Venerdì 22 Ottobre 2021
   
Text Size

Progetti e sogni: riapre le porte anche la "Gramsci-Pende". Foto

Noicattaro. Inaugurazione scuola Gramsci-Pende 14-15 front

 

Anche se con qualche giorno di ritardo rispetto alle altre scuole, è giunto per l’Istituto Comprensivo “Gramsci-Pende, il tanto atteso squillo della campanella.

Inizia il nuovo anno scolastico, dando il benvenuto alle classi di prima elementare e quelle di prima media, attraverso una giornata di accoglienza serena grazie alla collaborazione delle classi-ponte, che hanno reso meno traumatico il passaggio a realtà educative differenti.

L’Istituto Comprensivo “Gramsci-Pende” coniuga la storia di due scuole presenti sul territorio nojano da tempo. Un intenso lavoro di analisi e di confronto tra le realtà delle scuole ha portato ad individuare le linee comuni, le specificità e gli obiettivi che costituiscono i binari del progetto pedagogico e culturale dell’Istituto.

L’Istituto comprende tre segmenti scolastici così distinti: Scuola dell’Infanzia “Sabin-zona 167”, Scuola primaria “A. Gramsci” e la Scuola Secondaria di I grado “N. Pende”, distinta nei plessi di via Lamanna e di Parchitello, zona residenziale confinante con Torre a Mare.

La presenza dei tre segmenti di scuola favorisce il raccordo e la continuità educativa e garantisce l’unitarietà di intenti e interventi. La popolazione del neonato Istituto Comprensivo “Gramsci-Pende”, rispecchia in pieno la realtà territoriale in cui opera e vanta la presenza di un’utenza che va dai 3 ai 13 anni.

Si torna a scuola con delle novità strutturali ed architettoniche. La scuola Gramsci, con la riqualificazione dell’auditorium, e la Pende con pareti imbiancate grazie all’utilizzo dei fondi messi a disposizione della’Unione Europea. Già da quest’estate era in corso un lieve cambiamento estetico per la struttura che ospita le classi secondarie, grazie alla realizzazione del murales messo in atto dai ragazzi che hanno aderito al progetto “Scuola aperte per ferie”.

Nella definizione delle linee essenziali del P.O.F dell’Istituto Comprensivo, da diversi anni ormai ci si pone l’obiettivo di assicurare il successo formativo a tutti, valorizzare le risorse ambientali, educare alla salute per assicurare il benessere psico-fisico di ogni alunno, assicurare il pieno possesso di competenze a livello di lingua inglese, informatica, matematica e scienze, in linea con quanto indicato dalle raccomandazioni europee, senza trascurare le attività di laboratorio creativo, teatrale  e musicale.

Le finalità dell’azione formativa servono a promuovere negli allievi la consapevolezza dell’appartenenza alla sezione e al gruppo-classe, alla comunità di appartenenza e alla storia che la caratterizza, in modo da seguirli nel processo di costruzione della propria identità. Punto importante è garantire il successo formativo degli  alunni attraverso la valorizzazione delle potenzialità individuali, favorire l’accoglienza e la valorizzazione della diversità nell’incontro con gli altri e con le altre culture. Promuovere un rapporto attivo e dialettico con le famiglie e il territorio, sono gli aspetti focali del Piano Formativo.

Dall’anno scolastico 2011-2012 il plesso “Sabin-zona 167” ospita anche una sezione “Primavera”, riservata ai bambini di età compresa tra 24 e 36 mesi.

In linea con il programma istituito dal governo che prende il nome “La buona scuola”, il Dirigente Scolastico, la prof.ssa Rosaria Giannini D’Ursi, ha deciso di focalizzare l’azione su alcuni punti fondamentali, che riguardano il potenziamento di attività motorie, linguistiche, musicali e artistiche, in modo da poter fornire le basi per formare dei futuri cittadini europei.

Già da diversi anni l’Istituto è impegnato nella formazione degli alunni come futuri cittadini europei, grazie all’offerta delle diverse attività extracurricolari. Tra i più importanti messi in atto dalla scuola primaria, citiamo il “Progetto Bubbles”, che offre la possibilità di fare esperienza con la lingua inglese, che porta i bambini a familiarizzare con la sonorità delle lingue straniere. Tra le altre attività: i giochi sportivi studenteschi; “English is fun”, che fornisce il certificato per le competenze linguistiche inglesi; “Il mio amico bit”, per potenziare le competenze informatiche; “Creattivamente” e “Scuole aperte per ferie”.

Tra le attività più rinomate previste per la scuola media secondaria va elencato il “Progetto Eureka”, finalizzato all’orientamento scolastico in collaborazione con le altre scuole presenti sul territorio. Per una scuola aperta, il progetto “E-Twinning”, che prevede il gemellaggio con Realschule di Ulm ( Germania), finalizzato all’interscambio di studenti residenti in uno stato dell’Unione Europea. Con il fine di formare gli alunni anche dal punto di vista civico, nel rispetto delle norme sociali, viene proposto il progetto “A scuola di legalità”. Non meno importanti sono i laboratori di matematica di teatro e di musica, previsti anche per la secondaria.

I punti di forza dell’Istituto Comprensivo “Gramsci-Pende” sono, senza dubbio, lo scambio, il dialogo, il fare comunità, tanto da ritenere fondamentale il servizio mensa per chi fruisce del prolungamento degli orari scolastici, in modo da offrire un’opportunità in più per conoscersi ed imparare a stare insieme.


[da La Voce del Paese del 20 Settembre]

Qui tutte le foto.

Commenti 

 
#7 Sua Maestà 2014-09-26 19:08
Arriva sempre il momento in cui un bravostudente supera il docente.
 
 
#6 docentemenevanto 2014-09-26 16:03
si può parlare di democrazia solo quando c'è chiarezza e non doppi sensi. mi dispiace, ma ultimamente in nome della democrazia si commettono troppi errori che , forse, per i non addetti ai lavori sono cosa da poco , ma per chi dedica tempo e parte della sua vita all'educazione dei piccoli è troppo! chiarisca il vero senso se vuole!
 
 
#5 ex alunno 2014-09-26 15:41
esimio sua maestà, evidentemente non è stato in grado di recepire quanto di positivo e di profondamente educativo la scuola ha tentato di trasmetterle...altrimenti non si spiegherebbe il suo "tono"
 
 
#4 bravostudente 2014-09-26 15:11
per docentemenevanto, credo che Sua Maestà si riferisse ai personaggi storici, e la scuola non centra.
Se poi vogliamo fare polemica sempre, e a tutti i costi.
E poi la testata non centra niente, ha solo dato voce a tutti. si chiama democrazia
 
 
#3 un semoplice plebeo 2014-09-26 14:38
x sua maestà: io rabbrividisco solo a leggere certi commenti altamente pilotati e comunque prima di parlare dovrebbe verificare il livello di preparazione di tutti. ci sono persone buone solo a parlare a vanvera e a denigrare il prossimo. la scuola si ricordi è il luogo dell educazione e non del pettegolezzo.
 
 
#2 docentemenevanto 2014-09-26 14:35
Certo che dare la possibilità a certa gente che denota mancanza di educazione,buon senso e rispetto nei confronti di una istituzione non conferisce lustro a questa testata giornalistica!
 
 
#1 Sua Maestà 2014-09-25 20:06
Gramsci-Pende, questi nomi insieme, rabbrividisco.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI