Sabato 23 Ottobre 2021
   
Text Size

Mostra scambio auto e moto del Moto Club Noja. Foto

Noicattaro. Mostra scambio Moto Club front

 

L’ottava edizione del mercatino mostra-scambio di auto e moto d’epoca - organizzata dal “Moto Club Noja” - si è svolta nella soleggiata domenica di primo Marzo, nei pressi dei Giardini Matteotti. L’evento si rinnova ogni anno nei pressi dei Giardini Matteotti, ed è fortemente voluto dai fondatori e dagli associati al club, tutti accomunati dalla passione per i veicoli storici, motocicli, biciclette e auto. Gli appassionati che prendono parte alla manifestazione sono anche costruttori e riparatori di mezzi di trasporto datati, si occupano di riportarli a nuova vita attraverso gli interventi di restauro. Ogni mezzo di trasporto racconta una storia, parla di un passato caratterizzato da persone semplici che andavano a lavoro in bici, e che hanno tracciato i traguardi dell’evoluzione meccanica, passando dai motocicli fino ad approdare agli attuali progressi della motoristica.

“Con grande stupore - racconta Onofrio Pagliarulo, uno dei membri fondatori del club - in questi otto anni di attivismo abbiamo raccolto numerosi consensi anche dal mondo giovanile, creando così una fitta rete di persone che si scambiano consigli e strumenti per riportare a nuovo i propri mezzi di trasporto antiquati” L’arte del riutilizzo, nell’ambito della motoristica, ha dato vita ad un nuovo modo per trascorrere il tempo libero, e per tanti è diventato un vero e proprio strumento di guadagno. La gran parte degli espositori presenti alla manifestazione, provenienti da tutta Italia, hanno fatto di questa passione un vero e proprio lavoro, attraverso la vendita di pezzi storici da ricambio per moto, auto, bici e accessori ricercati e introvabili. Attraverso i pezzi di ricambio è possibile dare una seconda vita ai mezzi di trasporto che ci stanno a cuore e che altrimenti rimarrebbero inutilizzati all’interno di garage e scantinati.

In tutti questi anni sono stati sottratti dal disuso pezzi di enorme valore storico e affettivo, come le ricercatissime Vespe degli anni ‘40 e ‘60, tutti mezzi che successivamente sono stati registrati all’interno del registro storico della Federazione Motociclisti Italiani, che permette di dare più valore al veicolo e anche di risparmiare sulla tassa di circolazione e dell’assicurazione. Dal momento della nascita del club si è riusciti a quantificare una media di 150 mezzi di trasporto storici che annualmente vengono registrati all’interno del territorio nojano. Questo importante risultato va attribuito anche all’aiuto dei 14 membri fondatori e altri 100 iscritti al “Moto Club Noja”, che hanno messo su un team di esperti, tra cui meccanici, ingegneri e restauratori, pronti a dare le dritte giuste per restituire dignità al proprio mezzo.

Nel corso degli anni, agli appassionati delle due ruote si sono uniti anche i fan delle auto sportive anni ‘80, il loro attivismo rappresenta anche un omaggio al pilota nojano, Gianni Ricciardi, venuto a mancare in giovane età. Sempre in memoria del giovane pilota, tre anni fa è stata creata una scuderia dove si allenano i giovani corridori per affrontare le proprie corse. Le gare automobilistiche si svolgono nella zona industriale di Noicattaro ed avvengono in tutta sicurezza, nel rispetto della propria vita e del Codice Stradale, grazie al supporto di educatori stradali e formatori, in modo da dare il via libera ad uno sport diverso da quelli a cui siamo abituati.

Al club va dato il merito di aver creato e promosso una nuova cultura nel mondo dello sport automobilistico, fin ora poco finanziato e poco diffuso. Grazie alle tante attività autofinanziate si è riusciti a valorizzare numerosi talenti, con il puro scopo di divertirsi, praticando uno sport in tutta sicurezza. Nel futuro del “Moto Club Noja” è prevista la creazione di un gruppo di educatori e formatori di guida sicura che attui corsi all’interno di scuole, con il fine di promuovere la sicurezza stradale, in modo da mettere in guardia i giovani dai rischi che molto spesso incombono sulla strada. Un altro obiettivo importante per gli appassionati della motoristica si basa sulla creazione di un museo di auto e moto d’epoca a Noicattaro, con il fine di custodire il valore storico e affettivo dei mezzi che hanno segnato l’evoluzione nel mondo dei trasporti.


[da La Voce del Paese del 7 Marzo]

Qui alcune foto.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI