Martedì 26 Marzo 2019
   
Text Size

"Nutrimenti", domenica il dibattito sul linguaggio del cibo

Noicattaro. Nutrimenti front

 

Domenica, 29 novembre, alle ore 19.00, presso il Palazzo della Cultura di Noicàttaro, l’associazione Ali di Carta – Presidio del Libro di Noicàttaro, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Noicàttaro e con il patrocinio della Regione Puglia, nell’ambito del progetto tematico Nutrimenti, ospiterà Marino Niola ed Elisabetta Moro, autorevoli protagonisti del dibattito intorno al linguaggio del cibo, al suo valore simbolico e alle piccole e grandi religioni dell’alimentazione.

Elisabetta Moro è professore di Antropologia culturale e Tradizioni alimentari nell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel Master in Comunicazione multimediale dell’enogastronomia del Gambero Rosso.

È editorialista del settimanale svizzero il Caffè per il quale cura la rubrica "Oltre il cibo".

 

È coordinatore scientifico di diverse unità di ricerche e dal 2012 lo è anche della ricerca etnografica internazionale "I granai del Mediterraneo " che è parte integrante del progetto "I granai della memoria" svolto in partenariato con l'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Slow Food International e la rete internazionale delle Università di Terra Madre.

Nel 2014 scrive La dieta mediterranea. Mito e storia di uno stile di vita, Bologna, Il Mulino.

Il 16 novembre 2010 la Dieta Mediterranea è stata proclamata Patrimonio Immateriale dell'Umanità dall'Unesco. Circa cinquant'anni prima Ancel Keys, biologo e nutrizionista americano, aveva coniato la locuzione "dieta mediterranea" a Pioppi, paese del Cilento facente capo al comune di Pollica-Acciaroli.

Marino Niola è docente di Antropologia dei simboli e Miti e riti della gastronomia contemporanea all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.  È editorialista de la Repubblica e sul Venerdì cura la rubrica “Miti d’oggi”. È direttore del MedEatResearch, Centro di Ricerche Sociali sulla Dieta Mediterranea, istituito presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, nell'aprile del 2012 con l'obiettivo di valorizzare, promuovere, diffondere il patrimonio alimentare del Mezzogiorno d'Italia e incentivare gli scambi culturali sull'enogastronomia dei diversi Paesi dell'area mediterranea.

Nel 2003 pubblica Totem e Ragù. Divagazioni napoletane, Napoli, Pironti Editore; 2009, Si fa presto a dire cotto. Un antropologo in cucina, Bologna, Il Mulino; nel 2012 Non tutto fa brodo, Bologna, Il Mulino; Homo Dieteticus. Viaggio nelle tribù alimentari, Bologna, Il Mulino, è pubblicato nel 2015.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI