Lunedì 18 Novembre 2019
   
Text Size

Chiesa Madre, domani la grande Festa dell'Estate Ragazzi

Noicattaro. Festa Estate Ragazzi front

 

Domani sera - sabato 25 Luglio - presso la Chiesa S.M. della Pace si concluderà la 25esima edizione dell’Estate Ragazzi, iniziata lo scorso 26 Giugno. Alle ore 19.00 ci sarà la celebrazione con tutto il team dell’oratorio e a seguire si svolgerà la manifestazione conclusiva ricchissima di sorprese. Un’esperienza che ha riempito di gioia e stupore non solo i cuori dei piccoli, ma anche dei più grandi che con un po’ di sacrificio vi hanno partecipato. Abbiamo rivolto alcune domande a diversi educatori ed animatori.

Perché inventarsi un oratorio? Cosa serve davvero “Per far Festa”?

Oriana. Perché l’oratorio è innanzitutto gioco e aggregazione spontanea. È come se la natura stessa spingesse le creature umane a incontrarsi senza particolari logiche, ma per istinto innato. E così l’Oratorio diventa scambio di conoscenze, comunione e gioia del vivere insieme. Ma “Per far Festa” non serve solo un posto condiviso, quale l’Oratorio; “Per far Festa” serve allegria e tempo da donare ogni giorno, per guadagnare altro tempo e allegria. Serve collaborazione, unione; occorre inventarsi un piatto nuovo utilizzando come ingrediente principale Dio.

Se invece non sei capace nell’inventarti un piatto nuovo, se senti che non riesci a raggiungere Dio perché sei troppo lontano, come bisogna reagire?

Giuseppe T. Non bisogna arrendersi, non bisogna mai smettere di cercarlo. Magari, alla fine, ti accorgerai che Dio è li ad aspettarti dall’inizio, ma tu non riuscivi a vederlo bene. Ci vuole tempo, lavoro e sudore perché solo così, prima o poi, potrai servire un piatto prelibato. Sembra lontano e difficile, ma non lo è: si è fatto piccolissimo proprio per stare in mezzo a noi! Lo ritrovi ovunque, nel volto del bambino che hai aiutato durante un gioco, nell’educatore che, a fine giornata, ti offre un bicchiere d’acqua e nell’animatore che col bicchiere d’acqua preferisce farti un gavettone. Dio è semplicità.

Qual è il vostro obiettivo?

Mariacarmela A. Imparare divertendosi. Il nostro oratorio mira a trasmettere ai bambini e ai ragazzi, i valori che sono alla base della crescita individuale e della società. Attraverso il gioco, non solo si propongono questi principi, ma si attuano anche i Comandamenti del Signore, che costantemente ci aiuta a costruire una vita fondata sull’amore, sul rispetto e sull’umiltà. Ognuno di noi, quindi, è chiamato a prendersi cura dei ragazzi, non solo attraverso i gesti, ma anche con le parole, poiché i ragazzi sono come spugne, capaci di assorbire tutto ciò che viene donato loro.

Come raccontereste l’Estate Ragazzi ad un bambino che non vi ha partecipato?

Giovanni D. e Domenico. L’Estate Ragazzi non è altro che un Grest estivo. Sai cos’è un Grest? Un Grest è il modo che una comunità parrocchiale ha per dire ai bambini ed ai ragazzi che vuol prendersi cura di loro anche in estate. Si ispira un po’ a quello di don Bosco. Momenti di gioia e divertimento si alternano a momenti di preghiera e formazione per i piccoli e per noi educatori e animatori. L’Estate Ragazzi è una fantastica avventura che dura solo un mese, ma è un mese in cui succede di tutto! Innanzitutto ogni anno c’è una storia entusiasmante che giorno per giorno ci accompagna alla scoperta di messaggi antichi ma sempre nuovi, con l’aiuto di molti personaggi bizzarri ma significativi. Poi l’Estate Ragazzi è soprattutto un momento di incontro tra bambini, ragazzi e adulti che tra balli, canti e tanti tanti giochi, hanno la possibilità di costruire nuove amicizie e di consolidare le vecchie. La buona riuscita di tutto questo si deve all’impegno di educatori ed animatori, al nostro parroco e soprattutto all’amico più straordinario di tutti, Gesù, che come ha promesso, è sempre presente quando qualcuno è riunito nel suo nome e riesce a dare un sapore diverso, migliore, al nostro stare insieme!

A conclusione di questa 25esima edizione, quali sono i frutti che credi di aver raccolto da questa lunga esperienza, per il futuro?

Vanni. Questi 25 anni di Estate Ragazzi sembrano esser passati in un batter d’occhio! Ogni anno un’esperienza nuova, ogni anno ho raccolto e raccolgo un frutto particolare, sempre diverso. Solo uno è il frutto che permane: la gioia! Ricordo le prime edizioni, quando noi della Parrocchia non vedevamo l’ora che cominciasse l’Estate Ragazzi. Ricordo l’entusiasmo di vivere questi momenti di allegria nonostante le piccole possibilità che la società di quegli anni ci offriva. Una gioia che mi ha portato serenità sin da quando ero piccolino, ministrante, passando dal seminario alla vita di studente e ad oggi come catechista ed educatore. Una gioia che mi fa sentire Figlio di una comunità e di Dio.

Consiglieresti di partecipare all’Estate Ragazzi? Perché?

Marica F. L’Estate Ragazzi è un’esperienza altamente formativa, che non solo aiuta i bambini a crescere ma anche a sviluppare e mettere in pratica le loro capacità e potenzialità, senza tralasciare il rispetto per sé e per coloro che li circondano. Consiglierei vivamente a tutti i bambini e ai ragazzi, ai giovani e agli adulti, di non rimanere fermi a guardare, ma di prendere parte a questa meravigliosa avventura!

L’intera equipe di educatori, animatori e ragazzi, ringrazia tutti coloro che hanno reso possibile questo magnifico evento e vi invita a partecipare alla manifestazione conclusiva che si svolgerà nel piazzale vicino alla Chiesa sabato 25 Luglio alle ore 20.00.

Noicattaro. Festa Estate Ragazzi intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI