Sabato 07 Dicembre 2019
   
Text Size

Prima sul palco con M. Ligabue, poi due finali. Il talento di Debora

Torre a Mare. Debora Centofanti front

 

La Voce del Paese non è solo il giornale delle accuse o delle denunce, ma anche un mezzo per far conoscere le eccellenze nostrane. Quante volte ci innamoriamo, ad esempio, di un posto al mare distante 300-400 km da qui? E poi magari basta andare nella vicina Torre a Mare, per apprezzare pezzi di mare che farebbero invidia al litorale romagnolo. E a proposito di eccellenze nostrane e di Torre a Mare, abbiamo incontrato Debora Centofanti, un talento della musica con una voce davvero emozionante. Ha soli 17 anni e durante la festa patronale di San Nicola, nella sua Torre a Mare, ha duettato con Marco Ligabue, nel brano “Sei quella per me”. E non solo: sabato 9 Agosto Debora parteciperà alla fase finale della 7a edizione del Concorso Canoro Nazionale “Note d’estate” che si svolgerà a Matino (Lecce). Altro appuntamento invece, il 17 Agosto, al Concorso per Voci e per Gruppi Vocali “Fasano Talent Festival”. Una serie di finali per Debora, che prima di mettersi in viaggio, ha risposto alle nostre domande.

Come e quando è nata questa passione per il canto?

Io canto da quando piccola, tanto che i miei parenti mi prendevo in giro chiamandomi “la radiolina”. La passione è nata così, per caso. Poi la professoressa di musica delle scuole medie, ascoltandomi, ha puntato sulla mia voce, indirizzandomi seriamente verso questa attività. Tra anni fa poi ho iniziato a fare sul serio, prendendo lezioni e studiando la musica.

Qual è il genere musicale che preferisci?

Diciamo che preferisco il jazz, il blues, però non mi dispiace seguire la musica leggera e quella contemporanea. Mi piace impegnarmi comunque in qualsiasi genere.

Domenica sera eri sul palco con Marco Ligabue. Come sei arrivata lì e cosa si prova in quei momenti?

Ligabue ha chiesto l’intervento di una ragazza che potesse fare un duetto con lui, anche per valorizzare qualche talento del territorio. Così si è rivolto a don Fabio Carbonara, che ha contattato me. Stare al fianco di un artista molto più esperto ti offre una grandissima emozione, perché mette a nudo tutte le tue paure. Qualche difficoltà inizialmente, si, certamente - anche perché è stata una cosa abbastanza improvvisata - ma alla fine credo sia andata abbastanza bene.

Come hai fatto a partecipare al “Fasano Talent Festival”?

È stato il mio maestro Giuseppe Del Re - che ringrazio - a lanciarmi e a mettermi alla prova, per fare esperienza. Anche perché lì ci saranno dei giurati competenti, che rappresentano un ottimo test per me. Fortunatamente sono stata selezionata - tra 26 partecipanti - nei primi dieci, cantando il mio cavallo di battaglia “At last”, di Etta James. Domenica 17 Agosto ci sarà la finale: al vincitore sarà la possibilità di registrare un brano inedito insieme ad un’intervista esclusiva all’interno di un programma radiofonico su Radio CiccioRiccio.

Per quanto riguarda il Concorso Nazionale di Matino invece?

Dopo essere stata selezionata tra una cinquantina di voci, sabato 9 Agosto ci sarà la finale, dove saremo giudicati da ospiti illustri, come la vincitrice di “X Factor”. Sono emozionata, ma soddisfatta, comunque vada.

Sei molto giovane: qual è il tuo obiettivo? Dove vuoi arrivare?

Sinceramente non punto in alto - anche se vincere fa sempre piacere - perché conoscendo il mondo dello spettacolo oggi, questo non mi attira. Gradirei fare qualche concerto più riservato. E poi, preferisco fare un passo alla volta.

Soddisfatti anche i genitori, che seguono Debora in ogni sua esibizione: “Questa parentesi ci sta entusiasmando. Ricordo che Debora, già da piccolina, cantava sotto la doccia. Ora vediamo dove arriverà...”

A Debora Centofanti vanno i complimenti da parte della redazione di NoicattaroWeb - La Voce del Paese, e un grosso in bocca al lupo per le due finali.


[da La Voce del Paese del 9 Agosto]

Torre a Mare. Debora Centofanti intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI