Giovedì 18 Luglio 2019
   
Text Size

“Sulla strada…con saggezza”. I Vigili Urbani fanno scuola

Noicattaro. Educazione stradale alla De Gasperi front

 

Ha interessato tutte le scuole elementari del nostro territorio il corso di “Educazione Stradale” organizzato dal Comando di Polizia Locale, in collaborazione con le scuole primarie. “Sono direttive che arrivano direttamente dal Comandante”, ci dicono i due agenti che venerdì 29 Maggio erano presenti alla scuola “De Gasperi” nel penultimo appuntamento. Un corso che ha coinvolto tutte le classi, dai più piccoli di prima, ai più grandi di quinta elementare. La scuola primaria paritaria “Rocco Desimini”, solo per motivi organizzativi, ha posticipato al mese di Settembre l’esecuzione di detta iniziativa.

Un progetto che ha visto, al suo interno, anche la realizzazione di una guida, curata da una ditta esterna, che ha coinvolto numerosi sponsor. Gli stessi hanno anche realizzato la mappa - aggiornata - del nostro paese, gratuita per tutti.

Creare coscienza e consapevolezza dei propri diritti ma anche dei propri doveri, in quanto utenti della strada, impartire loro le conoscenze basilari di circolazione, far conoscere e far rispettare le regole della strada, sono stati gli obiettivi degli incontri. Un Codice che non vale esclusivamente per gli automobilisti, ma riguarda tutti, dunque, bambini e ragazzi compresi. In questo modo anche ai più piccoli si dà la possibilità di vivere la strada con maggiore responsabilità, acquisendo le nozioni basilari di circolazione.

È opportuno cominciare sin dalla tenera età per dar loro una prima infarinatura del “Codice della Strada” e di regole di comportamento in generale, “necessarie per vivere in società, e che quindi li preparino alla convivenza civile, nella consapevolezza che indirizzare, soprattutto le nuove generazioni, al tema sia della sicurezza stradale che della legalità implica, nei fatti, far acquisire ai bambini la consapevolezza dell’utilità di condividere regole, di conoscere l’ambiente in cui si muovono, di iniziare a percepire i pericoli, il tutto in un’ottica di convivenza degli spazi e di rispetto di sé e degli altri”, così come recita la determina comunale.

Si procede per gradi, quindi delle lezioni “personalizzate” che li interessino da vicino. Ciò di cui si necessita a questa età è, in primis una conoscenza dei segnali di base e, in particolare, quelli che riguardano il pedone e i velocipedi (la bicicletta). Un video ha illustrato molto bene il comportamento giusto ed errato che si tiene sulle strade, e i due Vigili - con un linguaggio semplice, molto alla portata dei bambini - lo hanno approfondito, focalizzandosi su alcuni punti. Hanno dato la definizione di carreggiata, degli attraversamenti pedonali, della banchina, dei marciapiedi, dei segnali che indicano divieto, ecc.. Hanno sottolineato semplici regole che molto spesso sfuggono, o a cui si dà poco peso, come per esempio il divieto di circolazione in due sulla bicicletta, oppure l’obbligo di mettere il casco.

Si sono date delle pillole di informazione a quelli che domani saranno automobilisti e che sfrutteranno in modo più “diretto” la strada, un bene comune che bisogna rispettare. L’articolo 230 del Codice stabilisce proprio questo, ovvero che “l’educazione stradale” comprende tutti quei “principi della sicurezza stradale, nonché delle strade, della relativa segnaletica, delle norme generali per la condotta dei veicoli e delle regole di comportamento degli utenti”.

Attraverso questi percorsi didattici si vuole far fronte, inoltre, al drammatico problema degli incidenti stradali, incrementati vertiginosamente negli ultimi anni. I Comandi di Polizia Locale - e dunque anche quello nojano, guidato dal dott. Oscar Rubino - hanno dunque l’obiettivo di diffondere una vera e propria “Cultura della Sicurezza Stradale”, attraverso azioni formative finalizzate ad acquisire la consapevolezza che i rischi della strada non sono tanto connessi alla possibilità di incorrere in sanzioni pecuniarie, quanto piuttosto alla minaccia dell’integrità fisica che viene intaccata dal drammatico problema degli incidenti stradali.

C’è davvero molto da fare per migliorare il modo di utilizzo delle strade, un piccolo passo in avanti lo svolgono queste azioni di tipo preventivo, informativo e formativo degli Organi di Polizia Locale.

Perché educare un bambino oggi equivale a correggere una società domani.


[da La Voce del Paese del 6 Giugno]

Noicattaro. Educazione stradale alla De Gasperi intero

Commenti 

 
#1 Anonimo 2015-06-11 09:11
Suggerirei di fare anche qualche lezione di educazione stradale se non anche di scuola guida anche a gente con qualche anno in più... Visto che son loro in primis ad educare i propri figli... Sulle regole di comportamento stradale... Vedi i piloti che ci son in giro per il paese... Vedi i tanti parcheggi selvaggi con le 4 frecce...aaaaaaa poveri noi....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI