Giovedì 17 Gennaio 2019
   
Text Size

Lucchetti e catene, associazioni sportive “sfrattate” dal Palazzetto

Noicattaro. Palazzetto dello Sport front

 

Lo scorso giovedì 6 Agosto la giornata non è iniziata nel migliore dei modi per i rappresentanti delle associazioni sportive che utilizzano il Palazzetto dello Sport “S. Pertini”: arrivati infatti presso la struttura, alcuni di questi hanno trovato tutti gli ingressi bloccati da massicce catene e lucchetti. Una visione che ha fatto scoppiare il caos nel mondo sportivo nojano, con la notizia, che si vociferava invero già dalla sera precedente, di un vero e proprio sfratto da parte del Comune nei confronti delle associazioni occupanti lo spazio in questione.

In piena mattinata noi di NoicattaroWeb abbiamo raggiunto le stanze del Comune, dove già si era creato un gruppetto di cittadini interessati curiosi di conoscere la realtà dei fatti, da una commissione Pd formata da Giacomo Latrofa e Domy Amodio, ad una rappresentanza delle associazioni sportive utenti del Palazzetto, con i rispettivi presidenti Ardito, Accettura e Digiglio. Dopo alcuni minuti d’attesa nei pressi della segreteria comunale, è arrivata la versione del sub Commissario a placare gli animi: il Palazzetto resterà chiuso solo per il tempo necessario a completare i lavori e l’iter burocratico relativo all’ormai famosa “agibilità”, quel permesso mancante da parte della Commissione di Vigilanza Pubblici Spettacoli.

Una data ufficiosa per la riapertura è stata indicata intorno all’8/9 Settembre, ma restano molti, moltissimi dubbi. In primis l’atteggiamento tenuto da parte di chi ha preso la decisione: perché agire così, all’oscuro di tutti, e non invece inviare regolare comunicazione alle associazioni sportive interessate avvisando dell’intento di bloccare la struttura e permettendo di recuperare i relativi beni utili? Una domanda che tutti i presenti si sono posti e che lascia un certo amaro in bocca anche dopo le spiegazioni ricevute.

Quindi, altra questione non da poco, i tempi di chiusura: a breve partono gli allenamenti per la preparazione al campionato e per la pallavolo, ad esempio, sorgono grossi problemi sulla programmazione del prossimo futuro, con il rischio di tornare a beneficiare della struttura soltanto ad Ottobre, nel peggiore dei casi. Ed attenzione a chi il Palazzetto lo aspetta ancora, come la neonata Virtus Noicattaro: di certo il presidente Lamorgese non sarà contento della notizia della chiusura della struttura da lui richiesta qualche tempo fa in Comune, ed ora si pone il problema di dove iniziare i quotidiani allenamenti e disputare le gare ufficiali, visto che nessuna risposta certa è ancora giunta ai quesiti della dirigenza del futsal riguardo eventuali concessioni o imminenti bandi di gestione.

Niente da fare, dire Palazzetto a Noicattaro significa dire problemi, da sempre, ed oggi più che mai la situazione è incerta e fumosa, anche a causa della pesante eredità di una gestione torbida dello stesso negli ultimi anni, da sempre denunciata dalla nostra testata. Quando la cittadinanza nojana potrà tornare in modo regolare e trasparente a godere della struttura fiore all’occhiello dello sport locale?


[da La Voce del Paese dell'8 Agosto]

Noicattaro. Palazzetto dello Sport intero

Commenti 

 
#10 Cristina 2015-08-27 15:44
Credete nei lavori da fare o come solito verrà tutto abbandonato all'incuria dell'amministratore D**** che se ne fregherà!
 
 
#9 Angela 2015-08-26 09:23
Bene ha fatto il commissario, garante al di sopra di tutto e di tutti pur di applicare le norme vigenti nell'interesse di tutti i cittadini e fruitori...
 
 
#8 leopard 2015-08-25 22:37
Una cosa è certa, a farne le spese sono sicuramente i nostri figli che anziché avere la possibilità di praticare uno sport sano che educa alla vita, sono penalizzati , costretti tante volte a stare in spazi non idonei pur di stare insieme (vedi il gioco del pallone). Chiedo ai politici maggiore sensibilità in questo senso ...ma chissà se qualcuno c è ancora
 
 
#7 ex comunista 2015-08-25 20:53
Pagate l'uso delle strutture pubbliche come accade nei comuni seri
 
 
#6 Saturno 2015-08-25 15:58
Fatt bun
 
 
#5 Saturno 2015-08-25 15:37
Antelmi lo farete da un'altra palrte il memorial. Per quanto riguarda le strutture pubbliche oltre al palazzetto non ha la agibilità anche la biblioteca. È ora che il dirigente faccia qualcosa anche su quella struttura. Per dovere di cronaca il palazzetto e la biblioteca sono di molto antecedenti a Sozio ergo non è solo l'ultima amministrazione che non ha fatto nulla ma anche tutte le precdenti.
 
 
#4 Cicci 2015-08-25 12:23
C'è un regolamento per la gestione delle strutture pubbliche perché non viene utilizzato?
Basta con le strutture date solo agli amici di partito e ancor peggio senza farsi pagare l'uso delle stese.
Chi paga tutti questi danni erariali?
 
 
#3 ex comunista 2015-08-24 20:41
Basta con solite favole sulle strutture pubbliche occupate dai soliti Signoretti del PD e loro amici. Fate la gara è date le strutture a coloro che fanno la migliore offerta per la gestione delle stesse.
 
 
#2 fran 2015-08-24 17:46
Andate a chiedere a Sozio e compagni perchè non hanno provveduto in questi anni all'agibilità.Ora che qualcuno fà qualcosa di legale in questo paese per essere a norma di legge di cosa vi lamentate???????
 
 
#1 Vito Antelmi 2015-08-24 11:40
Sarà possibile utilizzare il Palazzetto per il III° Memorial Arcy Di Gioia il giorno 11 ottobre 2015? oppure dovremo pensare di annullare l'evento, con ripercussioni economiche e federali ai danni dell'associazione, oppure spostare la manifestazione presso il palazzetto di altro paese, possibilmente limitrofo? sempre che ci sia data la disponibilità di quel palazzetto e la federazione FITARCO autorizzi lo spostamento. Ci auspichiamo che la richiesta di concessione al Commissario formulata e protocollata il 10 agosto venga riscontrata al più presto.
Vito Antelmi Presidente ASD Arcieri Carafa di Noia
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI