Martedì 15 Ottobre 2019
   
Text Size

Tra fiducia e problematiche, anche a Torre a Mare si torna a scuola

Torre a Mare. Scuola Japigia II front

 

Si ricomincia, come ogni anno. Il mese di Settembre segna il ritorno sui banchi per i tantissimi ragazzi e bambini del picco borgo di pescatori. Per alcuni ricomincia l’avventura del conoscere, per altri il suono della campanella segna l’inizio di una fantastica avventura.

Le strutture e gli addetti ai lavori dell’Istituto Comprensivo Statale “Japigia II - Torre a Mare”, di cui fanno parte le scuole di Torre a Mare, sono da tempo operativi, prontissimi a consegnare alla nostra società le menti del futuro. Passeggiare per le strade di Torre a Mare di prima mattina è un susseguirsi di gruppi di giovani e giovanissimi, che zaino in spalla si affrettano per iniziare la giornata sui banchi.

Quest’anno il Comune di Bari ha realizzando una serie di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, delle strutture scolastiche, prevedendo anche una serie di interventi e progetti per l’istruzione pubblica. Le strutture scolastiche di Torre a Mare, da sempre si distinguono per la qualità dell’Offerta Formativa e per la qualità degli ambienti e dei servizi offerti.

Quest’anno la scuola elementare “Mameli” potrà disporre di una nuova aula, che permetterà di accogliere le sempre più numerose richieste d’iscrizione. La scuola dell’infanzia “Aquaro” finalmente dispone dei nuovi spazi e di allestimenti di qualità. Torre a Mare si conferma, quindi, polo scolastico di eccellenza, offrendo agli studenti aule tecnologiche con Lavagne Interattive Multimediali (LIM) e connessione internet, un corpo docenti di qualità, che continua a svolgere la propria missione, nonostante qualcuno discute ed impone nuove regole di riassetto del sistema scolastico, che inevitabilmente si manifestano quale palese dicotomia, con quello che oggi è la funzione sociale della scuola.

La scuola non può essere cambiata da burocrati e politici, che di fatto non hanno il polso della situazione; la scuola deve cambiare dal suo interno. Il dinamismo dei metodi di insegnamento e la sempre maggiore qualità dell’Offerta Formativa non possono prescindere da quelle persone (docenti, dirigenti, collaboratori e famiglie), che di fatto e materialmente ogni giorno combattono con orgoglio e passione per il futuro dei nostri ragazzi.

Inutile dilungarsi circa la nuova normativa: ciò che conta non sono gli articoli di un testo di legge, ciò che oggi conta sono i risultati e Torre a Mare è capace di fare i numeri. I ragazzi che frequentano le scuole pelosine sono in gamba, sensibili e capaci di regalare soddisfazioni ed orgoglio all’intera comunità. Non è facile di questi tempi gestire una struttura complessa come la scuola, ma pare che l’Istituto Comprensivo Statale “Japigia II - Torre a Mare”, magistralmente diretto dalla dott.ssa Lagattolla, sia un fiore all’occhiello delle scuole baresi. Organizzazione, passione, coesione e collaborazione sono alla base di una gestione ottimale e le scuole di Torre a Mare ne sono l’esempio. Il team di docenti e collaboratori della dott.ssa Lagattolla si sono da sempre distinti per impegno e passione, non solo sotto il profilo dell’Offerta Formativa, ma anche sotto quello delle attività extrascolastiche, come numerosi progetti comunali, regionali e nazionali a cui i ragazzi hanno partecipato e parteciperanno.

Come lo scorso anno, anche questo si annuncia difficile sotto il profilo della gestione, ma siamo assolutamente sicuri che ai nostri ragazzi non mancherà nulla. La mancanza di risorse ed i finanziamenti, che sistematicamente arrivano in ritardo, lasciano piccoli margini di operatività ed è proprio in ragione di questa circostanza che il Dirigente Scolastico deve essere in primis un vero manager: deve saper indirizzare e gestire i fondi, cogliere ogni opportunità di sviluppo dell’Offerta Formativa, collaborare con le famiglie per creare una sinergia d’intenti, gestire le emergenze, essere profondamente competente ed animato da passione e sacrificio. Per fortuna a Torre a Mare possiamo contare su un Dirigente di altissimo profilo e di un corpo docente di qualità eccelsa.

Non possiamo dimenticare i veri protagonisti di questo nuovo inizio di anno, ovvero gli studenti, giovani e giovanissime menti assetate di sapere, avide di condividere e socializzare. Sono gli studenti i primi ed unici destinatari dell’impegno di tutto l’entourage della scuola: sono loro che affolleranno le aule, sono loro che vivranno il nuovo anno, sono loro che spingono i dirigenti ed i docenti a fare il massimo. È il loro entusiasmo che ci fa sorridere al futuro.


[da La Voce del Paese del 19 Settembre]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI