Palazzo della Cultura: proseguono i lavori di restauro del chiostro

.

 

In questi giorni sono in corso i lavori di restauro del chiostro situato nel Palazzo della Cultura, a ridosso della Chiesa del Carmine. Il recupero dell’area ha come obiettivo quello di ospitare in futuro manifestazioni invernali ed estive, mostre artistiche, ogni genere di eventi o spettacoli teatrali.

I lavori, nello specifico, stanno coinvolgendo il rifacimento delle colonne e delle arcate del chiostro, e grazie all’adozione della idro-pulitrice (strumento che adopera granelli di sabbia) si sta perfezionando il manufatto di tufo in pietra. Interessante è notare che, durante i lavori, gli operai sono riusciti a valorizzare anche il pavimento seicentesco che i monaci Carmelitani utilizzavano per girare intorno al chiostro.

Non solo, nel recupero edilizio giocherà un ruolo fondamentale l’illuminotecnica: faretti a led saranno direzionati sulle pareti del chiostro per mettere in risalto tutta la bellezza del posto. Nei lavori di recupero del sito è altresì prevista la ristrutturazione dell’area museale, nella quale sarà aggiunta una lavagna interattiva multimediale e sulla quale verranno caricati i libri storici di Noicattaro.

L’amministrazione comunale informa che gli autori hanno già donato i testi e questi ultimi saranno collocati sulla nuova piattaforma digitale. Lo stesso dicasi per le fotografie dei reperti archeologici del nostro paese, attualmente in possesso del museo archeologico provinciale di Bari.

“Una volta recuperate, inseriremo le fotografie nella piattaforma multimediale che sarà poi subito attiva”, afferma l’assessore alla Cultura Vito Didonna. “Una qualsiasi persona o uno studente che vorrà vedere i pezzi archeologici di Noicattaro potrà venire qui, documentarsi e vedere tutti i riferimenti storici legati al nostro paese”.

L’area museale diverrà dunque, una specie di mediateca e di biblioteca virtuale della storia di Noicattaro. “Non solo - continua l’assessore - nella piattaforma multimediale sarà inserita anche tutta la pubblicazione del ‘Crivello’, un giornale locale quindicinale che uscì a Noicattaro nei primi anni del Novecento e poi riproposto nel 1980. La piattaforma multimediale conserverà tutti i numeri relativi alla pubblicazione del 1980”. Insomma, uno strumento diverso dal cartaceo messo a disposizione di tutti, studiosi e non.

Un’iniziativa utile a far conoscere ai cittadini, in maniera non convenzionale, la nostra storia e le nostre radici, con l’augurio che questa possa servire da stimolo ad amare un po’ di più il nostro paese, sempre meno valorizzato e sempre più deprezzato.


[da La Voce del Paese del 4 Ottobre]

.