Martedì 19 Novembre 2019
   
Text Size

Open Day, il Laboratorio Urbano Exviri riapre i sipari. Foto

Noicattaro. Open Day Exviri 2015 front

 

Con la “seconda inaugurazione” tenutasi la scorsa domenica 25 Ottobre - la prima si era avuta il 24 Ottobre 2013 - il Laboratorio Urbano Exviri è pronto a ripartire.

Infatti, il Raggruppamento Temporaneo di Imprese che ha vinto anni fa il bando di gara per la gestione dell’immobile comunale, è costituito proprio dalle cooperative “Get” di Bari e “Fantarca” e dall’associazione “A. Gramsci”, che dopo due anni di gestione del Centro di Incubazione Creativa, ha lasciato spazio ai colleghi di Fantarca, i quali sono attualmente i nuovi coordinatori Exviri.

Oltre all’A.S.D. Sochin Karate-Do hanno preso parte alla “nuova apertura” anche l’associazione “Kumanta”; l’associazione e scuola di danza “Attitude”, con l’ospite Lia Cellamare; la scuola di danza “In punta di piedi”; l’associazione “On Stage” che, avviando una partnership con l’Exviri, ha trasferito proprio qui la sua sede.

Tutte le associazioni hanno avuto la possibilità di pubblicizzarsi e farsi conoscere, promuovendo le loro attività attraverso i giovani talenti iscritti presso i loro corsi, che si sono esibiti in numerose performance, animando la serata.

“Iniziamo a far conoscere l’Exviri, e soprattutto iniziamo a metterlo a disposizione delle associazioni del territorio nojano, anche perché questa dovrebbe essere la loro casa”. Queste le parole di Vito Di Leo, nuovo consulente artistico e organizzativo, che ha così proseguito: “L’Exviri è uno spazio immenso che deve essere riempito: l’obiettivo da oggi in poi è questo, ossia viverlo ogni giorno, dalla mattina alla sera. Proprio per questo abbiamo chiesto la collaborazione delle diverse associazioni, perché crediamo fortemente che siano loro a dover fare parte di questo spazio. Mi piace pensare all’Exviri come ad un contenitore, il cui contenuto saranno proprio le associazioni e gli enti del nostro territorio”.

Tante le idee, tanti i nuovi propositi, tanti gli eventi che i nuovi gestori del Laboratorio Urbano intendono realizzare.

“All’interno dell’Exviri non saranno attivati dei corsi, poiché preferiamo specializzarci in altre situazioni, quali stage formativi, chiedendo l’aiuto della associazioni locali - ha spiegato Vito Di Leo - ed inoltre stiamo pensando alla formazione di una Compagnia Exviri, cui i ragazzi che supereranno le audizioni potranno partecipare gratuitamente, avendo l’occasione di socializzare, fare esperienza sul palco, lavorando divertendosi grazie agli esperti da cui verranno seguiti”.

Notevole il flusso di pubblico giunto in occasione della re-inaugurazione, che ha potuto conoscere ed ammirare tutti gli spazi che l’Exviri ha da offrire: oltre alla sala in cui si sono alternate le varie esibizioni danzanti e canore; la piccola sala cinema, in cui sono stati proiettati cartoni animati che hanno intrattenuto gli ospiti più piccoli; i vari laboratori, lo studio di registrazione e la sala prove.

Insomma, l’Exviri rappresenta una importante risorsa per il nostro paese, essendo uno spazio dalle alte potenzialità, ma allo stesso tempo risulta arduo riuscire a valorizzare tutti gli ambienti di cui dispone, visti comunque i notevoli costi di gestione che una struttura del genere comporta. I “nuovi gestori” saranno in grado di ottimizzare al meglio le risorse e di dare nuova luce al nostro Laboratorio Urbano? Staremo a vedere!


[da La Voce del Paese del 31 Ottobre]

Qui alcune foto, a cura di Alessandra Montefusco

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI