Festa di San Rocco, grande partecipazione dei nojani. Foto

Noicattaro. Festa di San Rocco 2015 front

 

Anche quest’anno l’impegno, la passione e la tenacia profusi dai membri della Confraternita M. SS. Immacolata, coadiuvati da un gruppo di volontari, hanno garantito la riuscita della Festa di San Rocco. Un grande risultato raggiunto con poche forze e nonostante le problematiche di carattere economico e sociale. Certamente questo non ha smorzato l’entusiasmo degli organizzatori che hanno deciso di ridare lustro e smalto alla ricorrenza che stava rischiando di diventare solo un momento simbolico del cambio della stagione.

Spinti da un grande spirito di devozione hanno trasformato Noicattaro, durante le giornate del 5-6-7 Settembre, in un centro vitale e attivo. Molti, infatti, sono i nojani che hanno partecipato attivamente alle funzioni religiose per poi riversarsi, in un secondo momento, per le strade, pronti a vivere l’evento. “La festa è una risorsa per il paese sia perché è capace di riunire la comunità sia perché è un veicolo di promozione all’esterno; valorizza il territorio locale ed è utile a comprendere il presente partendo dal passato”, ha commentato Mino Mincarone, nonché presidente dell’associazione “Festa”, dedicata alla tutela e promozione delle feste di paese.

Dopo la festa patronale della Madonna del Carmine, il paese è sceso in piazza per rendere omaggio al Santo di Montepellier. Il culto al Santo francese, particolarmente sentito nel nostro paese, ha coinvolto ogni strato della collettività, dai più piccoli agli adulti. “I nojani - ha dichiarato un organizzatore - hanno sostenuto attraverso il proprio contributo l’organizzazione della festa, e questo è sotto gli occhi di tutti”. È stata allestita, infatti, una bella e variopinta illuminazione; le luminarie della ditta “Paulicelli” hanno ben incorniciato la piazza Umberto I e le vie adiacenti. Inoltre, un programma corposo ha scandito le tre giornate di festa, il tutto condito dalle performance musicali delle tre bande che hanno immerso il paese in un’atmosfera suggestiva, tra il sacro e il profano.

In preparazione alla celebrazione delle funzioni liturgiche, presiedute dall’arciprete don Oronzo Pascazio e dal diacono Angelo Porrelli, si è svolta la Novena dal 28 Agosto al 5 Settembre. Sabato 5 Settembre, giornata clou e piena di eventi, si è svolta la processione dell’Immagine del Santo dalla Chiesa dell’Immacolata alla Piazza attraversando alcune strade del centro storico.

La festa, dunque, racchiude gli aspetti più reconditi dei devoti, il sentimento di appartenenza al nostro paese, ed è espressione del sano e benefico divertimento mediante spettacoli e manifestazioni varie. “Una ricchezza incredibile, questa delle feste, purtroppo sottovalutata; un tesoro di antropologia culturale troppe volte offeso”, ha concluso Mino Mincarone. Il monito che lancia dunque è di preservare e custodire la festa.

La festa di San Rocco si è conclusa lunedì 7 Settembre con il ritiro dell’immagine del Santo in Chiesa.


[da La Voce del Paese del 12 Settembre]

Qui tutte le foto, a cura di Mino Mincarone - Associazione Festa.