Martedì 18 Giugno 2019
   
Text Size

I campi scuola del Soccorso “A ritmo di...emozioni”. Foto

Noicattaro. Campo scuola Chiesa del Soccorso 2015 front

 

Con l’arrivo dell’estate tutte le Parrocchie nojane hanno organizzato campi scuola per le varie fasce d’età degli adolescenti che le frequentano, a chiusura di un anno durante il quale i vari gruppi affrontano un percorso nel nome della fede.

Per molti giovani partecipare ad un campo-scuola è l’occasione propizia e privilegiata per guardare lontano, per ampliare i propri orizzonti, per acquisire idee, prospettive nuove.

Per questo la Parrocchia “S. Maria del Soccorso” ha organizzato due campi scuola: uno per il gruppo Betania (ragazzi di seconda media) e l’altro per gli adolescenti dalla terza media al secondo superiore.

Il tema centrale scelto è stato “Tutta la vita a ritmo di...emozioni”, poiché l’esperienza dell’amicizia con Gesù non spegne la bellezza di provare emozioni intense.

I ragazzi hanno incontrato “Gesù che è uomo nuovo che porta meraviglia nella vita di ciascuno, l’amico che ci risolleva nella tristezza, l’uomo libero che ci libera dalla paura, il Figlio di Dio che ci rende fratelli aiutandoci a vivere la rabbia, l’uomo della gioia che dà gioia, il Pane della vita che riempie il cuore di gratitudine”.

Entrambi i campi scuola si sono svolti presso l’ostello “Mamre”, di Santeramo in Colle (Ba).

L’organizzazione generale prevedeva la presentazione e quindi descrizione e discussione di un’emozione per ogni giorno e anche tutte le attività svolte, e i giochi avevano l’obiettivo di far confrontare i ragazzi con esse.

Il primo a partire è stato il gruppo Betania, che è stato via del 2 al 4 Agosto. L’esperienza di questi ragazzi si è basata soprattutto sul valore dell’amicizia. L’amico che ti aiuta a superare le paure, l’amico verso il quale mi impegno. Queste due facce dell’amicizia sono state enfatizzate da alcuni gesti: per la prima ogni ragazzo aveva dei palloncini attaccati alle caviglie con su scritto le proprie paure, poi tutti si sono riuniti al centro del cerchio e hanno scoppiato il palloncino dell’altro; mentre per la seconda sono stati distribuiti dei braccialetti che avevano al centro una perlina che questa indicava un amico, ognuno doveva darla al suo compagno come simbolo dell’impegno che si prendeva nel pregare per lui. Come ogni primo caposcuola che si rispetti, non è potuta mancare la caccia al tesoro. L’esperienza degli adolescenti di seconda media si è conclusa con una cena a cui hanno partecipato anche i loro genitori.

Tornato il primo gruppo, mercoledì 5 Agosto è partito il secondo che è poi rientrato domenica 9. Questo campo si è distinto dal primo per due momenti forti: le testimonianze. L’ascolto di due esperienze di vita segnate da difficoltà e dolore ma anche da rivincite, hanno permesso ai ragazzi di rendersi conto che la vita racchiude in se tante insidie ma anche tante gioie ed è per questo nulla va dato per scontato durante la propria esistenza, a tutto bisogna dare il giusto valore. Un altro momento che ha segnato questa esperienza è stata la giornata trascorsa al Parco Avventura. I ragazzi si sono recati al “Parco dei Briganti” il giorno in cui il tema era la paura e, attraversi i percorsi sospesi - il percorso Hébert e il MesolaBirinto - hanno toccato con mano e affrontato questa emozione. Ulteriore novità è stato il Confessionale, luogo allestito per raccogliere le impressioni e i pensieri dei ragazzi durante tutta la durata del campo. Diverse sono state anche le attività serali svolte: da Soccorso’s got talent a “Furto al museo”, dal “Color Party” alle rappresentazioni teatrali. Il tutto condito da sane risate ed infinito umorismo.

Per tutti è stata un’esperienza “forte”, capace di dare nuove motivazioni, di arricchire di contenuti il proprio agire, di offrire maggiori punti di confronto e di verifica.

La ricchezza che un campo scuola si porta dentro è la potenzialità di vita e di educazione che trasmette, è la possibilità di innescare trasformazioni, in positivo, delle persone che vi partecipano.


[da La Voce del Paese del 29 Agosto]

Commenti 

 
#3 fran 2015-09-03 18:38
Signor stufo i ragazzi sono andati a spese loro.Documentati!
 
 
#2 Stufo 2015-09-03 17:32
Poi si lamenta che non ci sono soldi
 
 
#1 Campo2k15 2015-09-02 13:49
E stata una cosa stupenda cio che abbiamo fatto,vi siamo divertiti un mondo
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI