Martedì 19 Marzo 2019
   
Text Size

“Hanno abbattuto i miei alberi”. L'ing. Decaro risponde

Noicattaro. Alberi tagliati via Cipierno front

 

“Erano come delle creature che io e il resto del vicinato abbiamo visto crescere per vent’anni”. Si è sfogato così il signor Raffaele De Venere, residente a Noicattaro. Li aveva piantati lì vent’anni fa, di fronte alla propria abitazione in via Didonna - contrada Cipierno - e personalmente si occupava di loro, annaffiandoli tutti i giorni.

Voleva ricreare un polmone verde, un’area sana che è stata popolata e vissuta per molto tempo da figli e nipoti dell’intero vicinato. Questi stessi alberi sono stati tranciati pochi giorni fa, non esistono più. Molta la delusione e la rabbia di colui che ha rivendicato la paternità della vegetazione abbattuta, tanto da andare a protestare al Comune.

Abbiamo per questo chiesto delucidazioni in merito all’ing. Decaro Natale - Dirigente dei Lavori Pubblici - il quale ha risposto alla polemica, alla delusione, se si vuole, di un cittadino che provava forte affezione verso quelle piante. L’ingegnere ci ha spiegato che purtroppo i due alberi intralciavano l’ingresso principale del Centro Polivalente, che sarà a breve inaugurato.

Nulla si poteva fare, neanche esser ripiantati, magari all’interno della struttura. Il motivo è semplice: i cipressi, per loro natura, non rimangono in vita a lungo dopo un eventuale espianto. L’unica cosa che ci conforta, e che ci assicura l’ingegnere, è che all’interno del Polivalente saranno piantati moltissimi altri alberi. Non si sentirà, quindi, la mancanza di una zona verde, che è, in ogni caso, ancora garantita da altri ceppi presenti lungo il perimetro del centro.

Il sentimentalismo che si scontra con la praticità. Infatti è questa una problematica da sempre complessa e delicata, che si inasprisce soprattutto all’intero dei centri urbani più popolati. A garanzia di quei cittadini amanti del verde vi è la Legge nazionale n.10 del 14 Gennaio 2013 che stabilisce le “norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”. Oltre a questa, ogni Regione ed ogni Comune ha delle proprie disposizioni per tutelare i filari e gli alberi monumentali. Dunque esiste una normativa ben precisa che disciplina e tutela il paesaggio naturale, nulla è lasciato al libero arbitrio e ciò ci fa tirare un sospiro di sollievo.


[da La Voce del Paese del 5 Settembre]

Noicattaro. Alberi tagliatii via Cipierno intero

Commenti 

 
#2 Cav.Vito Ribezzi 2015-09-08 22:10
Ciao Raffaele, vedo che sei molto attento a tutto quello che ti circonda.Dispiace anche a me che gli alberi sono stati abbattuti, si trovavano nei pressi dell'abitazione dei miei genitori.Comunque , se ne ripiantano altri tra circa un ventennio ti ritroverai con un bel polmone verde.
 
 
#1 Raffaele De Venere 2015-09-08 12:58
colgo l'occasione per ringraziare la testata giornalistica la voce del paese, per l'interessamento avuto per la nostra zona.
Distinti Saluti
Raffaele De Venere
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI