Domenica 24 Ottobre 2021
   
Text Size

Anche a Torre a Mare, tanti alunni tornano sui banchi! Foto

Torre a Mare. Inaugurazione scuola 'Japigia 2' front

 

La prima campanella dell’anno ha suonato diversi giorni fa, sancendo di fatto l’inizio del nuovo anno scolastico. Quel trillo accompagnerà per nove mesi tantissimi studenti in un’avventura chiamata anno scolastico.

Difficilmente si dimentica il primo giorno di scuola, inevitabile l’emozione di tanti bimbi che varcano per la prima volta quei cancelli, e che con timidezza ed un pizzico di paura si affacciano in un ambiente nuovo, che conserverà inevitabilmente i loro ricordi, sia belli che brutti.

Chi non ricorda il primo rimprovero della maestra? Chi non ricorda il primo compagno di banco? Chi non ricorda il primo compito in classe? Impossibile dimenticare l’ansia durante un’interrogazione, o l’emozione per la prima gita scolastica. Ebbene qualche giorno fa anche noi siamo tornati a scuola ed abbiamo riascoltato il suono di quella campanella che anche a Torre a Mare ha sancito l’inizio del nuovo anno scolastico.

Il quartiere Torre a Mare comprende quattro delle otto scuole che fanno parte dell’Istituto Comprensivo Statale ”Japigia II-Torre a Mare” e precisamente due scuole dell’infanzia, la Scuola Primaria “G. Mameli” e la Scuola Secondaria di Primo Grado “Rita Levi Montalcini”. Abbiamo avuto il piacere di chiacchierare a lungo con il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale “Japigia II-Torre a Mare”, la dott.ssa Annamaria Lagattolla. Il dirigente è un fiume in piena, nelle sue parole c’è tanta voglia di fare, tanta fiducia e consapevolezza nelle capacità dei suoi collaboratori, ed anche un pizzico di orgoglio per quanto fatto sino ad oggi. La dott.ssa Lagattolla ci spiega come quest’anno che è appena iniziato è un anno di preparazione, bisogna lavorare per far fronte già dal prossimo anno all’aumento della domanda di iscrizioni, che allo stato attuale non è purtroppo ricevibile. La sempre crescente domanda di iscrizioni è frutto dell’aumento del numero dei residenti del piccolo quartiere a sud di Bari e dell’altissima qualità dell’Offerta Formativa, che abbiamo avuto modo di toccare con mano. Per far fronte a questa sempre crescente domanda sarà necessario procedere alla realizzazione di un’altra aula presso la scuola primaria “G. Mameli” (richiesta che è stata già formalmente presentata) e prevedere l’aumento di un corso anche alla scuola secondaria di primo grado “Rita Levi Montalcini”, magari sacrificando uno dei due laboratori multimediali esistenti. La dirigente continua esponendoci la necessità di reperire per il prossimo anno ulteriori strumenti tecnologici per migliorare ulteriormente l’Offerta Formativa e si dichiara fiduciosa che le richieste presentate siano accolte con favore dagli organi competenti.

La conversazione continua in un clima disteso, il dirigente ci dimostra cordialità e disponibilità, mentre nelle aule si svolgono le lezioni. Guardandoci intorno constatiamo che ordine e pulizia regnano sovrani, ogni aula dispone di lavagna multimediale e strumenti tecnologici, ed allora sorge spontanea la domanda: cosa occorre per migliorare ancora? La dott.ssa Lagattolla ci espone che oggi la scuola ha bisogno di un budget e di risorse finanziarie spendibili in attività e progetti da offrire ai docenti interni, ovvero mettere il personale in condizioni di garantire e migliorare ulteriormente l’iter formativo proponendo un’offerta di altissima qualità. Con un pizzico di rassegnazione la dirigente ci fa presente di come oggi sia difficile reperire i fondi PON, che hanno finanziato entrambe le strutture scolastiche che abbiamo visitato, i quali sistematicamente arrivano in ritardo, circostanza quest’ultima che pone in seria difficoltà i gestori ed anche i fornitori delle strutture stesse. “Attualmente - continua la dirigente - la scuola dovrebbe poter contare su finanziamenti e risorse nazionali.

La dott.ssa ci spiega che a Torre a Mare la partecipazione dei genitore è di assoluta importanza, i contributi volontari permettono di garantire esigenze necessarie all’intera struttura: “Più si ha, più si riesce ad offrire”. La scuola quindi, come sinolo tra dirigenti, corpo docente e genitori, un’attività comune finalizzata alla migliore formazione possibile, la scuola intesa come comunità, dove tutti sono una risorsa. Il rapporto tra genitori, dirigenti e docenti è una questione molto sentita dalla dirigente, che ci racconta delle numerose attività svolte al di fuori degli edifici scolastici ed in cui le scuole di Torre a Mare sono largamente coinvolte. Si ricordi a tal proposito la mostra “Arte e dintorni”, allestita sulla piazza Vittorio Veneto, che ha visto coinvolti, studenti, genitori e docenti, la manifestazione “Più siamo, più puliamo”, organizzata nella zona di piazza del porto, al fine di sensibilizzare i più piccoli circa l’importanza della tutela del quartiere ed ancora la partecipazione al progetto “Fuori Classe” di Save the Children, finanziata da privati, coadiuvata dalla professoressa Portoghese e da educatori esterni. “Quest’ultimo progetto - ci spiega la dirigente - si pone come obiettivo quello di agire preventivamente su quelle problematiche che possono compromettere lo sviluppo non solo culturale, ma anche emotivo dei giovanissimi, ed in quest’ottica si è svolto anche un campo scuola estivo in Umbria a cui hanno partecipato due classi delle scuole di Torre a Mare, seguite da docenti interni ed educatori esterni di Save the Children”.

La dott.ssa Lagattolla ci fa presente che su Torre a Mare esiste un costituendo Comitato di Genitori, che si propone di essere un valido e performativo interlocutore per coadiuvare le attività che alimentino il concetto di “scuola Comunità”. A questo punto siamo sempre più convinti che questo nostro “primo giorno di scuola” si sta trasformando sempre più in una bellissima scoperta. Le scuole sono all’avanguardia, offrono servizi di altissima qualità, il personale è altamente professionale e capace ed il suo dirigente dimostra di essere un’ottima amministratrice. Inevitabilmente le problematiche ci sono, sarebbe stupido negarlo, ed è a questo proposito che per un attimo spostiamo la nostra attenzione sull’importanza del compito educativo che i docenti devono svolgere ogni giorno. La dottoressa Lagattolla si fa molto seria, quasi preoccupata, nel affermare che “oggi il compito educativo è molto difficile, il disagio che attraversa la nostra società inevitabilmente si manifesta in ambito scolastico, i pericoli che sono al di fuori delle strutture scolastiche devono necessariamente essere filtrati, dalla famiglia, oggi sempre meno intesa come nucleo unitario, dall’educazione, dallo sviluppo del senso civico e del rispetto reciproco. L’uso delle tecnologie e dei social network, ad esempio, deve essere insegnato ai nostri ragazzi, ed è per questo che nella proposta formativa delle scuole di Torre a Mare viene data molta importanza al corretto e sicuro uso della rete”.

A questo punto il Dirigente Scolastico ci accompagna per le classi e per i laboratori di cui dispongono le strutture: le aule sono luminose, tecnologiche e pulite, i ragazzi sono attenti ed interessati, le classi multietniche, ci proiettano in un futuro di civiltà globale. Il tempo ci è tiranno, dobbiamo congedare la nostra gradita interlocutrice e lo facciamo con fiducia e gratitudine, perché questo nostro primo giorno di scuola ci ha mostrato una scuola valida, altamente qualificata, proiettata nel sociale e nel futuro, pronta ad offrire il massimo per garantire ai nostri bambini, ai nostri ragazzi, una formazione ottimale, non solo sotto il profilo didattico, ma anche sotto l’aspetto umano. La dott.ssa Annamaria Lagattolla ci saluta con questa frase, che ci è piaciuta moltissimo e che crediamo possa essere un monito per tutte quelle strutture formative che oggi arrancano per un motivo o per un altro: “La qualità di una scuola passa da ciò che offre”. Ringraziamo la dott.ssa Annamaria Lagattolla , mentre dietro di noi suona la tanto cara campanella.

 

[da La Voce del Paese del 20 Settembre]

Qui alcune foto.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI