Sabato 07 Dicembre 2019
   
Text Size

Guardia medica: la vecchia segnaletica manda in tilt i cittadini

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Sono ormai due anni che la sede in cui si effettua il servizio notturno di guardia medica di Noicattaro si è spostata in una delle stanze del Comune, ma in molti ancora non ne sono informati. La segnaletica stradale presente per le strade di Noicattaro, che ancora oggi conduce erroneamente alla ex sede di via Luigi Capuana, comporta non pochi equivoci e disagi a coloro che non sono a conoscenza del trasferimento. Gli utenti, che spesso cadono in errore, sono soprattutto coloro che abitano nella zona residenziale di Parchitello e che incontrano l’indicazione equivoca venendo da Torre a Mare.

I cittadini che abitano nei pressi dell’ex guardia medica testimoniano frequenti casi in cui molti, spinti dal panico e in preda a qualche emergenza, scavalcano persino il cancello nel momento in cui risulta chiuso. Sono gli stessi abitanti, ormai avezzi a tale situazione, a fare da ufficio informativo a vantaggio di coloro che si ritrovano smarriti e in panico.

Il servizio di 118 attualmente presente in via Capuana è talmente abituato ormai ad accogliere gente alla disperata ricerca della guardia medica, che nel vederci arrivare ci informa a priori che si è trasferita al Comune.

“Molto spesso è in gioco la salute e la vita di chi si rivolge qui con estrema urgenza - ci confida il cittadino che ci ha segnalato il problema - e con la salute non si scherza, ogni attimo è decisivo e non si ha tempo da perdere a cercare l’isola che non c’è. La soluzione è semplice e favorirebbe la tutela di molte persone - aggiunge poi - basterebbe togliere la vecchia indicazione”. Con insistenza, infatti, il 118 e il vicinato hanno segnalato il problema ai Vigili Urbani per provvedere alla rimozione delle vecchie indicazioni, con risultati deludenti.

Paradossalmente, la sede attuale della guardia medica non è indicata da nessuna segnaletica stradale e da nessun cartello presente nella parte esterna del Comune che indica il raggiungimento dell’agoniato traguardo. Un foglio, posto però all’ingresso, che riporta il tabulato degli orari in cui si effettua il servizio (vedi foto in basso), ci indica che siamo finalmente nel posto giusto.

La risposta a questo intricato rebus ce la fornisce un addetto ai Servizi Sociali del Comune di Noicattaro, che ci informa che l’attuale sede è solo un appoggio temporaneo. Per tale motivo, la guardia medica è ancora in cerca di dimora fissa, per cui attualmente non esistono indicazioni stradali definitive che ne facilitano il raggiungimento.


[da La Voce del Paese del 13 Settembre]

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Commenti 

 
#2 jo condor 2014-09-23 22:27
Ancora una volta devo sottolineare la BEATA INCOMPETENZA DEL COMANDO VIGILI URBANI di Noicattaro. Per quanto si possa condividere la spiegazione di un addetto ai Servizi sociali del Comune circa la provvisorietà della sede Guardia Medica nelle stanze del Palazzo comunale in attesa di definitiva sistemazione ( dove? struttura Rsa? Quando, vista la tranquilla indifferenza dell'amministrazione comunale alla soluzione dei problemi cittadini?) non è accettabile la mancanza di valida segnaletica per il raggiungimento della nuova provvisoria sede, trattandosi di situazioni riguardanti la VITA dei cittadini di questo paese come giustamente evidenziato nell'articolo.
Piccola nota polemica: se preventiviamo la MODICA CIFRA di circa 200.000 euro per la segnaletica orizzontale e verticale, non si potevano trovare le "risorse " per provvedere allo " spostamento " della segnaletica già esistente?
Consumiamo però, risorse x opere inutili , inutilizzabili e inutilizzate. Le piste ciclabili, il Parco Trisorio Cipolluzzi, quello schifo di opera cementizia all'altezza della Nuova Fenice e non aggiungo altro perche' lo spazio a disposizione non sarebbe sufficiente, dicono qualcosa? La scala di priorita' dei cittadini sono altre!
PECCATO CHE LA POLITICA, QUESTA POLITICA, NONOSTANTE LA CRISI, FACCIA ANCORA FINTA DI NON CAPIRE..........
 
 
#1 doc 2014-09-22 19:04
“Molto spesso è in gioco la salute e la vita di chi si rivolge qui con estrema urgenza " E' questo l'equivoco in cui molti ancora incorrono. Vorrei fare chiarezza:
1- La continuità assistenziale (ex guardia medica) esegue SOLO prestazioni di codice BIANCO, ossia non critico, pazienti non urgenti o al massimo codice verde: poco critico, assenza di rischi evolutivi, prestazioni differibili, per le urgenze(codici giallo e rosso)bisogna rivolgersi al 118 o al PS.
2- La GM NON E' IL POSTO DOVE SI SCRIVONO LE RICETTE!!!Questo, purtroppo, non lo capiscono neanche i medici di PS, o dei reparti ospedalieri che, al momento della dimissione dicono:" Vada in guardia medica e si faccia scrivere le medicine!!! " Devono farlo loro x legge!!! Sarebbe ora che i cittadini conoscessero il corretto uso delle strutture a loro disposizione e dei loro diritti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI