Martedì 25 Giugno 2019
   
Text Size

Il preside Olivieri lascia la Pascoli. La lettera di commiato

Noicattaro. Il Dirigente Scolastico Cataldo Olivieri front

 

Riceviamo e pubblichiamo la “lettera di commiato” del Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Pascoli-Parchitello” - prof Cataldo Olivieri - il quale saluta Noicattaro e la sua scuola, per trasferirsi a Bari. Poche parole, semplici, come il suo stile. Buona lettura.

Importanti necessità personali mi hanno obbligato a rientrare a Bari, città dove risiedo. Nella seconda metà di Luglio mi è stata comunicata la nuova sede, l’Istituto Tecnico Commerciale “Lenoci”.

Non è semplice, per me, andar via da una scuola dove ho vissuto 8 anni di servizio, intensi ed appassionati. La “Pascoli” è diventata un pezzo della mia vita, dal punto di vista umano e professionale. Sono stati anni speciali, nei quali ho coordinato il lavoro di una bella squadra di docenti e non docenti, che hanno fatto comunità, e con i quali abbiamo insieme maturato scelte, condiviso esperienze, spesso non comuni. Tante storie educative, difficili da riassumere.

La “Pascoli”, scuola del “sorteggio pubblico” delle sezioni, dove tutti i ragazzi si trovano in classi equilibrate tra loro, per assicurare a tutti lo stesso diritto allo studio.

La “Pascoli”, scuola del Servizio Civile, dove si avvicendano  giovani educatori, per favorire l’integrazione dei ragazzi più in difficoltà.

La “Pascoli”, che favorisce le “eccellenze”, come si rileva dal successo scolastico degli alunni che continuano gli studi nei licei e nei tecnici.

La “Pascoli”, scuola che educa ad essere buoni cittadini, grazie al “Consiglio dei Ragazzi”, dove gli alunni eletti democraticamente formulano proposte per migliorare la scuola stessa ed il paese di Noicattaro.

La “Pascoli”, testimone di solidarietà, dove gli alunni hanno “adottato a distanza” le piccole Emma (dal Kenia) e Gisela (dalla Bolivia).

La “Pascoli”, scuola europea, con il suo gemellaggio con una scuola tedesca di Goeppingen, città natale di Federico Barbarossa.

La “Pascoli”, che è riuscita in questi ultimi anni, malgrado i chilometri di distanza, a creare una speciale sinergia tra la Media di Noicattaro, e l’Infanzia e la Primaria a Parchitello.

Tutto questo, e tanto altro ancora, è il risultato di una bella intesa tra le persone, dentro e fuori la scuola. Ringrazio innanzitutto le famiglie, che hanno apprezzato il nostro lavoro attribuendoci, a fine anno, percentuali di gradimento intorno al 90 per cento! Ringrazio i nostri interlocutori esterni (del Comune, delle altre Scuole, delle associazioni, della cultura), con cui abbiamo sempre avuto una comunicazione schietta e costruttiva.

Tutta la mia gratitudine, infine, agli splendidi docenti, al personale di Segreteria ed ai collaboratori scolastici, ai genitori del Consiglio di Istituto. Essi sono stati il cemento delle fondamentali scelte educative e didattiche di questi anni, che continueranno, ancora con maggior forza ed intensità, a partire da oggi.

La nuova Dirigente, la professoressa Daniela Menga, appena conosciuta e subito apprezzata per sensibilità e condivisione delle scelte, sarà un sicuro ed affidabile punto di riferimento.

Infine, lasciatemelo dire: mi mancherà, più di ogni altra cosa, incrociare gli sguardi dei ragazzi, chiamarli per nome, incontrarli e parlare con loro tutte le mattine all’ingresso ed all’uscita, nei corridoi e nelle aule.

Saluto tutti, grandi e piccoli, con grande amicizia e affetto.

Cataldo Olivieri

Commenti 

 
#16 Nojano perplesso 2015-09-03 11:59
Sig. loris pensi a lei e a come deve fare a mantenere la cattedra quando arriva il prossimo preside manager nella sua scuola ed eviti di commentarmi in maniera fuorviante.
La tanta sensibilità di cui lei parla a quanto pare è venuta meno quando una mia parente ha chiesto di essere trasferita ad altra scuola media perchè limitata nello studio in quanto inserita in una classe di svogliati. Per il nulla osta abbiamo faticato non poco per ottenerlo. E questa lei la chiama sensibilità?
P.S. non ho bisogno dei suoi auguri per il futuro ne del posto a scuola perché con due lauree lavoro per i fatti miei e sto e non ho padroni ai quali prostrarmi. Saluti.
 
 
#15 etta Rutigliano 2015-09-02 21:42
Carissimo Preside,anche se sono in pensione la ricordo sempre con tanto affetto per le sue doti umane;le faccio i miei più sinceri auguri per il nuovo anno scolastico
 
 
#14 vito didonna 2015-09-02 15:13
Preside un grazie di cuore e non solo per tutto quello che ha dato al nostro paese e alla sua crescita culturale, un grazie sopratutto per le evidenti e non risolte problematiche di Parchitello.
 
 
#13 loris 2015-09-02 14:50
Noiano perplesslo , cosa centra la sua considerazione in merito? È fuori luogo! Qui si sta apprezzando tutto quello che il prof. Olivieri ha fatto x la scuola Pascoli e per la sua sensibilita' nei confronti di coloro che hanno collaborato con lui. Non si sta valutando il posto da preside, ma la persona!! Auguri x il futuro!
 
 
#12 Alunna 2015-09-02 13:53
Preside lei e stato eccezionale grazie di tutto...
 
 
#11 Carola De Pascale 2015-09-02 10:14
Caro Preside, mi dispiace tanto....ma non riesco ancora a perdonarla di averci lasciato....
 
 
#10 Grazia Sciannameo 2015-09-02 00:29
Auguri preside e ancora grazie per il suo sorriso che meglio ancora di tante parole mi ha dato il coraggio di affrontare tante imprese in cui non mi sarei mai lanciata,ancora grazie per la sua simpatia e la sua pazienza, ancora grazie per quello che ho imparato con lei magari sorseggiando un caffè e avendo le migliori lezioni di vita, ancora grazie per aver avuto la possibilità di capire che i ragazzi vanno ascoltati e incoraggiati, ancora grazie per aver provato la gioia di lavorare con serenità e passione... Sempre grazie per aver creduto e avermi fatto credere nel mio lavoro.
 
 
#9 Silvana Lambo 2015-09-01 22:23
Da mamma e da insegnante, le dico grazie per quello che ha fatto per i miei figli e per quello che mi ha insegnato nei miei primi anni da docente. E ora che sono arrivata al fatidico "ruolo" ricordo con gioia e nostalgia i miei primi consigli di classe con lei preside. Con affetto ...un grazie
 
 
#8 Supplente 2015-09-01 22:07
Come docente precaria ho avuto la fortuna di lavorare presso la sua scuola ed apprezzare il suo operato, confrontando la realtà scolastica da lei costruita con quella dei paesi circostanti. L'approccio umano e la comunicazione con docenti, alunni e genitori sono state le peculiarità da me notate...conoscere i nomi di tutti i suoi alunni e docenti, anche quelli con tempi di permanenza breve. Almeno Noicattaro ha trovato una figura di cui potersi vantare: un Preside esemplare.
 
 
#7 enzo cuscito 2015-09-01 20:23
La priorità sono sempre i ragazzi. Tutti, nessuno escluso. È l'insegnamento più grande che ho ricevuto dal Preside Olivieri. Pur avendo insegnato in tante Scuole e con Presidi diversi, l'esperienza alla Pascoli è stata unica. Grazie a lui e al suo infaticabile lavoro quotidiano. Lasciando in me un tesoro inestimabile. Al Preside Olivieri il mio più affettuoso e fraterno augurio di buon lavoro.
 
 
#6 Valecci pasqua 2015-09-01 17:09
Mamma di un ex alunno....Preside che mi ha vista piangere dalla disperazione x le infinite marachelle di mio figlio confortandomi e rassicurandomi che erano normali alla sua etá e che il tempo avrebbe sistemato tutto. Grazie mille SIGNOR PRESIDE
 
 
#5 Nojano perplesso 2015-09-01 16:10
Beato te che hai un posto da preside, noi da laureati non possiamo nemmeno insegnare. Grazie Italia dei miracoli
 
 
#4 patrizia giammetti 2015-09-01 13:56
Professionista unico, vero educatore, uomo di grande cuore e....lasciatemelo dire, una persona dalla quale ho imparato tanto e che mi ha fatto amare ancora di più il mio mestiere. In bocca al lupo caro Preside....
 
 
#3 annaciccia 2015-09-01 13:39
Un Preside con la P maiuscola. Grazie!
 
 
#2 ex alunna pascoli. 2015-09-01 11:05
preside semplicemente eccezionale, umile, e un maestro di vita.. Buona fortuna! :lol:
 
 
#1 ex alunna 2015-09-01 09:40
Un preside che ha dato tanto,tantissimo alla Pascoli! Un preside che ha voluto donarsi alla scuola per farla crescere come ambiente nel quale, non solo stare bene,ma soprattutto aver piacere di starci. Un preside di buona volontà e coraggiosissimo, sempre pronto e disponibile ad affrontare e a risolvere qualsiasi problema vi si presenta. Un grazie immenso per tutto ciò che ha fatto, per il tempo condiviso e costruito negli anni delle Medie (a.s. 2010/2013). Un grazie perchè le sue parole si son rivelate vere e costanti nel tempo. Le auguro di proseguire allo stesso modo anche nell'istituto tecnico Lenoci e auguro alla prof.ssa Menga un benvenuto nella nostra scuola e un buon lavoro!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI