Sabato 23 Ottobre 2021
   
Text Size

Riportare alla luce la cripta dei Carafa: per la Giunta si può fare

.

 

Uno dei principali obiettivi di questa amministrazione comunale è voler riportare alla luce la famosa cripta ipogea che conserva i resti della nobile famiglia dei Carafa, un tempo duchi di Noja. Da quanto affermato anche in conferenza stampa dalla maggioranza, un intervento di restauro - avvenuto circa trent’anni fa - chiuse la botola che dalla Chiesa dei Cappuccini conduceva alla cappella gentilizia, e dove probabilmente sono deposti, assieme agli altri, i resti di Giovanni Carafa, il più famoso discendente della nobile casata.

Per i lettori che probabilmente ne ignorano l’esistenza, quest’ultimo fu studioso e cultore di materie sia letterarie che scientifiche. Personaggio di spicco nell’ambiente intellettuale napoletano grazie ai suoi interessi naturalistici e storico-artistici, è considerato il padre della celebre “carta topografica della città di Napoli e dei dintorni”, meglio conosciuta come “Mappa del Duca di Noja”. Tale mappa è considerata in tutto il mondo un capolavoro della cartografia Settecentesca, e certamente questo è motivo di orgoglio per il nostro paese.

“I Carafa hanno governato Noicattaro per trecento anni, e spesso si dice che non abbiano contribuito al prestigio del ducato di Noja. In realtà non è così perché la costruzione della Chiesa dei carmelitani ad esempio, quella dei Cappuccini o quella della Madonna della Lama, è avvenuta in seguito all’urbanizzazione di Noicattaro decisa proprio dai Carafa”, sostiene l’assessore alla Cultura Vito Didonna. E proprio all’interno delle chiese, nello specifico in cappelle private, tutte le famiglie nobili avevano l’abitudine di conservare le spoglie degli appartenenti al proprio casato. E i Carafa scelsero di custodire i loro corpi nella parte sottostante la Chiesa dei Cappuccini (al tempo chiamata Chiesa dell’Immacolata dei nobili, proprio per la funzione che esercitava) a fianco ai resti dei frati che morivano in quel convento.

Intento del Comune è dunque quello di valorizzare il passato del nostro paese e riscoprire la storia di Noicattaro, e i Carafa sono certamente un punto di riferimento per l’intera cittadina. “Tra l’altro la rivisitazione della cripta in cui sono custoditi i resti dei nostri antichi nobili - continua l’assessore - è stata chiesta anche dagli eredi della famiglia Carafa, che attualmente vivono a Napoli”. Prima della riapertura della botola però, gli esperti dovranno verificare l’accessibilità al sito e, attraverso una mappatura completa, analizzare l’intera area che ospita la cripta ipogea.


[da La Voce del Paese del 13 Dicembre]

Commenti 

 
#19 IL FALCO 2014-12-18 11:57
VORREI LANCIARE UN INVITO AGLI ASSESSORI ALLA CULTURA ED AI LAVORI PUBBLICI. PERCHE NON PENSATE DI LAVORARE IN SINERGIA FACENDO UNA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SUL TEMA DELL'ECOLOGIA ??? - TROVARE NEI RISPETTIVI BUDGET I SOLDINI PER TAPPEZZARE IL PAESE DEI PERICOLI CHE COMPORTA IL LASCIARE NELLE NOSTRE CAMPAGNE IL MATERIALE DI RISULTA , ELETTRODOMESTICI, BRUCIARE I TELI DI PLASTICA SIGNIFICA ," PRODURRE " DIOSSINA ,CIOE', MATERIALE CANCEROGENO ,LASCIARE PER STRADA L'ETERNIT SIGNIFICA METTERE A RISCHIO CHI DISGRAZIATAMENTE INALA LE POLVERI A CONTRARRE IL CANCRO AI POLMONI, MALANNO CHE PER ALMENO TRENTANNI PUO' RIMANERE SILENTE ! MAGARI FARE DELLE GIORNATE A TEMA , PER ESEMPIO; QUALCHE DOMENICA MATTINA MUNIRSI DI GUANTI E CON IN TESTA IL PRIMO CITTADINO CON TUTTA LA GIUNTA ANDIAMO AL PARCO TRISORIO \ CIPOLLUZZI A CERCARE DI DARLE UNA PARVENZA DI GIARDINO PUBBLICO , PERCHE' ATTUALMENTE E' RITORNATO AD ESSERE UNA VERA DISCARICA, SOPRATTUTTO DI FOGLIAME . FARE DEI FORUM PER ACCULTURARE LA CITTADINANZA , QUESTO DOVREBBE ESSERE IL FIORE ALL'OCCHIELLO DI CHI PROCLAMA DI SAPER AMMINISTRARE LA COSA PUBBLICA. LE TOMBE ED I TEATRINI LASCIAMOLI STARE PER ADESSO , TANTO NESSUNO LI PORTA VIA, RESTANO LI. E POI UN ULTIMA CONSIDERAZIONE , AMMESSO CHE IL TEATRINO RIUSCIAMO A METTERLO IN SESTO , QUALE SAREBBE LA SUA FUNZIONE ? SPETTACOLI PER I SOLITI NOTI, CIOE' SOLO PER POCHI INTIMI, ESSENDO MINI , I COSTI DI GESTIONE ANDREBBERO COME AL SOLITO A GRAVARE SULLE TASCHE DI NOI POVERI CRISTI, COME GIA' AVVIENE ; VEDI LA GESTIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT , A BREVE CI TOCCHERA' RISANARE IL BILANCIO DELL'EXVIRI, PARE CHE DOPO UN ANNO ORMAI SONO SULL'ORLO DELLA CHIUSURA. MEDITATE SIGNORI , MEDITATE. AUGURO UN FELICE NATALE E...CHE IL 2015 SIA L'ANNO DELLA RINASCITA DEL PAESE.
 
 
#18 cupola 2014-12-18 08:21
Con i proclami stiamo messi bene. Scuola superiore, teatro cittadino, carafa e via dicendo. Avanti .....con le chiacchiere; nel frattempo a qualcuno/a oltre alla indennità di assessore paghiamo i contributi previdenziali. Avanti così.
 
 
#17 IL FALCO 2014-12-17 18:03
AI PARTIGGIANI AURA & C°, MA , PERCHE' NON CI FORZIAMO DI FAR FUNZIONARE AL MEGLIO QUELLO CHE ABBIAMO, VEDI PER ESEMPIO LA BIBLIOTECA , TERRA DI NESSUNO, ANZI DEI RAGAZZI DEL PD \ SEL CHE HANNO LETTERALMENTE COLONIZZATO LA STESSA CON IL LORO MODO DI VEDERE, CIOE' , LA LETTURA DEI QUOTIDIANI DOVREBBE AVVENIRE NEL LOCALE DI DISIMPEGNO , DOVE AVVIENE DI TUTTO , DAL FUMARE CHE DOVREBBE ESSERE VIETATO , E' GUARDACASO IL SOGGETTO PREPOSTO A CONTROLLARE E IL PRIMO CHE FUMA,ALLE TELEFONATE CHE FANNO GLI STESSI SENZA AVERE UN MINIMO DI RISPETTO PER CHI CERCA DI LEGGERE, E' PER ULTIMO , PERCHE' NON SI SPENDE NULLA PER ARRICHIRE IL PATRIMONIO DELLA TECA ? POSSIBILE CHE NON C'E' UN EURO PER COMPRARE ALTRI LIBRI ? PERCHE' CI DANNO IN PASTO SOLO ( L'ESPRESSO ), E ( PANORAMA ) NO? QUESTA E LA CULTURA CHE VUOLE AURA ???
 
 
#16 Domenico Positano 2014-12-17 16:24
Non vorrei darvi una delusione ma Giovanni Carafa è morto a Napoli il 9 luglio 1768 è veramente improbabile che lo possiate trovare a Noja.
Questo giusto perchè non abbiate false aspettative.
Saluti e buon feste a tutti
 
 
#15 Patriota 2014-12-17 09:22
Inca**ato, e vero quello che hai commentato, sulla noicattaro attuale ed e vero anche che i personaggi citati sono andati via, ma erano costretti perche Noicattaro non aveva nulla da offrire per gente culturata come loro e adesso dopo tantissimi anni ci troviamo nello stesso modo, giovani che vanno via e si trasferiscono altrove per lavoro e nojani stessi che per uscire la sera vanno tanto per citarne una a Conversano citta d'arte che non dimentica il suo passato, si il paese a bisogno di riqualificarsi in tutto, ma anche di cultura propria cominciando dal far rivivere il passato
che non va dimenticato, prima pero ripuliamo il paese
 
 
#14 Inca**ato 2014-12-17 08:15
Aura tu vivi di fantasia perché Noicattaro non ha nulla da esibire a chi viene da fuori.
Qualcuno sta sfruttando la parola cultura solo per fare cassa, lo hai capito?
Preferisco che quei soldi siano spesi per aggiustare le strade e per abbattere le tasse per le famiglie bisognose.
 
 
#13 Inca**ato 2014-12-17 08:08
Patriota spari balle colossali.
Quelli che tu definisci nojani doc a memoria non hanno mai fatto nulla per la nostra cittadina perché i Carafa dopo essere stati sbeffeggiati dal conte di Convrsano e aver vssuto a spese dei nojani se ne sono tornati a Napoli, Pende è andato a Roma e con Noicattaro ha chiuso i ponti e Rito selvaggi ha fatto altrettanto andandosene in provincia di Genova dimenticandosi di Noicattaro.
A Noicattaro oggi serve ben altro, serve far funzionare il Comune, serve il lavoro, serve pagare meno tasse e in ultimo serve un maggior senso civico per mantenere decorosa e vivibile la nostra cittadina.
 
 
#12 Inca**ato 2014-12-17 07:54
Cari amministratori capisco il valore storico della vostra iniziativa ma quado spenderete soldi per rimettere l'asfalto della strada di casa che è diventata un colabrodo?
A me della cripta dei Carafa che non hanno fatto nulla per Noicattaro se non aver preso soldi e fatto una vita beata a spese dei nojani non me ne frega una mazza.
 
 
#11 Patriota 2014-12-16 20:28
Il Duca Giovanni Carafa, molto famoso a Napoli e documentatevi perche, poi il console Positano lo scienziato Nicola Pende il maestro Rito Selvaggi, 4 personaggi Nojani che ci invidierebbero chiunque
e a tutto questo Noicattaro ha da raccontare una storia epocale, la peste in Noja che il prossimo anno decorre il bicentenario, personalmente e piu volte che lo ricordo ogni tanto che faccio un commento spero che si faccia qual'cosa per ricordare, come si e fatto con il duello di Norimberga, visto che di storia a Noicattaro ce ne abbastanza? non teniamola nascosta ma tiriamola fori e facciamola conoscere anche fuori Noicattaro
 
 
#10 aura 2014-12-16 19:18
Continuate nell'ignoranza che vi fa onore....
 
 
#9 Forza Noicattaro 2014-12-16 18:12
Le solite storie......ma con tutti i problemi che ci sono a Noicattaro; con il paese letteralmente sommerso dai rifiuti; e bla bla bla ecc. ecc..
Ma con questa gente che abita a Noicattaro, che per prima non rispetta le più elementari regole di condotta, ma come si fa a valorizzare il paese, ma fatemi il piacere.
Vada pure avanti assessore e grazie per quello che fa.
 
 
#8 Patriota 2014-12-16 17:44
E bene si, questi sono i nojani, cultura zero, si pensa solo a magna" avete regalato torre a mare, abbiamo trovato resti dell'antica Noja su cui ci potevamo fare un museo tutto nostro e invece sono nei musei di Taranto e Bari, forse anno ragione i Rutiglianesi quando ci ricordano Santantonio Abate
abbiamo una storia enorme da raccontare e personaggi Nojani illustri da far rivivere per dare lustro al paese e di conseguenza ce sicuro un tornaconto
 
 
#7 IL FALCO 2014-12-16 12:04
...E DUE.QUESTA AMMINISTRAZIONE E' LA PERSONIFICAZIONE DELL'ANARCHIA PIU' TOTALE CHE CI POSSA ESSERE. IL PAESE E' LETTERALMENTE SOMMERSO DA RIFIUTI , STRADE SCONNESSE SOPRATTUTTO NEL " BORGO ANTICO " , QUELLO VERO , CIOE' IL BORGO RACCHIUSO DALLA VIA CESARE BATTISTI , CON CORSO ROMA.TUTTO IL RESTO E' STATO REALIZZATO DOPO , A RIPROVA DI QUESTO , IN PIAZZA C'E' ANCORA UNA LAPIDE CHE RICORDA LA CHIUSURA DEL CENTRO AL TRAMONTO .PERCHE DICO QUESTO , PERCHE NON NE' POSSO PIU' DI SENTIRE DIRE IN GIRO CHE BISOGNA RIQUALIFICARE LO STESSO FACENDO RIAPRIRE IL ( PIU PICCOLO TEATRINO DEL MONDO ), SITO IN VIA DEL CARMINE,MA CARO ASSESSORE ALLA CULTURA, NON ABBIAMO SOLDI PER PAGARE LE TASSE E LEI CI PROPINA UNA SPESA PER FARE I BAGNI , LA VIA DI SICUREZZA , E QUINDI DOPO POSSIAMO PARTECIPARE AL BANDO PER AVERE SOLDI DALLA COMUNITA' EUROPEA. COSI PURE PER LA CRIPTA DEI CARAFA. MI VIENE DA DIRE , MA CHI SE FREGA DI QUESTI SIGNORI DEL PASSATO, SE OGGI C'E' GENTE CHE NON RIESCE A METTERE INSIEME LA COLAZIONE CON LA CENA !!!
 
 
#6 aura 2014-12-16 11:17
e poi secondo voi un assessore alla cultura si puo mai occupare dell'imu??? ma per piacere....arrabbiatevi con chi non è di competenza! e fate fare le cose a chi di dovere
...e basta fare gli ipocriti!
 
 
#5 aura 2014-12-16 11:12
e beh??? non si può realizzare??? perchè dovremmo perdere cose del passato??? dato che gia è stato perso abbastanza del passato???innanzitutto comunque pensate a chi votate prima, perchè purtroppo questo paese è fatto di volta gabbana a non finire e di questo passo non andremo proprio da nessuna parte!
 
 
#4 Allibito 2014-12-16 10:31
x aura, voglio vedere il ritorno economico che avremo, quale turista verrà a visitare la tomba del "più famoso discendete dei Carafa" in una chiesina in cui sono magari necessari urgenti lavori di manutenzione ed adeguamento alle norme di sicurezza. Bisognerebbe per prima cosa offrire ai turisti, almeno i servizi primari, come ad esempio, giusto per dire, bagni pubblici e poi dare il "prodotto" da visitare.
 
 
#3 aura 2014-12-16 10:12
e daje muovetevi e fate presto!!! ma cm si fa a dire che è una perdita di tempo con i problemi che ci sono????? ma è da veri ignoranti!!!! ma lo sa che potrebbe essere un modo per far entrare soldi a Noicattaro?? per colpa di chi non capisce niente di cultura e arte come voi, ci ritroviamo con un castello VENDUTO!!!! se fosse in buone condizioni quel castello, avremmo superato conversano e altri paesi limitrofi!!!!!
 
 
#2 Allibito 2014-12-16 09:51
Ma dico io, con tutti i problemi che ci sono a Noicattaro, questi stanno a pensare ad uno che è morto secoli fa, si pensi prima di tutto ad oggi, al degrado in cui Noicattaro sta vivendo, e non a rispolverare gli allori dei tempi passati; Sicuramente non si è in grado di farlo.
 
 
#1 EUGENETIX 2014-12-16 09:11
Caro assessore le saremmo grati se dedicasse più tempo e maggiori risorse economiche ed intellettuali per il bene dei poveri nojani VIVI, più che per lustrare la memoria dei ricchi morti.
IMU docet.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI