Mercoledì 20 Novembre 2019
   
Text Size

Stufi i commercianti: “Noicattaro è un paese morto!”

Noicattaro. Piazza Dossetti front

 

È proprio vero che ormai l’estate è solo un lontano ricordo, e che le fresche serate autunnali ci accompagnano verso l’inverno, durante il quale solitamente si preferisce trascorrere le serata a casa sotto le coperte, piuttosto che uscire. È anche vero però, che soprattutto nei fine settimana, molti giovani e adulti trascorrono le loro serate in pub o locali, famosi sono per esempio quelli di Rutigliano e Conversano che - il giovedì o il venerdì sera - riescono sempre a movimentare e attirare gente nei loro paesi.

Questo però non accade a Noicattaro, anzi questo fenomeno è del tutto assente. Nella maggior parte dei casi sono proprio i nojani che escono dal proprio paese per gremire i locali dei paesi limitrofi.

È questa brutta situazione che Luigi Bellacosa, proprietario di Louis Cafè - bar situato in via Pietro Nenni, nei pressi di Piazza Dossetti - vorrebbe rendere nota ai nostri cari lettori.

“La situazione per noi commercianti è diventata insostenibile”, ci spiega Luigi. “Io quando ho deciso di aprire questa attività pensavo di aver scelto bene, visto che fino a qualche anno fa piazza Dossetti era il centro del paese, e soprattutto nei mesi estivi c’era un bel movimento di gente, anche grazie alle tante serate che si organizzavano. Ora questo non è più possibile, e per noi che viviamo di questo, la situazione non è più sostenibile. Sono addirittura venuto a sapere che proprio in piazza Dossetti non possono più essere organizzate serate ed eventi perché pare che nei dintorni ci siano alcuni anziani - che non godono di ottima salute - che non possono e non vorrebbero ascoltare musica fino a tarda sera. Che sia vero o no, e con tutto il rispetto per loro, noi stiamo morendo, il paese sta morendo, e nessuno cerca di far nulla”.

Quello che Luigi vorrebbe far comprendere ai suoi colleghi, ma anche a noi cittadini, è molto semplice.

Dalle sue parole emerge la voglia di crescere, sia come attività, ma soprattutto come membro di un paese, che ormai è sempre più vuoto, attraverso l’informazione e l’educazione civica. Questo perché bisogna far comprendere ai nojani che non è necessario scappare da Noicattaro per vivere e fare qualcosa di diverso ma, al contrario, dovremmo partire dal nostro piccolo, iniziando per esempio a curare il verde pubblico, evitando di ridurre ogni spazio che abbiamo in una “discarica”.

Infatti, come sottolinea Luigi, purtroppo i problemi del nostro paese sono molteplici e variegati. In primis la questione legata alla mancanza di una scuola superiore - questo è senza dubbio uno degli elementi che non va a nostro favore - visto che nella maggior parte dei casi i giovani non usano Noicattaro come luogo di ritrovo, ma esclusivamente i paesi limitrofi. Appare stanco e deluso Luigi, quando ci dice: “Perché noi nojani siamo sempre fuori dal nostro paese, ci lamentiamo che qui non si organizza mai nulla, e poi quando qualcosa la si fa, la snobbiamo e scappiamo via? Tutto questo è assurdo. Noi ormai tiriamo avanti con le colazioni e con i ragazzini che ogni tanto vengono a trovarci. Potremmo tranquillamente chiudere tutte le sere alle 19, visto che il paese è deserto dopo quell’ora, soprattutto nel weekend”.

Ben vengano nuove manifestazioni, che siano un punto di partenza per il nostro paese, sperando però che la partecipazione e la voglia di far bene siano elementi che accomunino sia gli organizzatori che l’amministrazione comunale, così come i cittadini, linfa vitale, senza il quale nulla avrebbe un senso.


[da La Voce del Paese del 31 Ottobre]

Commenti 

 
#17 deluso 2014-11-09 10:01
Il problema di Noicàttaro è che entrato nella forma mentis da + di 40 anni che tutto deve essere fatto per un tornaconto personale e non per la collettività,la politica in primo piano.Quanti attuali imprenditori e tecnici si sono arricchiti attraverso la politica? Posso fare una lista interminabile.Chi ha rivestito cariche istutizionali cosa hanno fatto per il paese? Hanno pensato al loro fabbisogno personale hanno sistemato amici e parenti e adesso vivono benestantemente di pensione.Niente per la collettività nessuna scuola superiore,nessun ospedale.nessuna sede culturale ecc. ecc. Non parliamo poi del tirare a campare di chi riveste cariche di sorveglianza al paese e di dipendenti comunali.Ieri sono passato dalla villa e ho visto che un gruppo di bambini Albanesi distruggevano con fuochi pirotecnici i recipienti da pattumiera, quindi da sottolineare l'alto tasso di inciviltà dovuto alla mancanza di controlli, non parliamo poi della politica...si può scrivere un libro sulle cose sbagliate di Noicàttaro...ma ricordatevi che se molte cose non vanno ci sarà sempre qualcuno ad approfittarsene.Io la vedo dura Nojani rimbocchiamoci le maniche e ripartiamo per il bene del paese il tempo dei sussidi statali è finito e vedrete che chi si è arricchito dalla politica pian piano scapperà e si chiuderà nella loro nicchia di benestante e di egoista,mentre il paese muore sempre di più.
 
 
#16 nojanodok 2014-11-08 15:01
il problema a noicattaro e' l'ignoranza della gente che lavora in campagna, perche' la sera devono andare a letto presto e non vogliono sentire nessuno ma poi la mattina presto loro fanno tutto quello che vogliono chiacchierare suonare il clacson per chiamare i loro amici che anno preso sonno e accendere i trattori per ore sotto case della gente che dorme per loro tutto e normale alle 4 di mattina.
 
 
#15 Primo 2014-11-08 07:30
I nojani sono troppo presi a fare cassa con l'uva da tavola per poi andare fuori a fare la bella vita.
L'arroganza deriva anche da questo benessere diffuso che ha permesso anche a coloro che prima erano poveri di alzare il sede e di diventare, vista la loro mentalità, ancora più arroganti e incivili. A questi la cultura, il senso civico, il rispetto dell'ambiente e della persona non interessa minimamente. Ecco perché siamo diventati un paese dormitorio e incivile.
 
 
#14 cassandra 2014-11-07 18:35
A Giovane Rutiglianese

BRAVO!!!!!
BELLA LEZIONE DI EDUCAZIONE CIVICA!
IN POCHE PAROLE HAI CENTRATO IL VERO PROBLEMA DI NOJA........
ATAVICA MANCANZA DI EDUCAZIONE E SENSO CIVICO.
 
 
#13 Giovane rutiglianese 2014-11-07 13:02
Salve a tutti , parlo da uno estraneo ai fatti politici dei vostri paesi,ma baso il mio commento sul senso civico e culturale del vostro paese.da subito chi entra a noicattaro riscontra una certa arroganza e inciviltà di giovani nojani verso un forestiero ( soprattutto rutiglianese) anche quando uno si trova di passaggio a prendere un caffè in un bar di noicattaro. Senza dimenticare che la gioventù nojana a è sempre al centro di risse e litigi quando vanno a ballare o si spostano x bere qualcosa ....Vi chiedo come può un rutiglianese o un conversanese... O altri ragazzi di paese limitrofi , venire a noicattaro a passare una serata tranquilla e divertirsi con i suoi amici? L'apice del problema è secondo me questo... L'educazione è il senso civico che contraddistingue i vari rutigliano, conversano e mola da noicattaro!..
 
 
#12 Anonymous 2014-11-07 09:54
A Noicattaro ci sono circa 40 bar e il 98% di questi adibiti a caffetteria, come potete pretendere di guadagnare se vendete gli stessi prodotti e non vi specializzate nelle diverse tipologie di locali. Perché non volete investire in serate come in molti locali dei paesi limitrofi? Potremmo continuare a dare la colpa all'amministrazione comunale che non organizza eventi degni di nota per anni; ma la vera colpa, secondo il mio parere, è dei gestori che sono privi di idee sin dall'inaugurazione del locale perché potreste pagare un Dj o un gruppo musicale per movimentare la serata, farvi buona pubblicità con le locandine e vedrete che i giovani verranno, anche se mancano le scuole superiori.
 
 
#11 CITTADINO SCONTENTO 2014-11-07 08:26
SOLO SOTTO CASA MIA C'è GENTE FINO ALLE 3 DI NOTTE A BERE ALCOL E A FARE CASINO E A RONPERE I C..... CON I PROPRIETARI DEL LOCALE, A SPORCARE LE STRADE CARTE CARTONE E BOTTIGLIE CON 6 CASSONETTI NELLE VICINANZE...QUESTA è L'EDUCAZIONE DEL NOJANO.... VOLENTIERI SE DEVO USCIRE O SPENDERE SOLDI VADO FUORI DA QUESTO SCHIFO DI PAESE....
 
 
#10 Idem. 2014-11-07 00:15
Condivido in tutto il sig. Cupola.
...in questo ( paese)...corrono , vogliono e ottengono le poltrone i soliti venditori di cemento , costruzioni a volonta' , cultura e intrattenimento , zero e affinche' ci saranno sempre loro , purtroppo vedremo solo e sempre cemento.
 
 
#9 ironm 2014-11-06 23:36
Abbiamo il sindaco buono a Noicattaro
 
 
#8 ironm 2014-11-06 23:35
Perché a Noicattaro abbiamo il sindaco buono...
 
 
#7 Soledad 2014-11-06 22:52
Purtroppo la poca cultura e' all'apice di tutto ....Vuol dire che a Rutigliano conversano e limitrofi sanno organizzare con gente qualificata....
 
 
#6 giuseppeuts76 2014-11-06 22:07
non è Noicattaro un paese morto..sono i cittadini che sono di un altra mentalità...c'è troppa ignoranza in giro,vivono solo x la campagna..x carità gli da loro il pane ma c'è veramente tnt gente sprisciata in qst paese che ti fanno cadere le braccia solo a guardarli....ormai io da due anni x fortuna dormo soltanto a noja xkè durante il giorno alla sera nn ci sn mai x lavoro...e qnd entro in paese la sera mi viene una malinconia...che me ne voglio subito andare..
 
 
#5 pincopallino 2014-11-06 20:00
Ma i locali come quelli di Rutigliano e Conversano dove sono? Abbiamo solo qualche mediocre pizzeria e un pò di bar che offrono tanta birra e scommesse ai cari operatori agricoli.
 
 
#4 ????? 2014-11-06 19:52
cupola mi hai tolto le parole dalla bocca, concordo in pieno!!!
 
 
#3 cupola 2014-11-06 18:45
Sig.ra RD vede è proprio questa mentalità, la sua, che non permetterà mai a noicattaro (minuscola d'obbligo) di crescere. Se poi ci mettiamo anche l'incompetenza di una amministrazione farlocca e sgangerata la situazione è ancora più grave. Sa che a Conversano ma anche a Rutigliano si organizzano serate in pieno centro e nessuno dico NESSUNO si lamenta dei rumori del palco, delle prove ecc. ecc. e sa perchè? Perchè semplicemente hanno più sale nella zucca. Mi spiega perchè mai un imprenditore dovrebbe investire nella apertura di un pub o di una pizzeria a noicattaro se la mentalità è quella da Lei esternata? Caro Luigi noicattaro è morta nel momento in cui si è deciso di passare dalla politica sociale alla politica della edilizia; dalla politica del sostegno alle famiglie alla politica del mattone che vede impegnati assessori e consiglieri comunali a risolvere problemi dei pochi (i soliti noti) a scapito dei tanti. Queste politiche che da anni uccidono noicattaro sono della sinistra e voi tutti imperterriti continuate a votare la stessa gente da 40 anni. Luigi non c'è futuro qui. Ti conviene vendere e andare in un altro paese dove non ci sono le sig.re RD a contestare perchè il paese è vivo.
 
 
#2 RD 2014-11-06 17:26
Io abito a ridosso di piazza dossetti e, seppur sia giovane, mi sono lamentata della caciara che vien fatta in piazza... Montano il palco in orario di controra, iniziano le prove dalle 17 e alle 24 la musica ancora non é finita... E senza aggiungere i bambini scalmanati che iniziano a giocare alle 8 di mattina e alle 2 di notte stanno ancora a gridare e bestemmiare! E per chi deve andare a lavoro il giorno dopo é impossibile subire questa cosa per tutta l'estate! Se solo venissero aperti locali adatti come li hanno rutigliano, conversano e mola, non ci sarebbe questo problema... E non a pretendere di dare vita a noicattaro in pieno paese e solo in estate! Chissa perche a conversano ecc c'é sempre gente, anche in inverno e con zero gradi, senza la necessità di fare caos in piazza!!! Se solo si rispettassero le regole e fossimo civili, avremmo anche noi la nostra bella fetta di gente che la sera decide di passare il tempo a noicattaro!!!
 
 
#1 Primo 2014-11-06 16:55
Chiedi a Peppino perché Noicattaro è Morto
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI