Domenica 17 Novembre 2019
   
Text Size

“Mettici le Mani”: presentato all'Exviri il progetto per i giovani

Noicattaro. Incontro con Bollenti Spiriti front

 

Martedì 2 Dicembre, presso il Laboratorio Urbano Exviri, lo staff di Bollenti Spiriti della Regione Puglia ha presentato un bando, legato all’utilizzo e al non abbandono dei Laboratori Urbani, dal titolo “Mettici le Mani”, una nuova iniziativa dal titolo per riattivare, potenziare e mettere in rete gli spazi per i giovani, nati all’interno di ex edifici pubblici abbandonati.

L’iniziativa si rivolge sia alle amministrazioni comunali che ai gestori di Laboratori Urbani attivi, perché si ispirino alle migliori esperienze in corso aprendo maggiormente gli spazi alle organizzazioni e alle comunità giovanili del territorio, e sia ai Comuni che devono ancora attivare o riattivare gli spazi finanziati e attrezzati con le risorse regionali. L’obiettivo è creare una rete regionale di spazi per i giovani, che costituisca l’infrastruttura territoriale a servizio della nuova programmazione operativa 2014-2020.

Fondamentalmente questa iniziativa si rivolge ai giovani, e non solo, perché la speranza è quella di dare un impiego magari alle nuove generazioni, e di mantenere aperto e attivo uno dei 150 laboratori urbani presenti nel territorio pugliese.

È questo che, due ragazzi dello staff Bollenti Spiriti, hanno esposto martedì sera, a partire dalle 18.30 circa nella sala conferenza dell’Exviri. Attraverso una serie di diapositive, e di documenti - il tutto è consultabile e scaricabile sul sito www.metticilemani.it - lo staff ha esposto ai presenti le ragioni della nascita di questo progetto, e le relative caratteristiche, soffermandosi su alcuni punti chiave.

Ma come nasce questa idea dei Laboratori urbani e del loro utilizzo? È proprio da qui che si è partiti. Come evidenziato dallo staff Bollenti Spiriti, tutto è iniziato da un’idea semplice. Ai giovani servono spazi. Per esprimersi. Per sperimentare. Per imparare non solo nelle aule ma anche sul campo. Le nostre città sono piene di edifici inutilizzati. Ed è da qui che è nato il bando per il Laboratori Urbani del 2006. Ora ovviamente dopo otto anni le cose sono cambiate. In Puglia ci sono stati successi ma anche difficoltà. Marica (staff Bollenti Spiriti) ha spiegato che su 150 Laboratori urbani in Puglia, alcuni sono attivi, altri sono da riassegnare e altri ancora non funzionano. Di certo, come ha spiegato a inizio serata Gianfranco Scarpelli, dello staff Exviri, la situazione non è facile. “Gestire un posto del genere per noi è una sfida, che cerchiamo di vincere ogni giorno, provando a sperimentare sempre cose nuove”.

“Mettici le mani” è un invito rivolto ai giovani pugliesi, che possano delineare una nuova strategia per rilanciare i laboratori urbani ed evitare che finiscano nel dimenticatoio. Il bando, cofinanziato con le risorse del Fondo Nazionale Politiche Giovanili, ha una dotazione iniziale di 1,5 milioni di euro; possono partecipare associazioni o imprese, composte in maggioranza da giovani di età compresa tra 18 e 35 anni, in possesso di un titolo valido di gestione di un Laboratorio Urbano (contratto o convenzione con l’Ente locale proprietario dell'immobile) o di un accordo di partenariato con il soggetto titolare della gestione. Il bando è “a sportello” ovvero la consegna del progetto non ha una scadenza. Come hanno tenuto a sottolineare i due componenti dello staff Bollenti Spiriti, questo è stato pensato, per evitare di metter fretta ai partecipanti, in modo da poter ricevere progetti di un buon livello.

Al termine della presentazione, c’è stato un dibattito tra staff e presenti, tra i quali anche l’assessore alla Cultura, Vito Didonna, e il dott. Francesco Lombardo, Dirigente dei Servizi Sociali del Comune di Noicattaro. Le domande poste allo staff sono state molteplici, e molte riguardanti gli aspetti tecnici e burocratici. È intervenuto nel dibattito anche il dott. Lombardo, il quale ha espresso il punto di vista dell’amministrazione: “Il suggerimento che noi vi diamo è quello di colmare quelle lacune che purtroppo il gestore non è riuscito a colmare. Quindi il consiglio che vi diamo è quello di far riferimento al loro progetto iniziale, vedere le cose che mancano, e lì andare a lavorare. Quindi parlate col gestore e nell’ambito dell’offerta del progetto iniziale sarebbe gradito il vostro inserimento. Lo scopo ovviamente è quello di mantenere il centro vivo e aperto alle iniziative giovani, senza però dimenticare le esigenze del territorio”.

Per tutti coloro che fossero interessati, lo staff Exviri è a disposizione. Per il bando e tutte le informazioni è possibile consultare il sito www.metticilemani.it e bollentispiriti.regione.puglia.it .


[da La Voce del Paese del 6 Dicembre]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI