Domenica 24 Ottobre 2021
   
Text Size

Renzo e Lucia, alla Pende lo spettacolo teatrale di Manzoni

Noicattaro. Renzo e Lucia alla Pende front

 

Il laboratorio teatrale “Dire fare teatrare” della scuola media “Nicola Pende”, giovedì 11 Giugno ha messo in scena lo spettacolo “Renzo e Lucia, ovvero storia semiseria di due sposi promessi” nell’auditorium della scuola.

Il lavoro teatrale è stato liberamente ispirato al celebre romanzo manzoniano “I promessi sposi”, ma rivisitato in chiave moderna. Il romanzo di Alessandro Manzoni è considerato una pietra miliare della letteratura italiana, nonché apporto fondamentale all’unificazione della lingua italiana stessa. Si studia in tutte le scuole del nostro Paese e ci fanno i conti tutti gli studenti. Lo spettacolo in costume, è stato, però, una comica rielaborazione della tradizionale e tortuosa storia d’amore fra Renzo e Lucia, dove i personaggi, stanchi di ripetere da anni sempre la stessa solfa, hanno voluto un po’ stravolgere la classica narrazione ottocentesca.

I tratti caratteriali dei personaggi sono stati mantenuti, seppure un po’ evidenziati e portati all’esagerazione, mostrando il lato comico e vanesio intrinseco dei personaggi stessi. I ragazzi, che venivano da tutte le classi, sia di prima che di terza, hanno saputo interpretare benissimo le loro parti, mostrandosi dei perfetti piccoli attori. Tra i più simpatici e divertenti, che hanno fatto sorridere l’intera platea, sono stati don Abbondio, sempre molto spaventato e intimorito da chicchessia, i bravi, sempre spavaldi e spacconi, Gertrude, la monaca di Monza fuori le righe e sempre piena di iniziative, don Rodrigo in versione romanaccia, vanitoso ed egocentrico che recitava “sono don Rodrigo e sono un figo..”, e per finire lo stesso Manzoni che, sconvolto dallo stravolgimento del suo capolavoro, interveniva di quando in quando per rimettere ordine in quel rifacimento abusivo del suo romanzo, dove vi erano episodi che saltavano e scene che se ne andavano per i fatti loro.

Sì perché la storia narrata in chiave comica, come detto, ha previsto degli inserimenti del tutto moderni, come ad esempio il “selfie” finale dei personaggi, o le battute sulle quote rosa della monaca di Monza; ma tutto ciò non ha sminuito o alterato la magnificenza del romanzo originale. Probabilmente è vero il contrario, ovvero la simpatia e la leggerezza lo hanno reso più fruibile e più attraente al vasto pubblico.

Un saggio finale encomiabile che deve la sua realizzazione ai docenti responsabili del Laboratorio teatrale, Maria Teresa Tomasino e Lorella Iera - coadiuvati dal Dirigente Scolastico, prof.ssa Rosaria Giannini D’Ursi - ma anche alla bravura e all’impegno degli alunni stessi che, nonostante gli esami, hanno portato a termine un bellissimo lavoro.


[da La Voce del Paese del 20 Giugno]

Noicattaro. Renzo e Lucia alla Pende intero

Commenti 

 
#1 Maria mastrolonardo 2015-06-24 21:02
Io vado alla scuola pende é ho partecipato al lavoro,facevo il balletto delle monache ,il teatro e bello ho conosciuto amici nuovi,ho imparato come si registra ecc...quindi se c'e teatro nella vostra scuola iscrivetevi subito! ;-) :D
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI