Domenica 24 Marzo 2019
   
Text Size

“Il mondo che vorrei”. I bambini della Caldarazzo spiazzano tutti

Noicattaro. Recita Natale 2015 Caldarazzo front

 

“È Natale da fine Ottobre. Le lucette si accendono sempre prima, mentre le persone sono sempre più intermittenti. Io vorrei un Dicembre a luci spente, con le persone accese”. È la celebre frase di Charles Bukowski. Ed è proprio questo lo scopo che hanno voluto perseguire nella loro recita natalizia i bambini di cinque anni della scuola dell’infanzia “Caldarazzo” - facente parte del 2° Circolo Didattico “A. De Gasperi” - ovvero quello di riprodurre un mondo ‘pensato’ dai bambini.

Così venerdì 18 Dicembre, nel laboratorio urbano Exviri, la classe di bambini ha messo in scena lo spettacolo intitolato “Il mondo che vorrei”. In un mondo pieno di problemi, dove il nostro telegiornale non fa che annunciarci nuovi disastri e nuove difficoltà, cosa accadrebbe se la soluzione venisse data dai bambini?

Lo spettacolo comincia proprio così, con il telegiornale che annuncia disastri ambientali, deforestazioni, inquinamento marino, guerre fra popoli; insomma la rappresentazione di un mondo, il nostro, invaso da cattiveria, brutture di ogni sorta, inciviltà, discordia. Cosa si può fare? Che soluzione trovare a tanta crudeltà? Per i bambini è molto semplice: solo i sentimenti più puri possono mettere fine a tutto questo. L’amicizia, la solidarietà, la bontà, il rispetto, la pace e la fratellanza sono la chiave di tutto. Perché magari gli adulti, molto spesso dimentichi delle cose più semplici e sane, imbruttiscono il mondo con i pregiudizi, con l’avidità, con l’ignoranza. Ad un bambino non verrebbe mai in mente di dichiarare una guerra ad un altro bambino solo perché di un’altra religione.

Il mondo che vorrebbero i bambini, dunque, è un mondo privo di sofferenze, un mondo pulito, dove poter passeggiare tranquillamente senza farsi male o senza imbattersi in immondizia; un mondo dove l’infanzia non debba essere sporcata da nessuna infamia, ma possa mantenere la bellezza della purezza.

Una recita che è stato più uno schiaffo morale ai più grandi da cui si dice debbano prendere esempio. Una recita che è stata molto sentita, tanto più che era contestualizzata nel clima natalizio. Un messaggio specifico, diretto e molto nobile, quello delle maestre e di tutti i bambini: sarebbe davvero Natale se ad accendersi fossero anche le luci della nostra anima.


[da La Voce del Paese del 9 Gennaio]

Noicattaro. Recita Natale 2015 Caldarazzo intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI