Giovedì 17 Gennaio 2019
   
Text Size

Il concerto di S. Cecilia, con il maestro Nicola Valenzano

Noicattaro. Nicola Valenzano front

 

“La vita senza la musica sarebbe un errore”, affermava Friedrich Nietzsche nel suo saggio “Il crepuscolo degl’idoli”: una citazione magnifica per riassumere quel che la musica può voler dire nella nostra vita, quanto può darci in qualsiasi momento, dal più allegro al più triste, passando per quelli di tensione o di semplice svago. C’è chi poi alla musica dedica la vita intera, dai primi studi al Conservatorio fino alla propria carriera, tra mille impegni da una parte ed altrettanti sorrisi di soddisfazione al concludersi di ogni opera: è il caso del musicista nojano Nicola Valenzano, che abbiamo incontrato per anticiparvi il classico concerto di S. Cecilia di domani sera in cui lui stesso suonerà, approfittando per scoprire qualcosa sul suo presente e passato.

Ci racconti prima di tutto dove nasce la sua passione per la musica.

La musica mi ha rapito fin da piccolo tramite il suono degli strumenti a fiato, nonostante non avessi figure di riferimento in famiglia in quest’ambito. A 12 anni iniziai gli studi accademici per poi diplomarmi con il massimo dei voti in trombone al Conservatorio Piccini di Bari nel 1988, nella classe del Maestro Michele Valerio. Ho presto iniziato a suonare come solista nella banda cittadina, avendo la fortuna con gli anni di entrare in altre bande prestigiose come quelle di Conversano, Gioia del Colle, Mottola, Bisceglie, Corato, Lecce, Squinzano, Noci, Castellana Grotte, Rutigliano e Ailano, guidato da Maestri di assoluto livello tra cui Marmino, Galluzzi, Pellegrini, Albani, Schirinzi, Eletto, Garofalo, Chielli, Miglietta, Lufrano, Ciervo, Minafra, Orsini e Samale.

In quali strumenti si è specializzato in questi anni?

Di anni ormai ne sono passati più di trenta, al momento milito come flicorno tenore solista nella Banda Città di Bracigliano e suono in prestigiosi compagini bandistiche come trombone solista, primo trombone ed euphonium. Con questi strumenti sono riuscito a partecipare e vincere numerosi concorsi ed audizioni nazionali ed internazionali in grandi teatri come il San Carlo di Napoli, il Teatro dell’Opera di Roma e il Petruzzelli di Bari, e in rinomate orchestre tra cui quella della Provincia di Bari, di Foggia, la Magna Grecia di Taranto, con molte delle quali ho avuto anche l’onore di registrare.

Quali sono i suoi cavalli di battaglia? Fa altro nella vita oltre che il musicista?

Tra i miei pezzi di repertorio ho vari concerti di trombone ed euphonium, diverse arie d’opera, tra cui quella a cui sono più affezionato, il “Largo al Factotum” de “Il barbiere di Siviglia”, che potete anche trovare su Youtube insieme ad altre mie esibizioni. Dal 1990 ricopro la cattedra di tromba e trombone presso la Scuola Secondaria di 1° Grado, da 4 anni nei licei musicali Cirillo di Bari e Luigi Russo di Monopoli: la carriera di insegnante è qualcosa di altrettanto appagante, vedere i propri sforzi riflettersi in quelli degli alunni è qualcosa di unico.

Ci anticipi qualcosa sul concerto di domani.

Come da tradizione il 22 Novembre si festeggia Santa Cecilia, protettrice della musica e dei musicisti, con un concerto presso la Chiesa S. Maria del Soccorso di Noicattaro, tenuto dal Gran Concerto Bandistico “G. Puccini” Città di Noicattaro. Saremo guidati dal Maestro Giovanni Minafra in un repertorio molto stimolante: si comincerà con una marcia sinfonica, passando per il “Carnevale di Venezia” per symphonic band ed euphonium, che suonerò da solista; quindi il secondo tempo del concerto di Mozart per symphonic band e clarinetto (prof. Vito Dicintio, ndr) ed un estratto di arie tratte da “Il Trovatore” con protagonisti, oltre al sottoscritto, i prof. Stragapede, De Bellis, Covella e Saffi. A chiudere il concerto ci sarà una trascrizione a cura del Maestro Minafra della suite West Side Story per symphonic band ed il valzer n°2 di Shostakovich dalla suite jazz n°2. Vi aspettiamo numerosi subito dopo la Messa serale per festeggiare e commemorare insieme la nostra Santa protettrice con questo magnifico concerto!


[da La Voce del Paese del 21 Novembre]

Noicattaro. Nicola Valenzano intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI