Lunedì 18 Novembre 2019
   
Text Size

Villa comunale: dopo la sporcizia c’è la palma pericolante

Noicattaro. Rimozione cancelli villa front

 

Ancora una volta il nostro giornale è “costretto” a tornare sull’argomento “degrado villa comunale”.

La negligenza della politica locale è sempre di più sotto gli occhi di tutti, e la carenza di decoro urbano ha raggiunto ormai livelli altissimi. In aggiunta alla disastrosa gestione dei rifiuti o ai marciapiedi disconnessi, le scorse amministrazioni hanno costretto i nojani a vivere in un paese in cui ville e parchi erano (e sono) in totale stato di abbandono.

A questo proposito si veda appunto la villa comunale. Tale area un tempo era considerata di gran prestigio ambientale e di gran valore storico, perchè era il luogo in cui adulti e bambini si ritrovavano per giocare o passeggiare. Ma oggi ciò che resta è un vergognoso esempio di incuria e sciatteria, a cominciare dall’assente manutenzione del prato, divenuto dimora di immondizia e di escrementi animali.

Gli operatori ecologici sono completamente assenti in questa area verde. L’amministrazione comunale, a prescindere dalla situazione in cui si trova, ha il dovere di tutelare la coscienza civile e sociale di un paese”, riferisce un commerciante della zona.

Nella secolare area a verde si è anche assistito al mancato intervento di ripristino di giostre per bambini, lasciate lì a languire senza che nessun utente ne potesse fare uso. Anzi, le inutili strutture presenti in villa possono rappresentare un pericolo perchè ritenute precarie. “Accompagnare i miei nipotini in villa potrebbe essere un modo per creare un contatto con la natura e mantenerlo di volta in volta, ma tra giostrine rotte e rifiuti fra l’erba preferisco portarli altrove”, ci confessa un residente.

Ma ciò che preoccupa i nojani è soprattutto l’attuale stato di salute di una palma presente in villa, che da un momento all’altro potrebbe cadere e far seriamente male a qualcuno. E le avverse condizioni atmosferiche degli scorsi giorni hanno di gran lunga peggiorato le cose. Valutare lo stato di salute di un albero con precisione non è compito facile, soprattutto se si tratta di una pianta di grandi dimensioni, ma in questo caso non è necessario un esperto per asserire che la palma in questione costituisce una minaccia per l’incolumità di persone o cose, e va estirpata.


[da La Voce del Paese del 2 Maggio]

.

.

Commenti 

 
#6 CITTADINO DELUSO 2015-05-07 07:34
LA PROCURA DOVREBBE ARRESTARE IL 70% DEI CITTADINI DI NOICATTARO CHE SE NE FOT.... DEL VERDE DELLE STRADE E DI TUTTO CIò CHE DOVREBBE ESSERE DI TUTTI.... BISOGNA CAMBIARE PAESE..
 
 
#5 Project 2015-05-06 14:31
Secondo me la Procura della Repubblica dovrebbe intervenire sulla questione raccolta rifiuti ed igiene urbana perché i cittadini pagano una tassa senza essere serviti.
La strada di casa sono anni che non vede un netturbino e il cassonetto non viene lavato. Questa è una vera e propria truffa ed è per questo che sarebbe ora che la Procura intervenisse.
 
 
#4 Project 2015-05-05 18:42
Questo è lo scempio fatto in 25 anni di amministrazioni di sinistra che hanno solo pensato alle lottizzazioni e ad occupare posti di potere.
*************
Noicattaro merita di essere una città di primordine.
 
 
#3 fran 2015-05-05 17:18
Gli operatori ecologici sono assenti in tute le aree verdi del paese,vedete la piazzetta Porcelli come è ridotta,con il contributo sostanzioso dei noiani e della passata amministrazione.Bisogna solo vergognarsi.Controlli inesistenti.
 
 
#2 vittoria biancofiore 2015-05-05 14:18
Ma andare subito alle elezioni non si può?? Dobbiamo aspettare che questa immobilità finisca di distruggere il Paese? Ma non si vergogna nessuno al Comune!!?
 
 
#1 Rafel 2015-05-05 14:05
Ma non erano stati fatti interventi dopo l'eliminazione della recinzione riguardo il decoro urbano, manutenzione del verde così come aveva sbandierato ai quattro venti lo scienziato di nome Giacomo Latrofa!!!Bisogna dargli atto che con la sua fuoriuscita(finalmente...)si vedono i risultati....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI