Sabato 23 Ottobre 2021
   
Text Size

Via Falcone, tra sporcizia, insetti e incuria. Residenti esausti

Noicattaro. Degrado in via Falcone front

 

Chiunque si interessi al giardinaggio o possieda delle piante, almeno una volta nella sua esperienza da “pollice verde” si sarà imbattuto negli afidi, ossia in piccoli insetti lunghi pochi millimetri, conosciuti anche con il nome di “pidocchi delle piante”.

Gli afidi attaccano le piante tramite il loro apparato boccale, che essendo molto pungente, è in grado di perforare la superficie delle foglie, dei rami sottili e dei germogli, e di succhiare, così, la loro linfa. Ma che succede se questi sgradevoli ospiti, oltre a piante e colture, infestano la vostra abitazione?

Noicattaro. Degrado in via Falcone intero 1

Sembra quasi surreale, ma purtroppo questa situazione è quella che opprime gli abitanti di via Falcone. Sono giunte alla nostra redazione le segnalazioni di chi ormai è costretto ad una convivenza forzata coi pidocchi.

Da tempo infatti questa zona è diventata l’habitat preferito di questi microscopici parassiti, che infestano gli alberi facenti parte dello spartitraffico della strada.

Come si può bene immaginare, non pochi sono i disagi causati agli abitanti di questa strada. Primo fra tutti, il non potersi godere una tranquilla serata in veranda, senza essere tormentati dalla presenza di questi insetti. Per non parlare poi delle serie difficoltà - quasi impossibilità - che si hanno nello stendere i panni: non c’è indumento che non venga preso di mira dagli afidi (vedi foto in basso).

Eppure, basterebbe così poco per porre rimedio a questa situazione: una giusta combinazione di misure preventive e/o di misure curative per combattere gli afidi permetterebbero di affrontare questi insetti, nonostante il loro diffondersi sempre maggiore: una semplice disinfestazione potrebbe facilmente attenuare il problema.

Ma oltre agli afidi, via Falcone fa parlare anche per le preoccupanti condizioni di incuria in cui versano le zone verdeggianti.

Certo, siamo tutti d’accordo circa i benefici della presenza del verde, utile sia per un fattore ecologico, sia per la valorizzazione del paesaggio: ma passeggiando per via Falcone, si capisce subito che le aree ivi presenti non sono certamente funzionali a tali scopi. Ciò che balza subito all’occhio dell’osservatore, anche del più disattento, è l’assoluto stato di abbandono di quelli che avrebbero dovuto essere giardinetti pubblici e che anziché accogliere bambini, ragazzi, anziani - costituendo un’oasi di riposo in cui sostare per respirare un po’ d’aria pura, soprattutto nel periodo estivo - sono dominati dalla sporcizia e dall’erbaccia.

E la rassegna dei fattori negativi di via Falcone non è ancora finita. Non bastano gli afidi e i giardini incolti: a preoccupare gli abitanti di questa zona si aggiungono anche i rifiuti abbandonati nei pressi dei cassonetti e che incrementano giorno dopo giorno. E così ci si ritrova di fronte sono solo a cumuli di cartoni ed altra robaccia, ma addirittura a ben due frigoriferi abbandonati da giorni accanto ai contenitori per la raccolta dei rifiuti.

Ma ciò che fa davvero paura, è l’indifferenza di fronte ai tanti, troppi problemi, che ogni giorno vengono denunciati dai cittadini: cosa bisogna fare per non essere ignorati?


[da La Voce del Paese del 2 Agosto]

Noicattaro. Degrado in via Falcone intero 2

Commenti 

 
#2 Anto Lungo 2014-08-11 09:19
La situazione è generalizzata in tutto il paese! Occorrerebbe un sistema di controllo per sanzionare chi utilizza i cassonetti e lo spazio adiacente coem se fosse una discarica. Manca la cultura e mi auguro che le nuove generazioni possano sopperire a questa mancanza: bisogna fare campagne di sensibilizzazione e sanzionare pesantemente chi non osserva la legge
 
 
#1 Annalisa 2014-08-09 05:25
Bisogna scaricare l'immondizia vicino alla casa del sindaco allora si muoverà qualcuno!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI