Venerdì 22 Ottobre 2021
   
Text Size

Manutenzione del verde, Parco Paradiso scrive: "Che vergogna”

Noicattaro. Manutenzione verde front

 

“Ecco come vengono fatti i lavori di manutenzione delle zone a verde a Noicàttaro”, scrivono i membri dell’associazione Parco Paradiso di Noicattaro

Si apre così la denuncia fatta circolare sui social network. “Stiamo parlando del verde a Noicattaro, e più precisamente dei lavori di manutenzione del verde, che riteniamo vergognosi e inaccettabili”.

Le foto, inviateci dalla stessa associazione, ritraggono i lavori effettuati lo scorso 20 Maggio in piazza Porcelli, l’area a verde sita in via S. Vincenzo. “Chi dovrebbe controllare se i lavori vengono fatti rispettando le piante? Si vedono benissimo gli alberi danneggiati dal tosa erba destinati ad ammalarsi e a seccare. Per questo ci chiediamo: ora chi paga i danni?”.

Se così fosse, non sarebbe difficile individuare il responsabile di tale scempio. L’associazione - presieduta da Vincenzo Boccuzzi - poi incalza: “Diffondiamo e protestiamo energicamente all’Ufficio Comunale preposto, perchè il rispetto per la natura, ed in questo caso il rispetto dei soldi pubblici, è sempre un atto di civiltà”.

Noicattaro. Manutenzione verde intero

Commenti 

 
#11 Piero 2015-05-25 12:23
Scusate ma non eravate voi del PD ad amministrare fino al mese scorso? Quell'erbaccia e non solo é li da anni ora vi ricordate?
 
 
#10 Mingo 2015-05-24 09:14
Mi chiedo a chi serve avere un Custode al Parco?
***********************
Affidiamo la cura del parco ad una società che sappia curare il verde .
Io credo che con 1.500 euro al mese una società preposta possa tenere il parco in condizioni più civili.
 
 
#9 Mingo 2015-05-24 09:10
I danni li paga la vecchia amministrazione comunale targata sinistra PD. Ora vi ricordate dello scempio che state facendo da decenni a Noicattaro? Siete patetici perché si sa chi muove i fili dietro la vostra associazione.
******************
 
 
#8 ex PD 2015-05-24 08:35
Ma chi è? Che cosa vorrebbe ottenere con queste proteste?
Lei… presidente enza un regolare mandato nominato dal suo Madio. Le sue o del suo manovratore sono inutili proteste non serviranno a convincere la gente e soprattutto il cuore del Commissario intese sicuramente per ricevere un contributo in danaro. Non avete fatto nulla nonostante avete incassato denaro dai soci, dagli sponsor e dal Comune l’allora vicesindaco Latrofa.
La vostra associazione è fatta solo da personaggi di spicco politico tutti gli altri li avete messi a tacere e vi hanno abbandonati. Ricordo a tutti che il parco comunale è gestito dal Comune di Noicattaro. Vi è un custode del parco che può essere anche socio dell’associazione in quanto va contrasto con i vari compiti. Il costui usufruisce di alloggio stipendio e quant’altro nonché di sovvenzioni che dovrebbero servire a pagare gli operai preposti alla gestione del Parco Comunale. Alla fine quanto ci costate? Quindi a cosa servirebbe questa associazione? Se di fatto tutto è gestito dal comune? L’associazione nasce già con un nome inusuale “PARCO PARADISO” con lo scopo preciso di usucapionare una luogo abbandonato ovvero il Parco di Noicattaro che ricordo a tutti chiamarsi “PARCO A. MORO” .
 
 
#7 IL CRIVELLO 2015-05-22 20:30
Appunto,perché non ci fanno vedere lo scempio della lama San Giorgio,gestita da questi pseudo giardinieri ,sotto il nome Parco Paradiso.*************, alla faccia della Comunità.
 
 
#6 giampiero 2015-05-22 18:59
Ho aperto questa pagina incuriosito dal titolo roboante che lasciava presagire chissà quale scempio in danno del verde pubblico, salvo veder pubblicata una foto che immortala una semplice ferita provocata da un decespugliatore, ferita che certamente non risulterà mortale per la povera pianta e molto probabilmente causata da un banale errore dovuto a distrazione nell'utilizzo dell'attrezzo incriminato e che, nello svolgimento di simili lavori di manutenzione, ci sta che possa verificarsi.
Per quant'innanzi, nonchè per la "discussione" sviluppatasi attorno a tale "fattaccio", evidenziando la circostanza che non sono un assiduo frequentatore/fruitore di questo sito, colgo l'occasione per invitare i rappresentanti dell'Associazione "Parco Paradiso" che - a quanto mi è dato apprendere - si occupa della salvaguardia del verde pubblico di non andare in giro per le aree pubbliche a verde alla ricerca della c.d. pagliuzza ma, piuttosto, di denunciare lo stato di assoluto degrado delle (eppure piccolissime e, pertanto, potenzialmente facilmente gestibili)aiuole della Villa Comunale di Piazza Vittorio Emanuele III invase da erbacce tanto alte che forse con l'impiego di un paio di capre brucanti...Come non invidiare i nostri cugini Rutiglianesi che nella loro Pineta all'ingresso del paese hanno seminato e manutengono ottimamente un verdissimo prato inglese da cartolina (ma, Loro, hanno ben chiaro che il verde pubblico debba essere affidato alla cura e manutenzione da parte di imprese specializzate e non esser lasciato nelle mani inesperte di dipendentio comunali adattati/riciclati in giardinieri alla bisogna
 
 
#5 Tommaso C. 2015-05-22 13:22
Anziché Vincenzo B. perché non fate parlare Lillino Madio e compagnia "bella ciao" che avete nel vostro interno? Ora che fa sì nasconde? E voi dell'Associazione che ci state insieme non vi vergognate almeno un po di questi grandi i******..c****** Fate silenzio che è meglio. La maggior parte di voi è responsabile della devastazione del territorio non fosse altro perché li avete votati. Adesso è un po tardi per riciclarvi dietro la maschera della associazione..siete finiti. Andatevi a nascondere.
 
 
#4 fran 2015-05-22 12:36
Fino a qualche mese comandavate sul comune e ora vi lamentate, ma a chi volete darla a bere ??????????
 
 
#3 IL FALCO 2015-05-22 11:18
Gia', chi deve controllare i danni PERPRETATI , da tanti anni al Parco Comunale ? Ma da quale pulpito viene la predica ? Ma se non sanno distinguere la differenza tra il TOSAERBA , e' il Decespugliatore . Forse questo accanimento , e' dovuto che questi lavori non li hanno fatti " loro " quelli che continuano a fare scempio del verde Pubblico.
 
 
#2 Vincenzo Boccuzzi 2015-05-22 11:09
Si ha ragione Vito Didonna, è un decespugliatore l'attrezzo usato per tagliare l'erba. Ci scusiamo per l'errore.
Comunque i danni rimangono.
 
 
#1 vito didonna 2015-05-22 07:42
I danni sono stati provocati da un decespugliatore e non da un tosaerba.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI