Mercoledì 20 Marzo 2019
   
Text Size

Lastre di amianto abbandonate in via Marconi, vicino al parco

Noicattaro. Amianto abbandonato front

 

Nel nostro paese di “rifiuti speciali” lasciati nei pressi dei cassonetti ne vediamo davvero tanti, da frigoriferi a Tv, da batterie d’auto a materiale edilizio. Questa volta, però, si è davvero superato il limite: qualcuno ha avuto la geniale idea di lasciare un enorme sacco ricolmo di lastre in cemento-amianto nei pressi dell’ultimo bidone di via Guglielmo Marconi, a pochi passi dal Parco Comunale.

Noi della redazione di NoicattaroWeb – La Voce del Paese ne abbiamo avuto notizia sul chiudersi della scorsa settimana: ci siamo recati sul posto per accertarci della situazione e per scattare alcune istantanee dell’impietosa scena nella giornata di lunedì; pronti a denunciare quanto visto a chi di dovere il giorno seguente, abbiamo appreso della misteriosa scomparsa dell’Eternit dal punto in questione.

Tutto ciò non dovrebbe lasciare tranquilli, in quanto lo smaltimento delle lastre di Eternit richiede infatti particolari procedure: dapprima ci si accerta della presenza di amianto all’interno del materiale di costruzione con determinate analisi, in quanto anche un solo frammento può nuocere gravemente alla salute; quindi si procede al cosiddetto “incapsulamento” tramite degli agenti sintetici, in modo da evitare il rilascio nell’ambiente delle fibre di amianto all’interno del manufatto, prima di provvedere alla rimozione e allo smaltimento ai sensi delle L. 257/1992 e D. Lgs. 81/2008. Probabile, a meno che non stiamo prendendo un bel granchio, che tali disposizioni non siano state seguite a dovere e che il materiale non sia finito nei luoghi prescritti dalla legge, rendendosi pericoloso per altra incolpevole gente.

Ma perché una notizia del genere crea tanta preoccupazione? La questione è abbastanza semplice, in quanto non esiste una soglia di rischio per determinare la pericolosità delle fibre di amianto nell’aria. Maggiore è il tempo di esposizione o la quantità respirata, maggiore è la probabilità di contrarre pericolosissime patologie quali l’asbestosi, tumori della pleura e carcinomi polmonari. Conseguenza ovvia è stata quindi aver temuto per la salute dei residenti e dei tanti passanti, molti dei quali bambini frequentanti il nostro parco: forse lo sprovveduto capace di un simile gesto non ha minimamente pensato all’incolumità dei più piccoli.


[da La Voce del Paese del 29 Agosto]

Noicattaro. Amianto abbandonato intero

Commenti 

 
#1 Roberto 2015-09-02 17:51
Sicuramente son finite in qualche posto e forse interrate. Proprio li vicino, dov'erano i sacchi c'è un grosso cantiere edile con una gran discarica dove quotidianamente viene infossato ogni tipo di materiale.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI