione arriva in piazza Umberto I, avviene la consegna delle chiavi della Città alla Vergine da parte del sindaco, nonché dott. Peppino Sozio. Si ricorda il momento in cui il popolo nojano offrì le chiavi della Città alla Madonna del Carmine, in occasione della grande siccità che colpì il paese nel 1876. Su queste chiavi, che vengono poste dal primo cittadino, nella mano destra della Madonna, è incisa la frase: “Per la siccità del 1876 il popolo Nojano fece”. Il Comitato dei festeggiamenti, come di consuetudine, ha stilato un programma pieno di appuntamenti che prevede celebrazioni religiose ma anche momenti di svago. Per esempio gli spettacolari fuochi pirotecnici, le famose bande musicali, spettacoli dal vivo e parco divertimenti. È andato in scena, mercoledì 16 Luglio, il concerto musicale organizzato dall’associazione “Il Setticlavio”, ampiamente descritto nel numero precedente.

L’ultimo giorno, lunedì 21 Luglio, sebbene la pioggia pomeridiana avesse fatto temere il peggio, la processione si è svolta regolarmente, come conclusione della festa della Madonna del Carmelo. La Sacra Immagine è rientrata dalla piazza Umberto I alla Chiesa del Carmine. In tarda serata uno spettacolo pirotecnico apprezzato da centinaia di persone ha concluso la serata all’insegna della fede e della condivisione.


[da La Voce del Paese del 26 Luglio]

Qui tutte le foto, a cura di Lorenzo Ardito.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI