Sabato 23 Ottobre 2021
   
Text Size

Anello al naso? Siamo un giornale libero, e tale resteremo!

Noicattaro. Stampa libera front

 

Liberi siamo, e liberi vogliamo essere.

La nascita spropositata - nella provincia di Bari e in generale - dei giornali, web o cartacei che siano, spesso si registra nei periodi pre-elettorali dei singoli Comuni. Perché? Perché questo periodo di campagna elettorale, si sa, da la possibilità ai giornali di rimpinguare le proprie casse. Attenzione, nulla di illegale. Si tratta di un’ottima opportunità, che si presenta anche per i ristoranti, i bar, le tipografie ecc. Il punto è questo: quando un giornale nasce in prossimità del voto, è chiaro l’obiettivo, che poi magari, col tempo, può anche trasformarsi.

Veniamo a noi. Il nostro sito - NoicattaroWeb - è nato nel Luglio 2009, grazie alla passione di un gruppo di ragazzi che, gratuitamente, ha offerto un ottimo servizio alla cittadinanza. Un giornale che è nato, quindi, dopo l’elezione a sindaco di Vanni Dipierro - periodo in cui finisce il “magna magna” tipico della campagna elettorale - a dimostrazione dei nobili obiettivi dei fondatori.

Nel Settembre 2013 poi, lo ricorderete, c’è stato il cambio di direzione. Una scelta dettata da alcune motivazioni personali, ma soprattutto dalla voglia di dare una svolta all’informazione, dando vita al giornale cartaceo settimanale “La Voce del Paese”. Un giornale che pian piano è cresciuto, riuscendo ad entrare nelle case di tutti i nojani, affamati di sapere e conoscere notizie attinenti il proprio paese.

Noicattaro. Stampa libera intero

La cosa che non è cambiata, in tutti questi anni, è stata la libertà di scrittura. Nessuno - a partire dal sottoscritto, fino ad arrivare ai redattori - si è mai sognato di inseguire obiettivi personali o di “aiutare” qualcuno piuttosto che qualcun altro. Mai! E se qualcuno, nel tempo, ci ha provato, è stato subito allontanato. Certo è che, comunque, ognuno di noi oltre ad essere un redattore è un cittadino nojano, e quindi un elettore, con una propria ideologia, che però cerchiamo sempre di mantenere lontana dalle nostre tastiere. E se qualcuno ci accusa del contrario, probabilmente è perché vuol trovare scritto quello che vorrebbe leggere. E capite bene che non può essere sempre così. Ci tocca anche essere scomodi ogni tanto, o no?

Speriamo che il messaggio sia chiaro. La Voce del Paese è un giornale libero, e non è in vendita.

A questo proposito ci sentiamo di esplicitare una vicenda che ultimamente si sta ripetendo più frequentemente. Non stanno mancando telefonate particolari, della serie “scrivi un articolo su questo, scrivi un articolo su quest’altro”, solo per soddisfare gli interessi di qualcuno. No. Lo ribadiamo pubblicamente. Questo giornale è al servizio di tutti, e non di qualcuno, con l’obiettivo di far crescere il nostro paese. Nessuna autocelebrazione, ma siamo stanchi di ricevere “consigli” volti ad aiutare taluni a raggiungere il proprio obiettivo. Siamo giovani, si, ma non abbiamo l’anello al naso!

Liberi siamo, e liberi vogliamo essere. Ad majora!


[da La Voce del Paese del 22 Novembre]

Commenti 

 
#7 Giacomo Colonna 2014-12-01 21:43
Le cose fatte e dette con scienza e coscienza vanno sempre apprezzate; sia che piacciono e sia che dispiacciono.
Con stima ed ammirazione per il pubblico servizio che questi GIOVANI rendono al paese.
Un grazie di cuore
 
 
#6 Charles Carlo Picca 2014-12-01 14:28
Ciao ex, ma sei per caso un altro me ? Mi auguro proprio di no. Chi mi conosce sa che non mi piace l'anonimato. Detto questo caro Vito, come la fai e la fai scontenterai sempre qualcuno, importante che tu sia sereno con te stesso e con le tue scelte editoriali. Buon lavoro!
 
 
#5 Un lettore 2014-11-30 23:36
Bravo Enzo, va dato il merito al lavoro e alla passione di questi ragazzi. Conosco alcuni di loro personalmente e sono davvero magnifici! Avanti così!
 
 
#4 Enzo D. 2014-11-28 21:07
sapete solo criticare i ragazzi che scrivono, che ci mettono la faccia, con tanto di nome e cognome. Non come voi, cupola e marinella, che sapete criticare, rigorosamente sotto un nickname.
Provate voi a fare le indagini
 
 
#3 Ex 2014-11-28 18:45
Da ex redattore di questo giornale, aimè non più per vari impegni, devo dire che rimane l'unico vero giornale web ( ora anche cartaceo) che dà poco spazio alle simpatie politiche.
Per questo vi dico di continuare nel vostro lavoro quotidiano di leale e trasparente informazione.
La politica come ben tutti sappiamo è solo una cattiva "bestia" che se esercitata male porta ancor più allo sfascio totale e imbarbarimento.
 
 
#2 marinella 2014-11-28 18:31
Voi tutti che vi definite giornalisti Siete ormai abituati a fare notizia è non a dare la notizia ma dovreste anche sapere che non si può serviredio e mammona se non vi disturba pubblicate perché anche i cittadini non hanno. L'anello al naso grazie
 
 
#1 cupola 2014-11-28 17:37
Si ma intanto alcune cose non vengono "articolate". Sarà ma sembra, e sottolineo sembra, che prima avevate un taglio più "indagatorio".
Vi faccio un esempio: che fine ha fatto la storia del ponte della Lama su cui v'era stato un articolo dell'Arch. Petrosino? Qualcuno si è mosso?
E quando parlo di qualcuno mi riferisco a consiglieri, presidente del consiglio, assessori?
Sembra, e sottolineo sembra, avevate un taglio più "indagatorio" che ora.....???
Non è che queste telefonate di cui parlate in realtà il bavaglio lo hanno messo, eccome se lo hanno messo??
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI