Mercoledì 19 Giugno 2019
   
Text Size

Aumentano gli anziani, ci si sposa meno. Noicattaro in cifre

Noicattaro. Comune front

 

La società italiana sta attraversando una profonda evoluzione che sta ridefinendo le caratteristiche del tessuto sociale. I maggiori cambiamenti riguardano la riduzione di risorse dovuta alla crisi economico-finanziaria, l’invecchiamento della popolazione, l’evoluzione del ruolo della famiglia, dei suoi componenti e delle sue caratteristiche, la sempre maggiore multiculturalità e la questione del ruolo dei giovani all’interno della società. Tali aspetti sono ovviamente riscontrabili anche nel territorio di Noicattaro.

Noicattaro è una cittadina che occupa una superficie di circa 41,2 Km quadrati, ad oggi popolata da circa 26.156 abitanti (13.012 uomini e 13.144 donne). Interessante è notare la distribuzione dell’intera popolazione per classi d’età (vedi tabella).

Dalla lettura di questi dati si evince una minor presenza dei più giovani rispetto agli anziani; ciò dimostra che l’invecchiamento delle popolazione che interessa l’intera nazione, si verifica anche nel nostro territorio. Infatti, nel Comune di Noicattaro, l’incidenza degli anziani sul totale della popolazione è passata dal 12,69% del 2010 al 16,01% del 2014, mentre l’incidenza dei giovani sulla popolazione totale nel 2014 è pari al 18,79%. Nonostante ciò il numero dei minori presenti nel nostro paese è elevato rispetto alla media dei paesi limitrofi. La maggior presenza di anziani rispetto ai giovani è deducibile anche dall’osservazione dell’indice di vecchiaia, maggiore di 100 (105,28%).

L’invecchiamento della popolazione e il contenimento della fecondità ben al di sotto del livello di sostituzione delle generazioni sono fenomeni che da diversi decenni si protraggono sul territorio nazionale e che da pochi anni comincia a manifestarsi anche nel nostro Comune. Si vive sempre più a lungo, ma resta bassa la propensione ad avere figli. Si accentua l’invecchiamento della popolazione e aumenta l’indice di vecchiaia. Quindi è presente una struttura per età fortemente squilibrata in termini di rapporto tra popolazione in età attiva e non.

Tale evoluzione demografica determina un paese profondamente trasformato nella sua struttura e nelle sue dinamiche sociali e demografiche. Negli ultimi quattro anni, Noicattaro ha registrato una diminuzione delle nascite (255 nascite nel 2010 al fronte di 221 nel 2014) e dei matrimoni (148 nel 2010 e 128 nel 2014) ed un aumento dei decessi: 155 nel 2010, 185 nel 2014. Rispetto a quanto è accaduto nel resto della nazione, nel nostro paese la denatalità si è manifestata solo da pochi anni, ma è un processo di continua diminuzione del numero medio di figli per donna.

Un ulteriore cambiamento che interessa il tessuto sociale della popolazione residente a Noicattaro riguarda la popolazione straniera immigrata. Dal 2010 al 2014 si è registrato un incremento pari a 93 abitanti.

Anche nella popolazione immigrata si registra una maggiore presenza delle donne ciò è da attribuire sia ai ricongiungimenti familiari, sia al fenomeno delle badanti, “esploso” negli ultimi anni.

Un fenomeno sociale emergente è l’aumento, con il passare degli anni, delle famiglie in condizioni di povertà; emerge che sempre più persone chiedono sussidi alimentari e altri tipi di assistenza. Si riscontra un significativo numero di nuovi poveri, persone che, pur lavorando, non riescono ad arrivare alla fine del mese e che devono affrontare il dilemma di “comprare da mangiare o pagare le bollette”.

Le trasformazioni socio-economiche, demografiche e culturali in atto, hanno ampliato notevolmente l’area del disagio al di là delle forme note.

Il nuovo disagio non è necessariamente derivante da fattori “tradizionali” come, ad esempio, essere tossicodipendenti, malati cronici, in stato di forte deprivazione materiale, detenuti, ecc., ma anche da altri fattori quali la prolungata permanenza dei figli a casa e la presenza di anziani e grandi anziani non in buona salute, la mancanza di lavoro (sia per coloro che sono in cerca di prima occupazione, sia per quelli che l’hanno persa) o la qualità del lavoro (in termini di ritmi elevati, precarietà, lavoro nero, pendolarismo, ecc.), una situazione economica che rende gli individui e le famiglie insicuri sul “futuro” e sul poter contare su risorse economiche certe, un senso di “incertezza”, in termini di assenza o carenza di “punti di riferimento” che può provocare disorientamento ecc.

Da quanto detto si evince come i cambiamenti che interessano il tessuto sociale nojano sono in linea con quanto avviene su territorio nazionale, e ci si rende conto che non sempre i servizi offerti dal nostro paese rispondono alla perfezione ai bisogni emergenti ed in continua evoluzione dei cittadini.


[da La Voce del Paese del 3 Ottobre]

Noicattaro. Noicattaro in cifre intero

Commenti 

 
#3 La Redazione 2015-10-11 15:27
Carissimo/a giò. Il suo commento non è stato pubblicato perchè non conforme al regolamento di questo sito, e non perchè "da fastidio". Secondo tale regolamento, infatti, lei non può fare delle accuse così pesanti senza mostrarci le prove. Qualora le avesse può fare regolare denuncia presso i Carabinieri.
Saluti
La Redazione
 
 
#2 # Mery 2015-10-09 21:17
Facciamo stime su quanti cittadini di Noicattaro che vivono in situazioni di povertà e tanto altro, e vengono aiutati dalle parrocchie di Noicattaro, Caritas
 
 
#1 Vito Latrofa 2015-10-09 12:38
Oltre all'aumento degli anziani aumentano anche le lottizzazioni e la costruzione di case. Mi domando a cosa servono o serviranno se il Paese è disabitato?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI