Giovedì 18 Luglio 2019
   
Text Size

Exviri, l’associazione “A. Gramsci” chiarisce la situazione

Noicattaro. Exviri front

 

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato dell’associazione culturale “A. Gramsci”, che vuol replicare all’articolo pubblicato la scorsa settimana in merito alla “ripartenza” dell’Exviri. Buona lettura.

In risposta all’articolo pubblicato il 24 Ottobre 2015 su “La Voce del Paese”, testata giornalistica locale di Noicàttaro, intitolato “Riparte l’Exviri, ma guida Fantarca. L’associazione Gramsci fa un passo indietro…”, ci preme chiarire la nostra posizione rispetto alla cittadinanza nojana.

Innanzitutto ribadiamo il fatto che l’ass.ne Gramsci fa ancora parte a pieno titolo del R.t.i. (raggruppamento temporaneo d’impresa) preposto alla gestione del Laboratorio Urbano Exviri esattamente come la cooperativa Fantarca (capofila del progetto) e la Coop sociale Get di Bari Enziteto, e che per questo motivo ci sembra paradossale parlare di un’ennesima inaugurazione solo perché finalmente la Coop. Fantarca ha deciso di assumersi gli oneri previsti dal ruolo di capofila di tale progetto. Non bisognerebbe parlare nuovamente di inaugurazione anche perché, così come ammesso nell’articolo in questione dal responsabile artistico di Fantarca, Piero Montefusco, nei primi due anni la gestione della struttura, a parte la breve parentesi del cinema, è stata affidata quasi esclusivamente alle cinque risorse umane che costituiscono la nostra associazione, le quali, di fatto, hanno curato i rapporti iniziali con i responsabili di alcune delle attività che sono state avviate all’interno del Centro e che sono presenti ancora oggi, come le sale prova e di registrazione ed i corsi sportivi curati dall’A.S.D. Sochin Karate-Do di Noicàttaro (entrambe citate nell’articolo tra i protagonisti dell’Open Day tenutosi domenica 25 Ottobre 2015).

Nonostante il contributo economico stanziato dalla Regione e dal Comune di Noicàttaro per gli investimenti iniziali e per il primo anno di gestione sia stato impiegato quasi interamente per l’avvio del cinema, attività principale delle Coop. Fantarca e purtroppo interrotta dopo solo i primi quattro mesi di avvio del Centro, l’associazione Gramsci ha cercato, con le esigue risorse pervenutegli, di svolgere il proprio ruolo al meglio. Si è occupata infatti di segreteria, amministrazione, comunicazione, organizzazione di eventi, gestione dei rapporti con gli enti istituzionali e con il territorio, impiegando enorme impegno e senso di responsabilità a fronte di irrilevanti riconoscimenti economici. Ciò è accaduto a causa di diversi fattori tra cui i limiti di gestione fiscale degli eventi da parte di un’associazione culturale rispetto ad una cooperativa o una qualunque impresa, gli ingenti costi di gestione del Laboratorio Urbano e la mancanza di agibilità definitiva dei vari ambienti potenzialmente coinvolti dalle attività di intrattenimento più remunerative.

Il nostro è stato per lo più un lavoro di volontariato e, nonostante ciò, abbiamo dimostrato grande entusiasmo; in molti ci hanno riconosciuto la capacità di aver reso accogliente e caloroso un incubatore dalle enormi dimensioni che spesso ha rischiato di apparire un ambiente dispersivo ed alienante.

Le nostre attività si sono concluse la scorsa estate con la seconda edizione del Campo estivo per bambini. Anche questa si è rivelata un’esperienza magnifica grazie alla preziosa collaborazione di risorse umane qualificate e al grande affetto e stima dimostratici dai bambini e dai loro genitori.

In generale possiamo elencare le attività che abbiamo promosso in questi anni e che hanno risposto pienamente all’offerta prevista nel contratto con il Comune di Noicàttaro. Cercheremo di ricordare le più significative tra le quali: rassegne cinematografiche, Cinecornetto di mezzanotte, rassegne di musica jazz con artisti locali (Vito Liturri, Chiara Liuzzi, Donatello D’Attoma), concerti rock con band locali (Orecchiabili, Carmilla e il segreto dei ciliegi, Planet one, Qualcosa di completamente diverso, Break Jack, Cff, The Big Ska Swindle Band, Drops, Don Bruno, Santa Muerte, Leland Did it, Waiting for Better Days di cui segnaliamo il cantante Giò Sada in gara ad X Factor 2015), produzione di spettacoli teatrali e musicali come “Le mille e una notte” con i Radiodervish e Silvio Gioia (regista del Teatro delle Ombre), rassegne teatrali come “Exviral Theatre”, organizzata con il regista e performer polignanese Maurizio Pellegrini, lo spettacolo teatrale di Marilena Lucente (Napoli 1647 - Rivoluzione d’Amore) ma soprattutto le residenze con cui abbiamo cercato di coinvolgere grandi risorse artistiche del territorio come l’ass. locale Kumanta rappresentata da Gianclaudio Madio. Questa magnifica convivenza si è conclusa con due repliche dello spettacolo “Tutti Pazzi per il Musical” che ha riscosso un grande successo di pubblico. Ricordiamo inoltre la residenza del Teatro Rainbow diretto da Leonarda Saffi conclusasi con lo spettacolo “Cappuccetto rosso. Smarrita nel bosco” e quella con Annalisa Legato, Ilaria Cangialosi e Chiara Liuzzi che ha portato alla produzione dello spettacolo teatrale “Scalzati” proposto in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Abbiamo inoltre promosso Festival di filosofia (il festival del pensiero critico “Confilosofare” organizzato in collaborazione con la Società filosofica italiana e l’Università degli Studi di Bari), la presentazione di libri tra cui “Il presente come storia. Perché il passato ci chiarisce le idee” di Luciano Canfora, “Un moderato delirio, Sopravvivere a Bari” di Renato Nicassio, “Prima che tu mi tradisca” di Antonella Lattanzi, “Storia di una narratrice in fuga” di Annella Andriani e “La guida alle eccellenze nojane” di Giazira scritture). In ultimo, ma non certo per importanza, abbiamo il piacere di citare altri due protagonisti del rapporto con il territorio e cioè il professor Nicola Troiani con le sue fantastiche lezioni di Arte con implicazioni storico-filosofiche che hanno visto sempre una grandissima ed entusiastica partecipazione di gente, e l’eclettica e brillante professoressa e ricercatrice di matematica dell’Università di Bari, Sandra Lucente, con i suoi interessantissimi convegni sul rapporto tra la matematica e le altre arti. Non sono mancati laboratori e corsi artistico-ricreativi e le gradevolissime serate dedicate al puro divertimento con i nostri djset, organizzati sempre in collaborazione con giovani professionisti del nostro territorio.

Dunque, tralasciando la questione relativa all’incompatibilità di vedute tra la nostra associazione e la Coop. Fantarca, in quanto non riguarda l’interesse collettivo, ci auguriamo che i nostri capofila ed il neodirettore artistico, Vito Di Leo, riescano realmente a mantenere vivo il contatto con il territorio locale e dimostrino quanto prima le loro capacità professionali al fine di lanciare definitivamente questa struttura che per noi rappresenta una grande risorsa per la comunità.

Il nostro ruolo sarà quello di promuovere iniziative di carattere culturale e di seguire con grande interesse ed attenzione le prossime attività del Centro. Invitiamo tutto il territorio ed il Comune di Noicàttaro, in quanto ente appaltante del progetto, a fare altrettanto.


[da La Voce del Paese del Paese del 31 Ottobre]

Commenti 

 
#8 Gianfranco 2015-11-06 20:14
Come presidente della Gramsci devo constatare che come al solito in molti si riducono alle solite accuse e illazioni. Piuttosto che spendersi in prima persona sul territorio e mettersi in gioco ci si limita alla mera critica anche con linguaggio scurrile in mancanza di informazione adeguata. Per chi invece ha posto la questione del tesseramento, consiglio di richiedere il mio personale contatto alla redazione solo dopo aver dichiarato la propria identità.
 
 
#7 Er monnezza 2015-11-06 08:56
Scavate ar fallimento già prima de iniziá e ce venite a rompè le p***** adesso co sta storia,ma annatevene a f*****
 
 
#6 maria 2015-11-05 21:20
che figura di m****
 
 
#5 Abracadabra 2015-11-05 13:54
Visto che siamo tutti in vena di chiarimenti, chiarite tutti per quali meriti pregressi e attività sul territorio l'associazione Gramsci è stata miracolata della gestione dell'ExViri e chi ce l'ha coinvolta la Coop.Fantarca alla guida della giostra. Chiarite in base a quale progetto la stessa ati, ha vinto il bando inziale e in quale trasparente modalità. Chiarite con quale meraviglia vi stupite di questo esito quando le premesse non erano già delle più rosee. Dall'alba si vede il tramonto, dice un saggio proverbio. Quindi, benvenuti a Noicattaro e in Puglia nel fantastico mondo dei Laboratori Urbani!
 
 
#4 Antonio G. 2015-11-05 08:23
Scusate ma l'associazione Gramsci ha mai il tesseramento aperto?? Ma è un'associazione o società privata?
 
 
#3 ex ex ex 2015-11-04 11:05
Avete dimenticato di elencare il nome di Franca Mazzei Astrologa di TeleNorba , invitata a sponsorizzare il proprio libro annuale che altrove lo fa' gratis , mentre da voi bisogna pagare l'ingresso. hihihi.
 
 
#2 Santoro 2015-11-04 09:57
La prossima volta scegliete bene con chi fare il bando. Qui sono stati investiti dei soldi pubblici e non si scherza. Parlate di interesse collettivo ma spesso i vostri eventi e le attività non sono gratis per non parlare che un territorio culturalmente e socialmente martoriato come il nostro ha bisogno di ben altro.
 
 
#1 Nojano2 2015-11-04 09:54
speriamo riparte al meglio questa realtà'
vedo che il cinema è stato di nuovo introdotto, speriamo i prezzi non siano uguali a quelli del the space o metropolis, ma inferiori (in base anche alla qualità' della struttura della sala e dell' acustica, sicuramente inferiore)
fare più' dj set per accogliere un pubblico giovane, magari ospitando un dj più' affermato, in modo tale da richiamare un po di gente, perchè se un ragazzo oggi deve spendere anche 10 euro, preferisce andare in un locale dove cè più' qualità'.
inoltre si parlava tempo fa' di adibire la zona vicino il bar, magari di sera svoltarla a situazione pub con musica di sottofondo, sarebbe una cosa carina per noi giovani, anche perchè la zona vicino il bar è grande e accogliente.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI