Venerdì 22 Novembre 2019
   
Text Size

“Il Libroscopio”, i piccoli scienziati aprono il sipario. Foto

Noicattaro. Libroscopio con i ragazzi front

 

Siamo in dirittura d’arrivo: dal 21 al 29 Novembre 2014 si terrà a Noicattaro la sesta edizione de “Il Libroscopio”, la settimana della cultura scientifica organizzata dal Presidio del Libro, in collaborazione con l’amministrazione comunale, la Regione Puglia, l’Università degli Studi di Bari e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

In vista dell’ormai incombente manifestazione sono stati realizzati due eventi introduttivi. Il primo, in data 2 Novembre, ha visto come protagonista il professor Nuccio Ordine, autore del libro “L’utilità dell’inutile”, che ha offerto spunti di riflessione su come la curiosità e la creatività dell’uomo possano essere orientate verso attività culturali definite da molti “inutili”, perché non portano profitto, ma capaci di svelare la bellezza, di generare nuova cultura e nuovi valori, non basati esclusivamente sulla logica del vantaggio economico. Il secondo evento, nel pomeriggio del 13 Novembre, ha visto come protagonisti i giovani studenti di Noicàttaro: gli alunni delle scuole primarie “De Gasperi” e “Desimini” e dell’Istituto Comprensivo “Pascoli-Parchitello” (l’appuntamento con la “Gramsci-Pende” è rinviato al 20 Novembre) hanno animato nei loro laboratori manifestazioni di carattere scientifico. Anche l’androne del Palazzo della Cultura si è trasformato in un vero e proprio laboratorio scientifico, anch’esso aperto al pubblico, gestito dagli studenti del Liceo Scientifico “I. Alpi” di Rutigliano.

Contemporaneamente tutte le scuole di Rutigliano, dall’I.T.C. “Montale” alla scuola media “Manzoni” alle primarie “Settanni” e “Moro”, aderendo all’iniziativa del Presidio del Libro di Noicattaro, aprivano le porte dei loro laboratori alla sperimentazione concreta dei saperi scientifici. L’Istituto “R. Desimini” ha coinvolto nel progetto tutte le proprie classi: le prime hanno svolto una piccola manifestazione sotto forma di recita sui legami chimici e la materia; le seconde hanno praticato dei piccoli esperimenti sulla semina; le terze sul ciclo dell’acqua; le quarte sulle particelle dell’atomo; le quinte hanno approfondito il tema dell’anatomia, con uno studio sui muscoli e sullo scheletro. Alla scuola primaria “A. De Gasperi” le attività scientifiche si sono concentrate intorno al tema del Sistema Solare, per concludersi con l’allestimento di un piccolo planetario creato dai bambini con l’utilizzo di pianeti, satelliti e corpi celesti gonfiabili. Gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Pascoli-Parchitello” invece, hanno sperimentato, nel laboratorio scolastico, la combustione di una candela, l’estrazione della clorofilla allo scopo di produrre coloranti naturali, la reazione chimica prodotta da alcuni indicatori che in base al grado di acidità della sostanza ne fanno cambiare il colore, e infine l’osservazione al microscopio di alcune tipologie di microscopiche cellule, come i globuli rossi e i globuli bianchi.

Nel “laboratorio a porte aperte” presso il Palazzo della Cultura, gli studenti del Liceo rutiglianese “I. Alpi” - tra reazioni chimiche, miscugli, fluidi non newtoniani che ballano a ritmo di musica, circuiti e motori elettrici, celle di Peltier e l’estrazione del DNA dal pomodoro - hanno fatto scienza con competenza davvero sorprendente.

Appuntamento allora al 21 Novembre, con l’avvio delle conferenze e degli incontri con scienziati e ricercatori, che trasformeranno per una settimana il paese in una vera e propria città della scienza.


[da La Voce del Paese del 15 Novembre]

Qui tutte le foto, a cura di Luigi Grande.

Commenti 

 
#3 FRANCO C. 2014-12-08 12:29
VIVE CONGRATULAZIONI ALL'INTERA ORGANIZZAZIONE DELL'ENCOMIABILE MANIFESTAZIONE CHE QUALIFICA ED ELEVA CULTURALMENTE L'INTERA CITTADINA.
E' UNA VERA CHICCA PER LA COMUNITA' NOjANA.
NON MOLATE MAI E POTENZIATE AL MASSIMO POSSIBILE QUESTA BELLISSIMA ESPRESSIONE DI CULTURA.
 
 
#2 Maurizio innamorato 2014-11-21 07:38
Complimenti al presidio del libro. Forse siete gli unici a lavorare nell'interesse del nostro amato paese ormai allo sbando totale. Siate voi la linfa a sostegno della cultura e soprattutto del volontariato "quello vero" . E che il vostro lavoro prevalga sul malaffare e incapacità che caratterizzano la classe dirigente di Noicattaro. Buon lavoro
 
 
#1 Stufato 2014-11-20 17:14
E' solo uno spreco di danaro perché se vi fate un giro nelle scuole nojane di laboratori non se ne vede nemmeno l'ombra e quelli che ci sono non sono tali da are un giuso supporto alla formazione scientifica dei ragazzi.
Usiamo quei soldi per potenziate o creare veri laboratori nelle scuole evitando solo inutili comparsate.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI