Giovedì 12 Dicembre 2019
   
Text Size

L'ultimo saluto a Ninuccio Tortelli, il leader nojano dei democristiani

Noicattaro. Muore Stefano Tortelli front

 

Un grande uomo, un grande politico.

Lo scorso 29 Agosto Noicattaro ha perso un altro pregiato tassello dello scenario politico. Stefano Tortelli - fratello del consigliere Tommaso - non ce l’ha fatta, consumato dalla più brutta malattia.

Ninuccio - così si faceva chiamare - aveva solo 63 anni, ma molti hanno avuto la possibilità di conoscere l’uomo, prima che il politico.

Passione, competenza ed interesse collettivo hanno caratterizzato la sua esperienza politica. Già consigliere comunale e assessore tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90, Stefano si è sempre contraddistinto nelle fila della Democrazia Cristiana (DC).

Con la fine della prima Repubblica però, Stefano Tortelli decide di defilarsi dalla politica, quella fatta di un certo spessore, per poi approdare nell’Unione di Centro (UdC). Al suo fianco c’è suo fratello Tommaso, al quale affida i suoi progetti, politici e non.

Nel 2009 però, Stefano si candida alle elezioni Provinciali, proprio con l’UdC, a sostegno del candidato Presidente Giuseppe Rana. Relegato in opposizione, il suo partito non riesce a prendere seggi.

A livello comunale invece, nel 2011, Stefano cede il testimone a Tommaso, sostenendolo nella sua elezione a consigliere. Poco dopo però, per via di alcune scelte politiche, il rapporto - sempre politico, si intende - tra i due non è dei migliori. Cambia il rapporto politico, ma non l’affetto: e questo è uno dei punti forti di quest’uomo, sempre attento agli uomini, prima che al loro colore o ruolo politico.

Politicamente, negli ultimi anni Stefano è sempre stato in una posizione antitetica a quella del fratello. Una posizione che ha mantenuto fino alla fine, a dimostrazione della sua coerenza, tranne negli ultimi mesi, quando la malattia è diventata, ahinoi, il primo problema. Davanti a tale situazione, l’affetto ha prevalso, e Tommaso lo ha accompagnato fino al suo ultimo respiro.

Noicattaro perde una colonna portante della Democrazia Cristiana. I suoi amici, ancora oggi lo ricordano con il suo soprannome: “Andreotti”. Il riferimento è chiaramente al Senatore a vita, perché Stefano - proprio come Giulio Andreotti - era una persona molto silenziosa, che mai la si sentiva gridare. Una persona impassibile, che però costruiva e lavorava in silenzio.

Con lui va via quel modo di fare politica che ormai non esiste più. Quella politica fatta di regole non scritte, ma rispettate. “Uno degli ultimi politici nojani seri”, ha commentato una persona a lui molto vicina. “Stefano ha sempre cercato di dare il suo meglio, anche quando non poteva. Puntava sui giovani, e sul lavoro di squadra”.

Una perdita che ci deve far riflettere, sul nostro modo di fare politica oggi. Qualcuno potrebbe non aver apprezzato le sue idee, ma nessuno può dire di non aver apprezzato la sua persona.

Ciao Ninuccio...

 Noicattaro. Muore Stefano Tortelli intero

Commenti 

 
#7 yyyyyy 2014-09-04 21:11
nell'ultimo periodo ho conosciuto meglio Ninuccio e tutto si può dire tranne che non puntasse ai giovani e alla loro creatività.
Voleva sempre costruire, creare, ma quello che mi dispiace di più di ogni altra cosa e che sopratutto nell'ultimo periodo mi è sembrato che tutti i suoi grandi amici che al suo funerale si mostravano tanto dispiaciuti, quando c'e' stato il momento di aiutarlo a realizzare gli hanno voltato le spalle togliendogli fiducia.
Ha cercato fino all'ultimo di creare, ma non è stato affiancato, beh sapete che vi dico mordetevi le mani chissà cosa sarebbe venuto fuori dal pozzo senza fondo della sua mente se solo i politici noiani lo avessero sostenuto,pentitevi e non siate ipocriti almeno davanti alla morte per una volta mostratevi uomini
 
 
#6 Lix 2014-09-02 21:03
Caro Ninuccio, non sono mai riuscita a ringraziarti per quello che hai fatto per me.... quando nessuno mi dava una mano sei venuto tu a dirmi che c'era un lavoretto di 1 ora e mezza al giorno per me. Grazie di vero cuore.... non ti deluderò mai.... prometto di fare il mio lavoro nel miglior modo possibile. Buon viaggio!!!!
 
 
#5 maRIO 2 2014-09-02 18:39
Mario al posto tuo mi vergognerei...certe volte tacere fa fare piu belle figure...
 
 
#4 Che vergogna! 2014-09-01 19:58
Penso che questa non è la sede per spettegolare o per fare riferimento ai rapporti personali...
Stefano è stato prima di tutto un Signore, un uomo che ha sempre visto lungo nei giovani... Faceva esprimere i pensieri che ognuno aveva, perché solo il pensiero, la parola, porta ad confronto su basi certe! Un progettatore, un creatore, un informatico, insomma io posso dirti solo Grazie!
La politica è un mezzo di confronto!
 
 
#3 MY 2014-09-01 15:57
CARO MARIO è TU COSA HAI EREDITATO? PERMETTIMI QUESTA DOMANDA VISTA LA BASSEZZA DEL TUO COMMENTO?
 
 
#2 Noicattaro in lutto 2014-09-01 11:32
In questo momento ci manca la sua correttezza e dignita' di cui questa maggioranza avrebbe bisogno .Se Sozio ed i suoi consiglieri avessero avuto un po' della dignita' , non solo politica , che ha caratterizzato Ninuccio, si sarebbero dimessi da tempo per rispetto verso i cittadini noiani .Questi invece pensano ad allargare la maggioranza ai Cocchiarale e Didonna , fino a ieri loro peggiori nemici , pur di non andare a casa .Dirvi di dovervi vergognare non serve con la faccia da ........ che vi titrovate
 
 
#1 Giannaa 2014-09-01 10:48
R.I.P. Ninuccio. Un bell'articolo per ricordare quello che eri davvero...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI