Lunedì 18 Novembre 2019
   
Text Size

Torre a Mare e quella segnaletica assurda in piazza del Porto

Torre a Mare. Segnaletica piazza del porto front

 

Tutti coloro che hanno conseguito la licenza di guida sono perfettamente consapevoli di quanto prescritto dal Codice della Strada e capaci di riconoscere i segnali stradali e quanto gli stessi indicano.

Ebbene, a Torre a Mare anche un ingegnere della Motorizzazione Civile sarebbe a disagio, giungendo in piazza del Porto. Attualmente l’intera piazza è pedonale, ovvero è assolutamente interdetta la circolazione, il transito e la sosta ai mezzi a motore, fatte le dovute eccezioni per i mezzi di soccorso, le pattuglie delle Forze dell’Ordine e di qualche furbetto che continua a “fregarsene” dei molteplici segnali di divieto.

Il problema della segnaletica e del transito dei mezzi a motore sulla piazza più importante del piccolo quartiere a Sud di Bari è stato sollevato in diverse occasioni dalla cittadinanza e dalle attività commerciali, ma ad oggi, stante i numerosi sopralluoghi da parte di delegazioni dei Vigili Urbani e l’apposizione di una miriade di nuovi cartelli, vige il caos più totale.

Torre a Mare. Segnaletica piazza del porto intero 1

La piazza del Porto è da sempre oggetto di conflitti di competenza da parte degli organi preposti, ad iniziare dalla zona di alaggio di competenza del demanio, un tempo appannaggio della capitaneria di porto - oggi del Comune - che segna il limite tra la piazza ed il mare. In passato e tutt’oggi l’intera area di alaggio, dove oggi sono posizionate le imbarcazioni dei pescatori, diventa un’area di parcheggio e transito per motocicli e vetture che ignorano l’inizio dell’area demaniale, in quanto la stessa non appare segnalata, ma vi è un segnale che indica la fine dell’area pedonale. Quindi l’area di alaggio non è pedonale, ovvero è carrabile, ma quanti sanno che la stessa è demaniale? E che quindi la stessa può essere percorsa solo dai mezzi che utilizzano lo scivolo per varare i natanti? Nessun cartello segnala la circostanza, ma ve ne sono ben tre che indicano la fine dell’area pedonale.

Tuttavia, l’intera zona delle pescherie e delle cooperative è servita da una stradina laterale, che da via dei Trulli conduce sino al piccolo porticciolo, debitamente segnalata con un divieto di transito, con tanto di segnale di pericolo che avverte il crollo della stessa (vedi foto in basso). Quindi la strada stessa non è percorribile, eppure è l’unica che serve lo scivolo per il varo delle imbarcazioni e le attività ittiche che su di essa insistono. Ma ancor più esilarante è il cartello che definisce l’intera stradina come area pedonale.

Cerchiamo quindi di fare chiarezza. La strada che permette l’accesso allo scivolo sulla zona di alaggio non è transitabile ed il cartello segnala il pericolo di crollo, la stessa è tuttavia pedonale. Follia? No, siamo a Torre a Mare. Quali soluzioni? In più occasioni la cittadinanza ha presentato esposti e alternative, eppure ad oggi ci si trincera dietro un ping pong di competenze. Sarebbe sufficiente mettere in sicurezza la strada di accesso alla zona di alaggio, e segnalare meglio la zona pedonale, consentire l’accesso ai soli mezzi per il carico e scarico, delimitare l’area con parcheggi per biciclette e motocicli, onde evitare atti vandalici e furti. Sta di fatto che ad oggi è necessario un intervento concreto e deciso, al fine di evitare confusione negli automobilisti e sopratutto evitare ricorsi che, stante la situazione, vedranno il Comune soccombere, causa schizofrenia dilagante


[da La Voce del Paese dell'8 Novembre]

Torre a Mare. Segnaletica piazza del porto intero

Commenti 

 
#2 Giacomo Colonna 2014-11-13 17:44
dall'articolo di cui sopra si legge "oggetto di conflitti di competenza da parte degli organi preposti, ad iniziare dalla zona di alaggio di competenza del demanio, un tempo appannaggio della capitaneria di porto - oggi del Comune - che segna il limite tra la piazza ed il mare."
Io ritengo che il conflitto di competenza finirà il momento in cui l'insabbiamento del porto si estenderà per fare un tutt'uno con la piazza.
Grazie all'incuria dei ns amministratori il porto di Torre a Mare diventerà L'UNICO PORTO PEDONALE CARATTERISTICO, non atto all'attracco bensì al parcheggio.
 
 
#1 pincopallino 2014-11-13 13:49
Ma chi dovrebbe controllare? Manca un posto fisso di Polizia o CC, dei Vigili Urbani neanche l'ombra....e Torre a Mare è sempre più abbandonata a se stessa.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI