Lunedì 18 Novembre 2019
   
Text Size

Detoma e Dipinto: "Il 9 Settembre un appuntamento per i nojani"

Noicattaro. Vito Detoma e Michele Dipinto front

 

Noicattaro si tuffa nel passato, tra costumi tipici, piatti caratteristici ed attività ludiche di fine ‘600: tutto ciò grazie al GAL Sud-Est Barese che, con l’associazione “Il Parnaso” che ne è l’ideatore, sta organizzando, sotto il patrocinio del Comune di Noicàttaro, la manifestazione “Il Palio dei Rioni - La cavalcata di San Rocco”, prevista per martedì 9 Settembre. Abbiamo rivolto qualche domanda a Michele Dipinto, dell’associazione “Il Parnaso”, e a Vito Detoma, di “Noicattaro Sviluppo” che, insieme alle altre numerose associazioni presenti sul territorio, stanno adoperandosi per la buona riuscita dell’evento.

Come state organizzando la manifestazione?

Michele Dipinto. Attualmente, stiamo ripristinando il ricordo del Duello di Norimberga, come abbiamo fatto nel 2009 e nel 2010. Stiamo ripristinando anche la cavalcata di San Rocco, ma ciò che vogliamo realmente è giungere al vero e proprio palio di Noicattaro, da organizzare durante la Festa del Carmine. Noicattaro è l’unica cittadina antica ad avere quattro rioni separati, non riuniti in uno stesso centro storico: quello chiuso nelle mura della Chiesa Madre, quello del Carmine, quello in via Oberdan e infine Torre a Mare. Il palio di Noicattaro storicamente è molto plausibile come avvenimento, per una serie di fattori, quali ad esempio la presenza di una scuola d’armi nel Paese, già dal 1200, o la presenza di Bona Sforza che ha vissuto nel Castello di Noicattaro: la stessa qui ha creato una scuderia e ha fatto ristrutturare la Chiesa Madre, tanto che li era presente un palio, rappresentante lo stemma degli  Sforza e di Noicattaro.

Quali saranno le zone del Paese coinvolte nella manifestazione?

Vito Detoma. Il corteo partirà da via Console Positano, per poi proseguire in via Carmine, via Oberdan, via Trotti. Attraverserà il centro storico, e quindi via San Tommaso e via Cadorna. Da qui proseguirà per via Trento, via Cesare Battisti, per poi scendere lungo Corso Roma: il corteo rientrerà infine nel centro storico attraversando via San Pietro e via Madonna delle Grazie. In piazza sarà presente una cassa armonica e qui si terrà la rappresentazione dello storico Duello di Norimberga, del 1673, tra il Duca di Noja Don Francesco Carafa e il Conte di Conversano, Giulio Acquaviva. Inoltre, lungo il percorso di via Console Positano e via Carmine saranno presenti le associazioni nojane che occuperanno i vari archi presenti, e li allestiranno delle postazioni dove sarà possibile degustare prodotti tipici nojani di quel periodo. La piazza sarà anche il teatro di una partita di scacchi vivente, organizzata dal “Circolo Scacchistico Nojano”, durante la quale i giocatori indosseranno i tipici abiti del 1600. Inoltre, l’associazione “Arcieri Carafa di Noja” terrà una rappresentazione con gli archi; poi si terrà la cavalcata con i costumi tipici e uno spettacolo a cura del corpo sbandieratori di Capurso. In conclusione, lo spettacolo finale con archibugi, fuochi d’artificio, odalische e tanto altro.

Quali difficoltà state riscontrando nell’organizzazione dell’evento?

Vito Detoma. L’evento avrebbe dovuto occupare almeno due giorni, durante la festa di San Rocco, ma sia la Chiesa che il comitato organizzatore non sono stati d’accordo con la fusione della festa religiosa alla manifestazione culturale, quindi il tutto si terrà martedì 9 Settembre.

Pensate che potrà esserci un riscontro positivo da parte della cittadinanza?

Vito Detoma. Noi abbiamo creduto subito a questo progetto, e questa manifestazione può costituire una grande opportunità che permetta di far conoscere il Paese e di attirare gente. Ritengo che sia necessario puntare su grossi eventi che attirino il turismo, come ad esempio la Settimana Scientifica, la Settimana Santa, l’opera lirica, anche se spesso il territorio non si dimostra pronto ad accogliere i turisti, viste le strade sporche, i cassonetti stracolmi di rifiuti, le impalcature nel centro storico, i veicoli parcheggiati ovunque...

Cosa vi augurate per una prossima edizione dell’evento?

Michele Dipinto. Ci teniamo a rendere l’evento un appuntamento certo, non saltuario, così da riuscire ad ottenere finanziamenti dalla Regione e dalla Comunità Europea, che consentano alla manifestazione di espandersi e di attirare un numero di spettatori sempre maggiore. Il nostro paese ha una bellissima storia, il Palazzo Ducale è ancora intatto, ma abbandonato; possediamo il Fossato, il castello, le balaustre, il giardino pensile, le basi delle torri: tutto può essere ripristinato con un po’ di buona volontà. Noicattaro rimane oggi una comunità incompiuta, non sfruttiamo le potenzialità del nostro territorio. Ci auguriamo quindi di dare inizio ad una serie di eventi che possano migliorare il nostro Paese, e di poter riproporre questa iniziativa nei prossimi anni, in modo sempre migliore.


[da La Voce del Paese del 23 Agosto]

Commenti 

 
#17 Alex 2014-09-07 09:40
GRAMSCI LO STATE FACENDO RIVOLTARE NELLA TOMBA CON LA VOSTRA POLITICA RIVOLTA PIU' A FARE CASSA CHE A RISOLVERE I PROBLEMI DEI CITTADINI E DELLA NOSTRA CITTA'. TE LO DICE UNO CHE CI E' STATO DI SINISTRA E HA CAPITO BENE COSA E' DIVENTATA E COSA FA' LA NUOVA SINISTRA.
 
 
#16 Alex 2014-09-07 09:38
IL NOIANO NON E' MALIZIOSO MA INTELLIGENTE PERCHE' SA' CHE QUESTE SCENEGGIATE SI FANNO PERCHE' GIRA MONETA CONTANTE " DEL GAL" E QUINDI TUTTI FANNO GRANDI TAVOLATE.
PINOCCHIO HA RAGIONE CHE MOLTE ASSOCIAZIONI DI SINISTRA GODONO DI UN MAGGIOR RIGUARDO E LE ALTRE? NON SONO DEGNE DI GESTIRE FONDI GAL?
 
 
#15 Alex 2014-09-07 09:34
I SOLITI NOTI SEMPREPRESENTI QUANDO IL GAL FORAGGIA E DOPO COSA FANNO?
SIAMO STUFI DI QUESTE COMPARSATE PERCHE' NOICATTARO HA PROBLEMI DI SICUREZZA E DI SERVIZI INESISTENTI O INEFFICIENTI.
PROVVEDIAMO A RISOLVERE QUESTI CON I SOLDI DEL GAL POI PENSIAMO ALLE COMPARSATE.
 
 
#14 pinocchio 2014-09-01 23:18
Peppino io ho detto che si potevano usare per altro e soprattutto a beneficio di associazioni nojane e non di Barletta, Alberobello e Capurso. Come vedi quei soldi vanno comunque a finire in altri paesi; a Noicattaro sono solo di passaggio. È questo che non va o meglio forse qualcuno vuole proprio questo.
 
 
#13 Peppino 2014-09-01 17:00
Pinocchio.
Se non li prende Noicàttaro quei soldi del GAL se li prenderà un altro paese,perchè farli andare altrove?Visto che c'è bisogno di dare vita al paese con iniziative che coinvolgono la cittadinanza che li rende partecipi, dove magari staccano la spina alle problematiche del quotidiano e x un giorno diventano attori, perchè non essere fiduciosi che questo non sarà un evento estemporaneo?Vedrai x esperienza acquisita che se l'evento piace sarà poi la popolazione che i prossimi anni lo richiederà e chiaramente lì vedremo se quest' evento avrà un seguito.
Fonti mi dicono che si sta pensando di organizzare una cena con i partecipanti vestiti di bianco.La butto lì.Non si può pensare di farla di un altro colore,visto che di bianco l'ha svolgono già nel centro storico di Bari?
 
 
#12 pinocchio 2014-08-31 09:59
@kikko. Perché i fondi del GAL come li definisci? Sono soldi pubblici; sprecati in queste manfrine carnevalesche improvvisate, che spariranno con la prossima amministrazione qualora il nuovo assessore non sarà di gradimento del Dipinto di cui sopra. Come mai non l'avete organizzata con l'assessore Angela Lasorella? Dipinto fa dell'ironia mentre sprechiamo soldi pubbici che si potevano investire in altro o a beneficio di associazioni nojane. Oppure pensate che gli sbandieratori di Capurso, la compagnia di Barletta e di Alberobello verranno GRATIS ET AMORE DEI? Per non parlare del costo dei cavalli! È proprio vero non solo i cavalli hanno il paraocchi.
 
 
#11 Peppino 2014-08-31 08:54
Premetto che questa è una iniziativa che apprezzo tanto perchè è parte intrinseca del mio paese dove sono nato e vivo.Noja che ha alle sue origini una bella storia con tanti personaggi illustri in tutti i campi e tutte le discipline sarà sicuramente un successo perchè noto che la state pubblicizzando bene.Mi piacerebbe che x quel giorno ci fosse uno stand che vende i libri che parlano della storia di Noja e di tutte le personalità nate a Noja.Addobbate bene il paese, mettete le gradinate in piazza da ambo i lati in modo tale che vedono + persone il duello finale,penso che non avete bisogno di suggerimenti.La cultura è di tutti e non fate entrare la politica in questo evento,ma lasciatemi fare solo una considerazione che mi viene spontanea.Ho notato che ben 13 Associazioni Nojane aderiscono a questo progetto,mi chiedo ma negli anni passati dov'eravate?
 
 
#10 Kikko 2014-08-30 18:18
bisogna finirla di criticare e rompere le scatole aspramente chi fa volontariato in questo paese. Prendetevela coi politici, gli amministratori che prendono stipendi coi soldi nostri o al massimo con chi utilizza fondi pubblici in maniera errata
 
 
#9 pinocchio 2014-08-30 14:17
Alessandro lecchinaggio vs realtà 1-0
 
 
#8 Kikko 2014-08-30 11:22
avete la stessa posa!!!
 
 
#7 Colucci A. 2014-08-30 09:35
Grande Michele.Ironia vs pochezza 3-0.
 
 
#6 pinocchio 2014-08-30 08:53
Dipinto un sessantacinquenne come me potrebbe aiutarti solo a mettere la colla alla dentiera. Con indifferenza.
 
 
#5 Dipinto M. 2014-08-30 08:17
Resta il fatto che Pinocchio rimane nell'ombra rifiutandoci la sua collaborazione.Lo stesso deve sapere che
della mia faziosità sono orgoglioso perchè
odio l'indifferenza (Gramsci pensiero).
Per chiudere ribadisco al "naso lungo" che
per un sessantenne come me più che un trampolino serve un trampolo.
Con amicizia.
 
 
#4 pinocchio 2014-08-29 20:08
Per quanto mi riguarda il Duca può essere anche Pignataro ma resta il fatto che siete faziosi.
 
 
#3 pinocchio 2014-08-29 20:06
Ma per piacere....Duca o non Duca; i fatti dimostrano esattamente questo siete politicamente schierati come una associazione non dovrebbe essere.
 
 
#2 Dipinto M. 2014-08-29 16:47
Il solito viziaccio del nojano:
vede sempre un fine malizioso dietro ogni cosa.Per questo non progrediamo.Se Pinocchio non si fida si faccia avanti
entrando nello staff organizzativo.
Non voglio svelare nulla ma quando Pinocchio conoscerà l'identità del Duca
vedrà crollare il suo castello di sospetti (politicamente parlando).
Ciao
 
 
#1 pinocchio 2014-08-29 15:24
Dipinto ma l'evento sarà ripetuto anche nella ipotesi di una amministrazione di centro-destra oramai necessaria visto lo scempio fatto a Noicattaro dal centrosinistra oppure tutto dipende dal "colore" dell'amministrazione"? Insomma l'impegno è per Noicattaro o è un "trampolino pubblicitario/elettorale per voi"?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI