Domenica 18 Agosto 2019
   
Text Size

Il Natale alla “Sabin”, con la storia di Traccia di Dio

Noicattaro. Recita Sabin front

 

Macchine fotografiche, cellulari, baci, abbracci, tanta commozione ed orgoglio. I genitori si sono presentati puntuali alla recita natalizia dei figli. Una recita di Natale all’insegna dei grandi valori messa in scena lunedì 14 Dicembre presso la scuola media “N. Pende”.

I protagonisti sono stati i piccoli di quattro e cinque anni della scuola dell’infanzia “A. Sabin”, esibitisi nell’auditorium dei colleghi più grandi per questioni di comodità. La recita, snodata in due appuntamenti per non accavallare i genitori delle due fasce d’età, si è incentrata su canti e balli di Natale e l’ascolto della storia di Montserrat de Almo, “Traccia di Dio”. I bambini, con jeans, camicia bianca e papillon rosso, e le bambine, con gonnellina, maglia bianca e cerchietto rosso, sono entrati sorridenti, in modo ordinato per sistemarsi sopra e sotto il palco. Hanno cominciato a cantare a turno in cerchio intervallati dal racconto della maestra sull’angioletto, protagonista della serata. Il racconto di Montserrat parla di Traccia di Dio, un piccolo angioletto buffo, che sa volare solo sulla scia luminosa che lascia Dio dietro di sé.

Il piccolo angelo però - racconta la maestra - è spesso distratto e quindi si perde e cade giù, costringendo gli altri ad andarlo a soccorrere. Il capo degli angeli, San Michele, è preoccupato perché Dio sta per creare il mondo e tutti gli angeli saranno molto occupati ad aiutarlo: nessuno potrà aiutare Traccia di Dio se si dovesse mettere nei guai. San Michele si raccomanda con lui di seguire sempre Dio senza mai distrarsi. E così Traccia di Dio assiste alla creazione del giorno, della notte, dei mari, dei fiumi, delle piante e degli animali. Gli altri angeli si arrabbiano molto con lui perché li disturba, e poi a cosa serve un angelo che non sa volare? Ma Dio gli affida una stella bianca, che Traccia di Dio custodirà per millenni. Gli altri angeli pensano che è un modo per tenerlo lontano dai guai, salvo poi scoprire che quella è proprio la stella che annuncerà al mondo la nascita del Salvatore, la Stella Cometa.

Una storia, un racconto, che ha trasmesso ai bambini e a tutti i presenti i valori come l’umiltà, la pazienza, l’ascolto in una calda atmosfera che contraddistingue il Natale. Al termine della recita è intervenuto il Dirigente Scolastico, la prof.ssa Rosaria Giannini D’Ursi, che si è complimentata con tutti i bambini e ha fatto gli auguri di buone feste alle famiglie.


[da La Voce del Paese del 19 Dicembre]

Noicattaro. Recita Sabin intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI