Mercoledì 13 Novembre 2019
   
Text Size

Alloggi comunali a canone agevolato: finalmente il bando

Noicattaro. Case comunali front

 

Con la Delibera di Giunta n. 108/2014 del 15.10.2014 è stato approvato l’atto d’indirizzo per la predisposizione di un avviso pubblico per la formazione di graduatorie per utenze differenziate, idonee alla concessione di alloggi in locazione. In seguito a questo, venerdì 24 Ottobre è stato pubblicato l’avviso pubblico per l’assegnazione in locazione semplice a canone agevolato, degli alloggi per utenze differenziate, realizzati nell’ambito del contratto di quartiere II “Fra le due Lame”.

L’avviso ribadisce che gli alloggi sono 23 e che sono ripartiti su tre livelli: piano terra, primo piano e secondo piano; hanno dimensioni comprese tra i 55,48 e i 73,50 mq, tutti provvisti di posto auto e cantinola.

Destinatari di questi alloggi sono i cittadini con debolezza sociale, quali i diversamente abili con percentuale di invalidità superiore al 74%, gli anziani e le giovani coppie o famiglie mono-genitoriali.

Per ognuna di queste categorie è prevista un’ubicazione: gli alloggi al piano terra saranno assegnati ai diversamente abili, quelli al primo piano agli anziani, mentre a giovani coppie e a famiglie mono-genitoriali spetteranno quelli al secondo piano.

Come dall’art. 2 del suddetto avviso, non possono presentare domanda i nuclei famigliari composti da più di quattro persone, mentre possono partecipare le famiglie la cui costituzione sia avvenuta da non oltre due anni dalla data di pubblicazione del presente avviso, i giovani con età inferiore ai 35 anni che intendono costituire coppia entro un anno dalla data di pubblicazione del presente avviso, le famiglie nel cui nucleo vi sia almeno un componente di età superiore ad anni 65 costituite da oltre due anni, le famiglie nel cui nucleo vi sia almeno un componente che sia stato dichiarato invalido con una percentuale superiore al 74% e le famiglia mono-genitoriale con massimo tre figli a carico.

Inoltre bisogna dichiarare di essere cittadini italiani residenti a Noicattaro, impossibilitati ad avere un’altra casa adeguata.

Le domande di partecipazione debbono essere compilate avvalendosi esclusivamente dei moduli allegati e disponibili sul sito internet del Comune di Noicattaro “Amministrazione trasparente sezione - Avvisi pubblici” e presentate entro 30 (trenta) giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso pubblico, avvenuta il 24 Ottobre scorso.

Una volta terminata l’istruttoria delle domande si procederà a formulare tre distinti elenchi provvisori dei partecipanti con il relativo punteggio.

Gli elenchi definitivi saranno formulati sulla base di punteggi da attribuirsi in relazione alle condizioni economiche sotto elencate e riferite al concorrente ed al suo nucleo familiare:

1. reddito convenzionale del nucleo familiare compreso tra € 13.000,00 e € 17.000,00: punti 4;

2. reddito convenzionale del nucleo familiare compreso tra € 17.000,01 e € 21.000,00: punti 3;

3. reddito convenzionale del nucleo familiare compreso tra € 21.000,01 e € 25.000,00: punti 2;

4. presenza nel nucleo familiare di soggetti minori di età: di 2 anni: punti 2; oltre 2 anni: punti 1;

5. richiedenti che abitano con il proprio nucleo familiare da almeno due anni dalla data del presente avviso in uno stesso alloggio con altro o più nuclei familiari, composto da almeno 2 unità: punti 3;

6. presenza nel nucleo familiare di soggetti di età superiore ai 65 anni, per ogni anziano: punti 1;

7. presenza di persone con handicap o con invalidità certificata superiore al 74%: punti 2;

8. alloggio di servizio da rilasciare: richiedenti fruenti di alloggio di servizio che devono rilasciare per trasferimento d’ufficio o per cessazione non volontaria del rapporto di lavoro: punti 4;

9. alloggi da rilasciare per provvedimento esecutivo di sfratto: richiedenti che abitino in alloggio che debba essere rilasciato a seguito di provvedimento esecutivo di sfratto che non sia stato intimato per immoralità, per ordinanza di sgombero nonché di provvedimento di collocamento a riposo del dipendente pubblico o privato che fruisca di alloggio di servizio: punti 4;

10. canone locativo: richiedenti che abitino in alloggio il cui canone (determinato in base alle leggi vigenti al momento della stipula del contratto) incida in misura: tra il 20% e il 24,99% del reddito annuo complessivo del nucleo familiare: punti 1; tra il 25% e il 29,99% del reddito annuo complessivo del nucleo familiare: punti 2; superiore al 30% del reddito annuo complessivo del nucleo familiare: punti 3.

Si precisa che per il calcolo del punteggio di cui al n. 10 si tiene conto solo del contratto di locazione regolarmente registrato e relativo alla residenza dichiarata in domanda e risultante dai registri anagrafico-demografici del Comune; che i punteggi di cui alle suindicate condizioni nn. 8 e 9 non sono cumulabili tra di loro; e che in caso di parità di punteggio sarà data precedenza alla anzianità del richiedente.

Il contratto di locazione avrà la durata di anni quattro più quattro ed il canone di locazione determinato ai sensi del comma 3 dell’art. 1 della Legge n. 431/98 e dell’accordo depositato presso il Comune di Noicattaro sarà diversificato a seconda della tipologia di alloggio, e andrà da un minimo di € 226,98/mese ad un massimo di € 296,90/mese.

Per ogni chiarimento in merito all’avviso di cui trattasi, gli interessati potranno rivolgersi al IV Settore Urbanistica, presso il Comune di Noicattaro.


[da La Voce del Paese del 31 Ottobre]

Commenti 

 
#2 Mazzei giuseppe 2015-12-07 16:09
Becera il momento
 
 
#1 fado 2014-11-03 20:45
controllate i vecchi alloggi popolari sapete quanti appartamenti si libererebbero per darli alla gente veramente bisognosa
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI