Domenica 27 Settembre 2020
   
Text Size

Antonio Lattanzio: “Dopo il Lettorato arriverà il sacerdozio”

Noicattaro. Il seminarista Antonio Lattanzio front

 

Domenica 14 Dicembre il nostro compaesano, il giovane Antonio Lattanzio, ha ricevuto il ministero del Lettorato presso la cappella Maggiore del seminario di Molfetta. Questo è un altro traguardo che Antonio ha raggiunto, prima di salire l’ultimo gradino della scala, diventando così sacerdote.

Abbiamo rivolto qualche domanda ad Antonio, che ringraziamo per la disponibilità, per poter condividere insieme a lui questa grande gioia.

Quale ministero ha ricevuto la scorsa settimana?

Domenica 14 Dicembre nella cappella maggiore del seminario regionale di Molfetta ho ricevuto il ministero di Lettore o anche detto Lettorato. Ad istituirmi, assieme ad altri miei compagni di corso, è stato Sua Eccellenza Monsignor Vito Angiulli, Vescovo di Ugento - Santa Maria di Leuca.

In cosa consiste quest’ultimo ministero ricevuto?

In continuità un po’ con l’impegno preso con l’ammissione agli ordini sacri che ho ricevuto il 29 Dicembre dello scorso anno, il ministero del Lettorato si colloca come uno dei primi dei cosiddetti “Ordini minori”. L’anno prossimo riceverò l’accolitato, secondo Ordine minore, in preparazione al ministero ordinato del diaconato e del presbiterato. Quindi la chiesa nella sua sapienza e pedagogia istituisce questi ministeri. L’ufficio liturgico del Lettore è innanzitutto la proclamazione delle letture nell’assemblea liturgica e di conseguenza il lettore deve curare la preparazione dei fedeli alla comprensione della parola di Dio, ed educare alla fede i fanciulli e gli adulti. Ministero perciò di annunciatore, catechista ed educatore alla vita sacramentale, di idealizzatore per chi non conosce o disconosce il Vangelo, pertanto un impegno, che deve essere quello di accogliere, conoscere, meditare e testimoniare la parola di Dio.

Quanto manca al sacerdozio?

Il sacerdozio si colloca, stando al percorso del seminario, dopo il quinto anno, quindi durante il sesto anno; si viene ordinati diaconi e poi dopo qualche mese sacerdoti. Quindi io ho ricevuto il primo ministero in preparazione al sacerdozio, il Lettorato; l’anno prossimo al quinto anno riceverò l’accolitato, il ministero del servizio e dell’Eucarestia e successivamente alla fine del quinto anno, durante il sesto, se Dio vuole sarò ordinato diacono e presbitero.

Cosa pensa del nuovo parroco della Chiesa del Carmine? La comunità come sta reagendo al cambiamento?

Don Giuseppe Bozzi è una persona straordinaria, in gamba, veramente gli faccio i miei più sentiti auguri per il suo ministero a Noicattaro nella comunità della Chiesa del Carmine. Prego per lui, e in maniera particolare lo affido a Maria, custode della parola, e colei che ha saputo accogliere il dono di Dio, e madre dei sacerdoti, perché possa guidarlo in questo ministero. E dico anche a noi laici e a tutta la comunità del Carmine e di Noicattaro, che possiamo farlo sentire sempre più a casa e in grado di svolgere serenamente il suo ministero, perché ci sia sempre una collaborazione tra i sacerdoti e i laici, per progredire sempre di più, e convergere verso il centro che è Gesù Cristo stesso.

Le piacerebbe in futuro essere parroco di una parrocchia del suo paese?

A questa domanda non posso rispondere ora, perché è un po’ presto, quindi posso dire solamente che metto tutto nelle mani del Vescovo, perché è lui alla fine che invia i suoi vicari, sacerdoti, dove appunto lui vuole, il Signore vuole.

Auguri ad Antonio Lattanzio, da parte di tutta la redazione di NoicattaroWeb - La Voce del Paese.

 

[da La Voce del Paese del 20 Dicembre]

Commenti 

 
#1 piero 2015-01-09 22:26
sono un suo vicino di casa nonché titolare di un esercizio pubblico faccio
i miei migliori auguri ad antonio.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI