Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

Il nojano Vito Vitulli si prepara alla competizione nel Regno Unito

Noicattaro. Vignetta Vito Vitulli front

 

Il culturismo, o per dirla all’inglese, “body building”, è una disciplina che trova le proprie radici nel diciannovesimo secolo, e ha come punto di partenza il gusto estetico dei praticanti, continuamente spronati ad allenarsi il più possibile per aumentare la massa e la definizione muscolare; le finalità di questo sport sono quindi tuttalpiù estetiche piuttosto che competitive. Abbiamo intervistato il nojano Vito Vitulli, alla luce dei suoi recenti successi: Vitulli, infatti, può vantare un’invidiabile esperienza in questa tipologia di competizioni, sia in territorio nazionale che internazionale, avendo intrapreso una carriera di circa vent’anni nella categoria dei pesi medio-massimi. Il nostro body builder ci ha raccontato dei suoi ultimi successi e ci ha anticipato le sue prossime tappe.

In quante manifestazioni ha trionfato nella sua lunga carriera?

Ho vinto per otto anni di fila il campionato italiano, poi per due volte il concorso “Mister Europa in tour” e sei volte “Mr. Universo the Iron Age Federation”, l’ultima volta proprio a Giugno 2015. Più in generale, ho preso parte a numerose competizioni durante la mia carriera, anche in Spagna, Francia, e Inghilterra. Proprio quest’anno è stato per me particolarmente redditizio, in quanto sono riuscito a vincere tutte le competizioni a cui ho partecipato: ben sette titoli nelle ultime sette gare. A 46 anni non sono più un ragazzino, però mi sento ancora in ottima forma e posso dire di sapermela cavare anche affrontando atleti ben più giovani di me.

Quali sono gli allenamenti e, più in generale, gli accorgimenti che un atleta come lei deve seguire per mantenersi in forma per la sua disciplina?

Anche se ho circa vent’anni di esperienza nell’agonismo, è da più di trenta che mi alleno con costanza, tutti i giorni: come tutti gli sport, ovviamente, anche questo richiede molta costanza e abnegazione per mantenere viva la maturità muscolare. Prediligo l’allenamento classico, con bilancieri e manubri, che ritengo portino più benefìci al mio fisico. Inoltre, la mia passione richiede dei sacrifici sul piano dell’alimentazione: durante l’anno devo mantenere un regime alimentare molto rigoroso e costante, che si irrigidisce ancor di più quando ci si avvicina alle competizioni. In generale, durante i pasti tendo sempre a ridurre al minimo il quantitativo di carboidrati e grassi vari, in favore di pasti più proteici. Inoltre, gli integratori svolgono un ruolo fondamentale, in quanto con l’alimentazione quotidiana non si può raggiungere il necessario quantitativo di vitamine. Ovviamente, il tutto nei limiti della legalità: è facile pensare che chi pratica questo tipo di sport sia per forza un dopato, ma per fortuna non è sempre così, anche grazie ai rigidi e severi controlli attuati nelle competizioni agonistiche.

Quali sono i progetti che ha nell’immediato futuro?

Grazie al mio più recente trionfo - la gara “Ercole dello Ionio”, tenutasi a Corigliano Calabro lo scorso Luglio - sono stato selezionato in una cerchia ristretta di atleti per partecipare alla prossima edizione di “Hercules Olympia”, il più importante evento di body building del Regno Unito, che si terrà nel 2016 a Colchester, una città vicino Londra. L’evento vedrà, tra l’altro, la partecipazione di Arnold Schwarzenegger in qualità di giudice. Una prospettiva elettrizzante, nonché un’occasione importante per ampliare il mio curriculum internazionale! Sarà, inoltre, una competizione speciale anche sul piano emotivo: la centesima a livello agonistico. Sarebbe il massimo coronarla con una vittoria!


[da La Voce del Paese del 26 Settembre]

Noicattaro. Vito Vitulli intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI