“Festa del Passaggio” con sorpresa alla Chiesa Madre

Noicattaro. Don Oronzo 2 front

 

Lo scorso 3 Ottobre, presso le Opere Parrocchiali della Chiesa Madre, si è tenuta la “Festa del Passaggio”, una festa che annualmente coinvolge il gruppo dei Giovanissimi e dei Giovani della Parrocchia. Una festa in cui tutti sono protagonisti, poiché chiamati a proseguire il proprio percorso spirituale in una nuova realtà. Presente anche il parroco, don Oronzo, che in una sua riflessione ha raccomandato all’intero gruppo di “camminare sempre insieme e con Gesù”.

Tanti i ragazzi pronti ad intraprendere il cammino con i Giovanissimi, come tanti, coloro che sono passati nel gruppo Giovani. Un rappresentante per ogni gruppo, chiamava per nome e vicino alla Croce, i componenti, che con un “Eccomi” si mostravano disponibili a prendere parte al nuovo gruppo. Gruppo in cui tutti sono chiamati all’ascolto, a donare senza imporsi e ad amare senza condizioni. Successivamente, l’attenzione si è concentrata su un bellissimo filmato preparato dagli educatori, che inizialmente voleva riassumere le diverse esperienze dei Giovani e Giovanissimi ma che successivamente si è trasformato in una sorta di cortometraggio di ringraziamento dedicato proprio al parroco. Il cortometraggio era composto da video-selfie di pochi secondi, registrati da ogni ragazzo e da ogni educatore, i quali esprimevano poche parole circa le qualità e gli insegnamenti di don Oronzo. Un momento da pelle d’oca, che non solo ha commosso e ha fatto rimanere senza parole il parroco, ma ha anche fatto scendere qualche lacrimuccia ai più giovani.

Una “Festa del Passaggio”, che si è trasformata in una festa a sorpresa per esprimere al meglio quanto don Oronzo è stato fondamentale anche per la parte più giovane della comunità. Non possiamo tralasciare la toccante lettera degli educatori, inserita anche nel filmato, i quali lo ringraziano per la fiducia, per il suo modo di fare, che li ha spinti ad andare oltre tutte le difficoltà che hanno incontrato e, infine, per la sua severità e il suo avergli fatto capire che non si può fare quel che si vuole quando si vuole, ma che ci sono modi, tempi e misure nell’esprimersi, nello stare insieme e nel vivere in comunità. Per concludere la serata, dopo aver cenato insieme, i ragazzi hanno sorpreso i loro educatori donandogli un piccolo ma significativo ricordino dello scorso campo scuola.

Davvero tanti sono stati gli insegnamenti che il grande parroco ha lasciato ad una grande e difficile comunità. Una Giovane e Giovanissima comunità, che nei suoi “No” e nelle sue regole ha trovato i confini in cui rimanere e i limiti da non superare, per imparare a vivere in modo educato, per crescere e non rimanere cristiani nani. “Dei tuoi anni passati con noi, rimarrà tanto: ti vogliamo bene, don Oronzo!”.


[da La Voce del Paese del 10 Ottobre]

Noicattaro. Don Oronzo 2 intero