Mercoledì 13 Novembre 2019
   
Text Size

Dalla famiglia Ressa inizia il pellegrinaggio mariano. Foto

Noicattaro. Madonnina di Maggio front

 

Maggio si sa, è considerato il mese della Madonna. Ma quando nasce precisamente l’esigenza di abbinare Maggio alla Madonna? Il mese corrente è innanzitutto ritenuto il mese dell’amore, perché la primavera “esplode” e dà il via al fiorire della natura, e sin dai tempi antichi offriva ai giovani occasione privilegiata per incontrarsi e giurarsi affetto reciproco. In secondo luogo è considerato il mese delle rose perché fino a qualche tempo fa la nascita di questo fiore avveniva a Maggio, e con la sua bellezza impreziosiva l’intero paesaggio.

Ma sarà in realtà nel Medioevo che la devozione mariana comincerà a farsi strada tra i popoli. In che modo? Tale epoca non fu contrassegnata solo da grandi crudeltà e guerre tra potenti, ma fu anche considerata un’età di straordinaria passione religiosa e di una eccezionale rivalutazione della donna. A questo proposito si pensi al Dolce Stil Novo, movimento poetico italiano in cui la donna era ritenuta una creatura angelica in grado di fare da tramite tra Dio e l’uomo, e il passo successivo fu quello di orientare tale concetto altissimo della donna a Maria, mamma di tutti gli uomini.

La Madre di Gesù diviene, dunque, delicato oggetto di amore, ed è proprio in quest’arco di tempo che nasce l’appellativo “Signora mia” (Mea domina). Il legame di Maria col mese di Maggio è evidente anche con la nascita nel Medioevo del Rosario, in quanto alla donna amata era abitudine offrire ghirlande di rose.

Maggio mese dell’amore dunque, Maggio mese di Maria: la donna amata per eccellenza. Questo meraviglioso sposalizio tra cielo e terra è continuato nei secoli successivi attraverso le più svariate tradizioni religiose, sino alle forme di devozioni odierne che caratterizzano le nostre città, come il pellegrinaggio mariano dell’immagine della Madonna del Carmine che avviene nel nostro paese. Tale pellegrinaggio ha avuto inizio lunedì 4 Maggio, giorno in cui la statua di Maria è stata portata in processione - guidata dal parroco don Giuseppe Bozzi - in via cav. Raffaele Didonna, presso la famiglia Ressa Rocco, rimasta lì sino al 7 Maggio.

Per la famiglia Ressa, ospitare la statua della Madonna è una tradizione consolidata ormai da anni. Il promotore dell’iniziativa è il signor Rocco, che nel lontano ‘84 allestì per la prima volta una grotta di grandi dimensioni per accogliere la Madre di tutti noi, che giunge in processione dalla Chiesa del Carmine. All’interno della grotta furono inseriti svariati oggetti perché l’obiettivo era quello di creare una vera e propria scenografia attorno ad Essa, e da allora ogni anno per il mese mariano, parenti e amici residenti nella stessa via si impegnano a creare un ampio antro per dare il benvenuto alla statua.

I materiali reperiti nel corso del tempo sono i più disparati, dalle pietre ai mobili antichi, dalla carta parati al braciere con asciuga-panni, dall’albero vero di carruba ai manichini che rivolgono preghiere alla Madonna o sono intenti nelle loro faccende quotidiane.

L’impianto messo su in via cav. Raffaele Didonna genera stupore nei passanti, e questo non fa altro che rendere fieri del proprio lavoro i residenti: “Ci definiamo una famiglia allargata, e ciò che ci spinge a fare tutto questo è la devozione alla Madonna. Ogni qual volta ospitiamo la statua avvertiamo un’emozione fortissima, e al contrario quando va via proviamo un senso di nostalgia”, riferisce una residente.

I lettori più “grandicelli” ricorderanno che in principio la permanenza in casa della statua aveva la durata di ventiquattro ore, e il prolungamento dei giorni presso le famiglie nojane si deve alla richiesta del signor Rocco all’allora parroco don Nicola, in virtù dell’impegno che simile lavoro comportava e che tuttora comporta.

Ricordiamo a tutti che ogni lunedì e giovedì ci sarà il pellegrinaggio della Vergine Maria, che si concluderà il 31 Maggio con la celebrazione della Santa Messa alle ore 19.00 presso il cortile della Chiesa del Carmine.


[da La Voce del Paese del 9 Maggio]

Qui alcune foto.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI