Giovedì 17 Ottobre 2019
   
Text Size

"Virgo Fidelis", l’Arma dei Carabinieri festeggia la Patrona

Noicattaro. Festa Virgo Fidelis 2014 front

 

Tutti i Carabinieri d’Italia il 21 Novembre di ogni anno festeggiano la “Virgo Fidelis” (nella foto i festeggiamenti dello scorso anno), patrona protettrice dell’Arma dei Carabinieri.

Sarà festa anche a Noicattaro, grazie al notevole contributo dell’Associazione Nazionale Carabinieri, sezione di Noicàttaro.

Alle ore 11 del prossimo 29 Novembre, nella Chiesa Madre di Noicattaro sarà celebrata una Messa - presieduta da don Vito Campanelli - per onorare la “Virgo Fidelis”, alla presenza delle Autorità civili e militari, di Carabinieri in servizio e in congedo, loro famigliari e simpatizzanti.

La celebrazione della Virgo Fidelis risale al 1949, quando Sua Santità Pio XII proclamò ufficialmente Maria “Virgo Fidelis” Patrona dei Carabinieri, fissandone la ricorrenza al 21 Novembre, data in cui coincidono altre due ricorrenze importanti: la festa liturgica della Presentazione di Maria Vergine al Tempio di Gerusalemme e l’anniversario della “Battaglia di Culqualber”.

Con la “Virgo Fidelis” e l’anniversario della “Battaglia di Culqualber”, sotto la stessa data l’Arma celebra anche la “Giornata dell’Orfano”, istituita nel 1996, che rappresenta per i Carabinieri e per l’ONAOMAC - Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri - un concreto momento di vicinanza alle famiglie dei colleghi scomparsi. Insomma, la ricorrenza costituisce nel calendario di un Carabiniere un appuntamento certamente molto atteso e sentito.

Le tre ricorrenze sono di alto valore morale e sociale per l’Istituzione. Sia la “Virgo Fidelis”, sia la “Battaglia di Culqualber” che la Giornata dell’Orfano, evocano valori connaturati da sempre nell’animo dei nostri militari e nella ragion d’essere dell’Arma: senso religioso dell’offerta di sé per il bene degli altri; coraggio del proprio dovere congiunto all’onore militare; solidarietà umana e vicinanza nei confronti di chi soffre.

L’appuntamento, dunque, è per domenica 29 Novembre. La cittadinanza è invitata.


[da La Voce del Paese del 21 Novembre]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI