Sabato 27 Novembre 2021
   
Text Size

Aumento tasse, "Adesso basta". Nojani pronti a scendere in piazza

Noicattaro. Protesta cittadini front

 

Noicattaro. Loretta Piracci

L’unione fa la forza! È questo il motto dei membri del “Movimento Cittadino di Protesta”, i quali scenderanno in piazza venerdì 28 Novembre, per protestare contro i provvedimenti, giudicati iniqui, della Giunta Sozio. “Il movimento nascente è un’associazione apartitica che accoglie tutti i cittadini accomunati dallo stesso malcontento in modo tale da contrastarlo” afferma Loretta Piracci, referente del movimento.

Il malcontento avvertito dalla maggior parte dei nojani è causato soprattutto dall’aumento esponenziale della Tasi, Tari e Irpef. Secondo il movimento, la Tasi ha subito un aumento compreso tra il 200% ed il 300%; tassata, tra l’altro, anche la seconda casa. L’addizionale Irpef prevede un’aliquota fissa pari a 0,80% a prescindere dal reddito del singolo, scavalcando il principio dell’equità sociale tutelato dalla nostra carta costituzionale. La Tari, invece, ha subito un’impennata variabile tra l’8% ed il 35% a fronte di un pessimo servizio. È frequente vedere le vie del paese poco pulite, o basti pensare, alla discarica a cielo aperto costituitasi nei pressi dell’R.S.A..

A questo punto legittima è la domanda posta da numerosi cittadini: ma dove vanno a finire i nostri soldi? L’amministrazione si accinge a svuotare le ormai asciutte tasche dei cittadini attraverso il trio Tari, Tasi e Irpef. “Attraverso questa manifestazione vogliamo far sentire responsabile l’amministrazione di un gesto inappropriato, rivedendo il provvedimento e quindi modificando le voci di bilancio. Inoltre se non arriviamo ad un risultato di equità, la protesta non si placherà”, ha commentato Loretta Piracci.

La pressione fiscale ha fatto drizzare le orecchie a tutti. “Non si può rimanere passivi dopo questa stangata; non possiamo continuare ad essere spettatori dell’operato di una classe politica che antepone gli interessi personali a quelli della collettività”. Nessuno ha scampo: la politica di chi mira sempre e solo al proprio tornaconto è condannata, prima o poi, dagli elettori. “I cattivi politici hanno trasformato la politica, una nobilissima parola, in una parolaccia”, hanno commentato alcuni membri del comitato.

La manifestazione, dunque, non ha uno scopo meramente economico ma si propone quale mezzo per riaccendere i riflettori su valori, ormai perduti. “Siamo in profonda crisi della democrazia, non c’è etica, non si agisce per il bene della polis”, hanno commentato alcuni cittadini, stanchi di una politica fatta su misura dei propri interessi. Tutti sono d’accordo su un punto: la democrazia è messa in discussione. “Una sana amministrazione comunale dovrebbe prendere le decisioni dopo essersi confrontata con più parti e dopo aver stilato una lista delle priorità. Attualmente nulla di tutto questo accade, purtroppo. Anzi, le decisioni vengono prese unidirezionalmente. E gli interventi sbandierati dall’amministrazione sono in netto contrasto con le vere esigenze e priorità dei cittadini”. Ma in questo momento, in cui i tagli fatti dal governo centrale pesano sul bilancio, ci si può permettere di investire danaro in opere che non hanno un’immediata urgenza? Crisi della democrazia, insomma. A conferma di quanto detto i nojani denunciano l’impossibilità di partecipare alla gestione della res publica, dato che il Consiglio Comunale si svolge puntualmente di mattina, precludendo a molti la possibilità di intervenire e monitorare.

Un insieme di problemi, di carattere economico, politico e sociale, che ha spinto i cittadini ad organizzarsi con l’intento di provare a ridare un po’ di smalto al paese. Un problema latente emerso con tutta forza con l’aumento vertiginoso e ingiustificato delle tasse; la goccia che ha fatto traboccare il vaso, detto in altri termini. “È ora di dire basta”, dichiarano i membri del comitato. Con la voglia di cambiare volto al paese, in molti prenderanno parte alla manifestazione, prevista venerdì 28 Novembre alle ore 18,30. Si partirà da via Console Positano, in corrispondenza del Palazzo della Cultura, e si attraverseranno successivamente le strade principali: via Carmine, piazza Umberto I, Corso Roma, via Nenni e piazza Dossetti. Per pubblicizzare l’evento sono stati distribuiti ben oltre 10.000 volantini, affisse diverse locandine, a cui hanno provveduto, attingendo alle proprie tasche, i cittadini organizzatori.

Per chi è stanco di non vedere speranze per il proprio futuro è giunto il momento di mettersi in gioco in prima persona. “Vogliamo riappropriarci della sovranità popolare. L’unione fa la forza, non c’è alternativa”, ha concluso la referente del movimento.

 

[da La Voce del Paese del 22 Novembre]

Noicattaro. Protesta cittadini intero

Commenti 

 
#15 Loretta Piracci 2014-11-28 00:04
Caro Enrico, ti ringrazio per la tua preoccupazione ma non credo tu mi conosca tanto da poter misurare il livello della mia intelligenza. Ti posso assicurare che non è necessario che qualcuno intervenga per "farmi capire" quali loschi imbrogli o strumentalizzazioni siano celati dalla, ormai imminentissima, MANIFESTAZIONE PACIFICA DI PROTESTA. L'errore di molti sta nel fatto di essere incapaci di pensare possibile un dialogo tra differenti correnti che, però, in comune hanno obiettivi collettivi. Mi rendo conto che per molti è più facile la comoda supposizione e il pettegolezzo che l'ammissione di alcuni limiti. Domani, liberamente, proviamo a dar voce a chi mantiene questa P.A., pagando con sudore, per strutture, stipendi e servizi insufficienti ed inadeguati. Dopo di ché ognuno torna ai suoi progetti che proporrà, alla cittadinanza, con i mezzi che riterrà più consoni. Ad maiora semper!
 
 
#14 passepartout 2014-11-27 22:25
fado,
Cristina ha lingua e cervello connessi. Dunque è evidente che sia in grado di rispondere da sola.
SI SPERA CON UN LINGUAGGIO DIVERSO DAL TUO.
A PROPOSITO, COMPLIMENTI PER L'ELEGANZA LINGUISTICA!
È QUELLA LA TUA.......VERA FIRMA..........

.
 
 
#13 enrico 2014-11-27 19:33
finalmente avete capito lo scopo della manifestazione qual è. tutti i trombati della politica noiana che vogliono vendicarsi e lo vogliono fare sfruttando i liberi cittadini, per favore fateglielo capire alla piracci che si oramai l'hanno fatta illudere
 
 
#12 fado 2014-11-27 18:51
passepartout ma v*********
 
 
#11 passepartout 2014-11-27 14:15
Cristina,
mi spiace, ma stavolta hai toppato alla grande, perdendo la tua proverbiale lucidità.
La prossima volta, documentati prima di fare affermazioni destituite di qualsiasi fondamento:
I CONSIGLIERI DI OPPOSIZIONE NON HANNO PARTECIPATO AL VOTO PER L'APPROVAZIONE AUMENTO ALIQUOTE TARI TASI ET COMPANY, USCENDO DALL AULA.
HANNO INVECE TRANQUILLA MENTE VOTATO A FAVORE, CONSIGLIERI CHE, FINO A POCHI MESI FA, MINACCIAVANO SFRACELLI E DENUNCE, ORA ACCONTENTATI SECONDO IL PIÙ ABUSATO CRITERIO SPARTITORIO DA MANUALE CENCELLI.
DOCUMENTATI MEGLIO!
 
 
#10 cristina 2014-11-27 08:31
Bravo Fado é solo un'iniziativa politica dei silurati e si capiscr da lontano, poverini loro dove erano al momento della votazione?
 
 
#9 cupola 2014-11-26 19:42
Domani saremo in pochi perchè lo sport di questo paese è mettere la testa sotto la sabbia perchè domani questo o quel consigliere, questo o quell'assessore, mi può tornare utile per un mio interesse privato sempre che questi ultimi abbiano il tempo di dedicarsi, dopo i loro, a curare i vostri. Al 28 e chi non vuole venire non si lamenti......RIVOLUZIONE
 
 
#8 INCA**ATISSIMO 2014-11-26 16:39
Non deve essere una manifestazione Politica per cui tutti coloro che USANO questa manifestazione per rivendicare i propri malcontenti politici personali sono PREGATI di restare a casa.NOI comuni cittadini dobbiamo essere INCA**ATI con tutti coloro che non hanno fatto un C***O di niente per salvaguardare i nostri interessi. Continuiamo a regalare soldi a questi incompetenti.
 
 
#7 Stufato 2014-11-26 16:03
Doveva essere il PD a tutelare i cittadini, invece inspiegabilmente li sta tartassando all'inverosimile.
Mentre in altri comuni hanno adottato metodi alternativi diminuendo e tasse per le famiglie con reddito basso, per i cassaintegrati e disoccupati da noi gli aristocratici della nuova sinistra PD locale non hanno fatto nulla.
Votateli di nuovo questi personaggi così vi faranno pagare anche l'aria pur di stare in posizione di comando per meglio gestire i fatti personali.
 
 
#6 ci sarò 2014-11-26 09:28
era ora che qualcosa si muovesse, difficile andare avanti in queste condizioni, e il comune che dovrebbe tutelare i cittadini si lava le mani invece di grattarsi la testa per trovare soluzioni migliorative

sono stanco e ci sarò!

grazie per quello che state facendo
 
 
#5 p.l 2014-11-25 22:31
prendiamo di mira consiglieri e assessori e lasciamo perdere il sindaco.
 
 
#4 fado 2014-11-25 20:01
Perchè arrivare ha fare questa manifestazione il 28 novembre quando 2 giorni dopo scade la prima rata?E poi siamo sicuri che non é una manifestazione a scopo politico?stanno pubblicizzando questa iniziativa molta gente o silurata o che non ha avuto la poltrona (ho gli è stata tolta) dall'amministrazione SOZIO premetto che non appartengo ha nessun partito e non voglio pagare tasse senza usufruire di un degno servizio
 
 
#3 deluso 2014-11-25 19:22
L'80% della popolazione italiana ha una casa per vivere e una percentuale alta di questo 80% è formata da famiglie oneste che hanno lavorato e fatto sacrifici e che molti ancora fanno pagando mutui per avere una casa.La casa per molte famiglie è sacra quindi abolite tutte la tasse che esistono sulla prima casa. Ma per i nostri Amministratori e Dirigenti mettere tasse sulla casa è molto + semplice vanno a colpo sicuro mentre si pensa meno alla lotta all'evasione fiscale.Bisogna cambiare registro tutti in piazza Venerdì incominciamo a protestare seriamente.
 
 
#2 Reagiamo 2014-11-25 15:57
E pensare che i consiglieri del PD avevano assicurato che avrebbero approvato u bilancio senza aumenti . Ma ci siete o ci fate ?
 
 
#1 Giannico 2014-11-25 13:54
Non è possibile che qui a Noicattaro noi cittadini dobbiamo pagare tasse così eccessive come la spazzatura solo perché dobbiamo saldare i debiti che il nostro comune ha accumulato nel corso degli anni; io sarei anche disposto a pagare tasse eccessive però vorrei vedere i frutti del mio denaro in opere pubbliche e in servizi per i cittadini. Inoltre c'è da dire anche che il comune di Noicattaro dal 1998/99 ho un debito anche con la diocesi (Bari-Bitonto) pari a 385.000€(consiste in una tassa edilizia che il comune dovrebbe versare alla diocesi per far si che ci possano costruire delle opere per tutti noi), denaro che a mio parere sarà stato speso in qualche opera inutile oppure non è stato speso per niente. Dobbiamo darci una regolata e dobbiamo iniziare a saper usare il denaro nella maniera più giusta e non usando per delle opere incompiute!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI