Lunedì 14 Ottobre 2019
   
Text Size

Trovato amianto in via Dante, nei pressi del parco comunale

Noicattaro. Amianto via Dante front

 

Un’area contaminata da rifiuti speciali pericolosi costituiti da amianto danneggiato e sgretolato nei pressi del parco comunale. È quanto scoperto dopo un sopralluogo a seguito di numerose segnalazioni giunte alla nostra redazione. Davanti ai nostri occhi lo sfacelo: materiale estremamente nocivo per la salute pubblica specie per la stretta vicinanza con l’area verde frequentata da numerosissimi bambini che trascorrono il periodo estivo presso l’attrezzato parco.

In realtà in questa zona c’è di tutto: rifiuti gettati qua e là, materassi, organico. Una vera e propria discarica a cielo aperto. A quanto pare sembra non esserci una fine alla pessima abitudine dell’abbandono dei rifiuti nelle campagne. Ancora sconosciuti gli autori del gesto incosciente, in grado di causare un pericoloso inquinamento e ancora una volta, visti i risultati, l’inciviltà ha avuto il sopravvento. Ma come è possibile che gli “incivili” possano indisturbati sbarazzarsi dei rifiuti?

Diverse volte i residenti hanno trovato sacchetti abbandonati di rifiuti, ma di certo mai si erano trovati a dover fare i conti con l’amianto. Un materiale pericoloso e ormai bandito da anni, potenzialmente cancerogeno. I danni causati dall’amianto sono ormai ben noti, con patologie croniche ed irreversibili. Le sue fibre sottili, ci racconta un medico, penetrano nell’organismo attraverso la via digestiva (mangiando, fumando, bevendo in ambianti contaminati, o inghiottendo fibre intrappolate nel muco) e soprattutto attraverso la via respiratoria. L’inalazione può provocare una serie di effetti nocivi sulla salute umana che si possono sintetizzare in effetti irritativi, capacità fibrogena e potere cancerogeno. Quel materiale altamente inquinante, ahinoi, è lì da tempo e nessuno ha provveduto ad eliminarlo e a smaltirlo correttamente. Tra l’altro i residenti della zona ci raccontano che più volte hanno segnalato la situazione a chi di competenza, ma nessuno ha mai alzato un dito.

Quest’area è una discarica a cielo aperto da 2 anni circa, quando è diventata di proprietà del Comune, a seguito di un esproprio. Infatti, fino a quando la zona era curata da un privato, questi problemi non sussistevano. Anzi, era ben tenuta. Ora manca qualsiasi intervento di ordinaria e straordinaria manutenzione. Chi ha presente la zona sa benissimo che il marciapiede che delimita il terreno è impraticabile, perché ricoperto da fogliame e da rifiuti di ogni sorta. Un danno all’immagine del nostro paese! Non dimentichiamo che via Dante, in virtù della vicinanza con il parco, è altamente frequentata dai nojani, soprattutto durante il periodo estivo, e non può essere lasciata in balia delle onde.

Ora, ci auguriamo che chi di competenza agisca di pugno o almeno inizi a sollevare un dito. Intanto si devono avviare le indagini per la verifica della presenza dell’amianto e procedere, in seconda battuta, alla rimozione.

 

[da La Voce del Paese del 5 Dicembre]

Noicattaro. Amianto via Dante intero

Commenti 

 
#1 Ale 2015-12-19 12:01
Bravissima Maria. Purtroppo il nostro messaggio non è stato recepito dai destinatari e la situazione si è aggravata ancora con l'aumento dei rifiuti oltre a quelli segnalati.
Come si dice: non c'è peggiore sordo di chi non vuol sentire.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI