Giovedì 20 Giugno 2019
   
Text Size

Arcieri riuniti al tensostatico per il 3° Memorial Arcy Di Gioia

Noicattaro. III Memorial Arcy Di Gioia front

 

Suddivisi in tre turni, gli arcieri provenienti dalla Basilicata e dalla Puglia si sono sfidati, sabato 10 e domenica 11 Ottobre, presso la Tensostruttura del parco comunale di Noicàttaro, nella gara interregionale di tiro con l’arco 18 metri indoor organizzata dall’associazione “Arcieri Carafa di Noja”, valida per la qualifica ai campionati italiani indoor che si terranno a Rimini il prossimo 20 e 21 Febbraio. L’incontro è stato l’occasione per commemorare Arcangela Di Gioia nel suo 3° Memorial; per ricordare la donna che è stata e il suo fervente impegno politico. “Un appuntamento che cercheremo di mantenere nel tempo”, ha asserito Vito Antelmi, presidente dell’associazione “Arcieri Carafa di Noja”. Quest’anno, per le ben note vicissitudini riguardanti il Palazzetto dello Sport, la gara interregionale rischiava di svolgersi presso un altro paese, e solo l’intervento tempestivo del Comune ha acconsentito di organizzare la gara presso la tensostruttura e di riprendere gli allenamenti serali. “È rientrato il pericolo che avevamo di non poterci allenare e di non poter rinnovare il Memorial per Arcy a Noicàttaro”, ha chiarito Vito Antelmi, al quale abbiamo rivolto alcune domande.

Come diceva pocanzi, l’associazione utilizza gli spazi del parco comunale per allenarsi.

Esatto, abbiamo iniziato gli allenamenti nel mese di Settembre al di fuori della struttura, anche se è stato abbastanza problematico e per questo abbiamo dovuto rinviare la partenza dei corsi per il tiro con l’arco in quanto era impossibile insegnare in un ambiente buio. Non appena ci è stata data la possibilità di utilizzare la tensostruttura, è partito il primo corso con l’iscrizione di nuovi arcieri che spero finiscano il corso e che continuino a tirare così da potenziare la società in previsioni di mandare un numero sempre maggiore di arcieri ai campionati italiani e ad eventi nazionali, cosa che facciamo già da 3-4 anni. È noto a tutti il fatto che Benedetto Didonna per ben tre anni si è qualificato per i campionati italiani indoor e quest’anno si è qualificato per la prima volta ai campionati Campagna.

Finalmente una bella notizia: nel 2017 ci terranno i campionati italiani indoor a Bari.

La Regione Puglia sta organizzando i campionati italiani indoor a Bari e mi è stato chiesto, in qualità di presidente della società Arcieri Carafa, di essere la società capofila dell’organizzazione dei campionati. Siamo tra le ultime società di arcieri nate in Puglia ma nonostante ciò ci stiamo facendo spazio innanzitutto, e soprattutto, per l’impegno dei nostri arcieri. Questo importantissimo evento, che si svolgerà tra due anni a Bari presso il nuovo padiglione della Fiera del Levante, ci consentirà di portare nel capoluogo pugliese un migliaio di arcieri. Cercheremo di battere il record di Rimini poiché alla Fiera di Rimini, con identico padiglione, il torneo è organizzato con 120 paglioni. Nel padiglione di Bari è possibile piazzare 150 paglioni: 30 paglioni in più vorrebbe dire 120 arcieri in più che potrebbero partecipare al campionato in quanto il ranking è formulato in base agli spazi, per cui la Federazione nulla toglie ad ampliare il ranking per far accedere più arcieri rispetto al migliaio. La Puglia potrebbe vantare il maggior numero di arcieri come campionato, il maggior numero di paglioni e questo ha una rilevanza non solo nazionale ma anche internazionale in quanto è seguita da arcieri di tutto il mondo.

Un evento molto importante per il sud Italia…

Questo è il primo evento che si terrà non solo in Puglia ma nel sud in generale, che è considerata la Cenerentola dell’Italia soprattutto nell’ambito dell’arceria. La Puglia conta all’incirca 500-600 arcieri sommati in tutte le società pugliesi; la sola società Arcieri delle Alpi di Torino, ad esempio, gestisce 550 arcieri. I numeri non ci consentirebbero di primeggiare insieme ai campioni olimpionici ma noi siamo testardi e questa testardaggine ci ha consentito di avere Pia Lionetti come campionessa olimpica, oltre ad un’altra ragazza, di Barletta come la Lionetti, che si è affacciata ai mondiali. Siamo solo penalizzati dai numeri perché se avessimo i numeri al pari di società come la Lombardia e il Veneto, che sono le regioni più popolate di arcieri, probabilmente sul podio salirebbero, a livelli internazionali, anche arcieri della nostra regione.

Cosa manca alle associazione di arcieri del sud?

Al nord ma anche al centro Italia c’è più opportunità di far nascere società di arceria perché hanno la possibilità di utilizzare spazi adatti alla pratica sia indoor che outdoor. Questa gara, ad esempio, è stata spalmata in tre turni perché non potevamo allestire più di 10 paglioni.

Il prossimo anno sarà ricco di eventi; ce ne parli…

A Febbraio 2016 organizzeremo a Noicàttaro il campionato regionale “Arco Nudo” e “Compound”. Organizzeremo, inoltre, il “Trofeo Pinocchio”, sperando di coinvolgere le scuole del paese e avvicinare i ragazzi a questo sport. Per regolamento possono partecipare anche i ragazzini che non sono iscritti ad una società Fitarco; l’importante è che abbiamo un certificato medico e sappiano almeno tenere un arco in mano. Sarà principalmente un momento ludico che una gara vera e propria anche se vale come qualifica alla gara nazionale “Trofeo Pinocchio” che viene organizzata entro Giugno. Infine organizzeremo il Campionato regionale presso lo stadio comunale dove gareggeranno tutti gli olimpici e i Compound di Puglia. È vero che è un campionato regionale e ai fini del campionato regionale vengono premiati i migliori arcieri della regione però sono tutte gare “open”: possono partecipare gli arcieri di tutte le altre regioni in quanto consentono di avere i punteggi per la qualifica ai campionati italiani outdoor che si disputeranno a Settembre. Ho in mente di renderla non solo una gara di tiro con l’arco, perché mi rendo conto che queste gare sono un po’ per gli addetti ai lavori, ma renderla una festa chiedendo la collaborazione delle associazioni culturali di Noicàttaro: ad un evento sportivo uniamo un evento culturale.


[da La Voce del Paese del 17 Ottobre]

Noicattaro. III Memorial Arcy Di Gioia intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI