Venerdì 22 Ottobre 2021
   
Text Size

Mese della Memoria, Miki Bencnaan presenta il suo romanzo

Noicattaro. Shoah 2015  Presidio del Libro front

 

Nell’ambito delle celebrazioni del Mese della Memoria 2015 “Antisemitismo, nuovi razzismi, fanatismo. Quale futuro per l’Europa?”, martedì 3 Febbraio, alle ore 18.30, presso il Palazzo della Cultura di Noicattaro, l’associazione Ali di Carta - Presidio del Libro, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Noicattaro, ha dato il benvenuto alla scrittrice Miki Bencnaan (foto di Luigi Grande), che ha presentato il suo libro “Il grande circo delle idee”.

La scrittrice israeliana, nata a Tel Aviv, è anche una scenografa, una drammaturga e perfino una pittrice, insomma una donna ricca di energia e di idee. Secondo lei la scrittura non è solo un mezzo per raccontare, ma anche per salvare il mondo.

Il suo primo libro ha dovuto auto-produrselo, riuscendo comunque a diffonderlo nelle librerie più importanti e a farlo recensire dai maggiori giornali. “Il grande circo delle idee” è il suo secondo romanzo, ed è caratterizzato da una trama molto fitta e piuttosto labirintica. La storia comincia quando in una mattina d’inverno due anziane donne vengono trovate morte in una casa di riposo a Gerusalemme, per asfissia, causata da una stufetta a gas. Una indossa un costume da elefante, l’altra è vestita da bambola. Il mistero della morte delle due donne è celato nelle vite segrete di quattro ospiti della stessa casa di riposo. Una bambina salvata dalle camere a gas da uno stormo di corvi, un prete che voleva creare il Paradiso in terra, un orfano che decide di redimere il mondo creando un trono biologico da semi di ciliegio. Tutti riuniti a loro insaputa da un regista teatrale che vuole riportare indietro il tempo attraverso un’ultima temeraria messa in scena.

La sera del 3 Febbraio il Palazzo della Cultura era gremito di gente, tutti riuniti dal desiderio di ascoltare storie sempre più vecchie e sempre più lontane, ma purtroppo ancora attuali. Miki Bencnaan ha trattato il tema della Shoah con un piglio nuovo e fantasioso. Pur non togliendo nulla alla drammaticità degli eventi avvenuti durante la Seconda Guerra Mondiale, è riuscita a far sorridere. Nel suo romanzo cerca uno spiraglio di luce e lo fa creando un mondo magico, nel quale diventa estremamente difficile distinguere la realtà dalla fantasia.

La serata è stata ancora più coinvolgente quando la scrittrice ha deciso di parlare in ebraico, per far ascoltare al pubblico presente la bellezza della sua lingua.

In conclusione, ognuno dei personaggi di questo romanzo ha un segreto che ha condizionato la loro storia e la loro morte. Un segreto così profondo e inconfessabile che hanno creduto di poterlo nascondere per sempre, come sperare di seppellire la storia sotto un tendone da circo.


[da La Voce del Paese del 7 Febbraio]

Noicattaro. Shoah 2015  Presidio del Libro intero

Commenti 

 
#1 Ex PD 2015-02-11 16:27
Mizzica quanti intelletualoidi abbiamo a Noicattaro e nonostante ciò la nostra città rimane sempre una tra le ultime della provincia di Bari.
Devo dire che di fatto sono solo inutili comparsate perchè non servono a far crescere Noicattaro.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI