Lunedì 09 Dicembre 2019
   
Text Size

Comuni Ricicloni: Rutigliano vince ancora, alla faccia nostra

Rutigliano. Comune riciclone front

 

COMUNE DI RUTIGLIANO - Città d’Arte

«Comuni Ricicloni 2015»Vince ancora RUTIGLIANO!

Legambiente e Ministero dell’Ambiente hanno assegnato tre premi al Comune di Rutigliano:

«Comune Riciclone di Puglia 2015», Primato in Italia per il recupero della plastica, Primato in Italia per il recupero del legno

 

Per il terzo anno consecutivo il Comune di Rutigliano è al primo posto in Puglia della classifica dei «Comuni Ricicloni», graduatoria redatta da Legambiente e Ministero dell’Ambiente in base alla percentuale di raccolta differenziata e all’indice di buona gestione del ciclo dei rifiuti che tiene conto di diversi parametri, quali la produzione di rifiuti, la tipologia di raccolta, la presenza di piattaforma ecologica e tanti altri ancora.

Il Comune di Rutigliano ha raggiunto nel 2014 una percentuale media di raccolta differenziata dei rifiuti del 77%, con un indice di buona gestione dei rifiuti del 65%.

Al secondo posto in Puglia si sono classificati i Comuni di San Vito dei Normanni (raccolta differenziata 66%, indice 49%) e Crispiano (raccolta differenziata 69%, indice di buona gestione 47%).

Il Comune di Rutigliano, rappresentato a Roma dal vice sindaco Pinuccio Valenzano e dal Consigliere Comunale Tonino Troiani, ha ritirato anche altri due premi dalle mani del presidente nazionale di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza, e del presidente della Commissione Ambiente e Territorio della Camera dei Deputati, on. Ermete Realacci:

-         Premio Corepla (Consorzio nazionale per la raccolta e il riciclo degli imballaggi in plastica) per la raccolta differenziata della plastica: primo posto per i Comuni di Sinnai (Cagliari), Rutigliano (Bari) e Niscemi (Caltanisetta)

MOTIVAZIONE: «Comune di Rutigliano (BA) - Nella Regione Puglia, che da qualche anno ha iniziato un progressivo incremento della raccolta differenziata, viene premiato il Comune di Rutigliano, un Comune di circa 18.000 abitanti in provincia di Bari. I risultati positivi di raccolta sono stati ottenuti grazie all’impegno del Comune e dei Cittadini, ma anche dalle modalità di verifica applicate dall’azienda di raccolta finalizzate ad un controllo sulla qualità del materiale conferito. La qualità della raccolta multimateriale leggera, verificata da Corepla presso l’impianto di selezione, ha fatto registrare valori contenuti di frazione estranea. Il valore di raccolta procapite si è attestato a circa 21 kg per abitante, nettamente superiore al procapite regionale di 10 kg.».

-         Premio Rilegno (Consorzio nazionale per la raccolta e il riciclo degli imballaggi in legno) per la raccolta differenziata del legno: primo posto assoluto per il Comune di Rutigliano (Bari)

MOTIVAZIONE: «Comune di Rutigliano (BA) - Rutigliano, piccolo comune pugliese di circa 18.600 abitanti, differenzia bene i rifiuti: grazie al lavoro del gestore Vito Gassi, convenzionato con Rilegno, anche il legno ha raggiunto buone quote di avvio a riciclo; proprio il lavoro svolto ha permesso al Comune di entrare a far parte del novero dei Ricicloni. La crescita delle attività di buona gestione dei rifiuti è evidente anche nella raccolta differenziata dei rifiuti di legno, che vengono consegnati al centro di raccolta comunale (l’Ecoteca). Per tutte le tipologie di Rifiuti Ingombranti (di cui i rifiuti legnosi fanno parte), è possibile prenotare il ritiro a domicilio telefonando al numero verde 800.098.662 o recandosi direttamente presso l’Ecoteca in Via Cavallotti, aperta tutte le mattine dal lunedì al sabato e dotata di aree coperte e distinte per tipologia di rifiuti. Per il 2014 sono state 143 le tonnellate di rifiuti di legno che hanno avuto una buona destinazione. Un buon lavoro, destinato a continuare». 

Rutigliano. Comune Riciclone intero

Commenti 

 
#9 CITTADINO DELUSO 2015-07-10 08:55
ci si lamenta dei politici,dei rutiglianesi, degli operatori ecologici, ma non guardiamo il lurido ragazzino nojano che dopo aver mangiato il suo panzerotto butta la carta per terra tanto non è casa sua.. o il lurido nojano che dopo aver chiuso la pizzeria lascia i bustoni per terra aperti e mezzi rovesciati, giusto per rendere facile il lavoro dei randagi, o il lurido nojano che butta dal finestrino fazzoletti sigarette cartacce ecc... per questo motivo il paese è una porcheria e al cittadino sta bene così perchè i bidoni ci sono li spazzini passano ma i luridi menefreghisti sono troppi troppi..basta chiacchiere tenetevi il paese che create e che meritate...
 
 
#8 cassandra 2015-07-09 16:23
L'ultimo commento, quello di."anonimo " è emblematico del comune sentire dei nostri cari concittadini. Il risentimento manifestato nei confronti dei cittadini rutiglianesi che verrebbero a sversare la loro "monnezza" nei nostri "accoglienti" cassonetti oltre ad essere una favola metropolitana a cui può credere solo qualche povero sprovveduto, dimostra che inseguendo inutili campanilismi, perdiamo di vista l'essenziale e cioè che la nostra Noicattaro è inesistente bella classifica dei comuni ricicloni. Forse sarebbe al primo posto se istituissero quella dei comuni "sporcaccioni "
Battute a parte, sarebbe ora che i cittadini come "anonimo" destinassero la loro indignazione a chi per tanti lunghissimi anni ha amministrato questo paese a proprio uso e consumo, impippandosene alla grande delle vere emergenze del territorio.
Per capirlo basta farsi un giro nel CCR ( Centro Comunale di raccolta, zona Pip ), deviando poi per Parco Trisorio Cipolluzzi, Parco Comunale, Piazza Dossetti e potrei continuare all'infinito. OTTIMO TOUR NELLA NISTRA MONNEZZA QUOTIDIANA CONSIGLIATO PERSINO DAL NEONATO UFFICIO NOJANO PER IL TURISMO
Vale per tutti il vecchio adagio:
CHI HA COLPA DEI SUOI GUAI, PIANGA LE SUE PENE.....
 
 
#7 anonimo 2015-07-09 14:56
questa cosa che loro vincono xche' vengono tutti e dico tutti a buttare la loro immondizia da noi mi fa in....re di brutto !si devono solo vergognare!non dormono la notte x fare cio' e noi glielo permettiamo!!
 
 
#6 Rafael 2015-07-09 14:17
Rispondendo a Giovanni C.credo che nei miei commenti anche quelli rilasciati in passato su altri argomenti, ho sempre criticato l'operato di quei "galantuomini"appartenenti alla sinistra e in modo particolare al PD. Certo, se avessi la possibilità di convincere chi vota che quello dato a i signori di cui sopra è sicuramente un voto sprecato e insignificante, Le assicuro che sprecherei tutte le mie energie per farlo. Comunque per sua informazione, la mia è un'altra parocchia. Stia sereno
 
 
#5 Giovanni C. 2015-07-09 12:30
"Rafael" che lei vota e fa votare.
 
 
#4 Rafael 2015-07-09 11:24
Continuiamo a predere schiaffi in faccia..A proposito di pulizia ci sono strade (faccio un esempio Via Siciliani ma ce ne sarebbero tutte) che non vedono l'ombra di un operatore ecologico,al punto tale che lo strato di sporcizia creato con carta, materiale pubblicitario si è ben integrato con l'asfalto. Non dimentichiamo che dobbiamo sempre ringraziare chi ci ha governato per questi vent'anni (PD e sinistra varia)
 
 
#3 pincopallino 2015-07-09 10:32
Purtroppo a noicattaro si deve ripartire dall'ABC dell'igiene urbana, iniziando dalla pulizia delle strade prima di tutto con la collaborazione di tanti cittadini sporcaccioni e poi insegnare la raccolta differenziata
 
 
#2 Baden Powell 2015-07-09 07:48
"Ammonta" a un futuro migliore per le generazioni a venire portando in discarica percentuali minime di rifiuti...e questo travalica ogni bassa considerazione di "termini economici" che parte dalla "pancia" e non dalla "testa"...Lasciare il mondo un po' migliore di come lo abbiamo trovato...il "relativo risparmio" è in ogni caso l'evitare l'ecotassa che il comune di Rutigliano evita a scapito invece di noi che ci ritroveremo sulla bolletta della prossima Tassa Rifiuti (TARI) un consistente aumento perché Noicattaro non ha raggiunto la percentuale minima di raccolta differenziata indicata dalla Regione Puglia
 
 
#1 un noiano 2015-07-08 15:31
potrei sapere gentimente da qualche abitante di Rutigliano, in termini economici a quanto ammonta il relativo rispamio.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI