Domenica 25 Agosto 2019
   
Text Size

“Natale per sempre” all’Istituto Rocco Desimini. FOTO

Noicattaro. Recita 'Rocco Desimini' front

 

Da poco si è concluso il tempo di Avvento, e gli alunni e tutta la comunità educante della Scuola Paritaria Primaria e dell’Infanzia “Rocco Desimini” hanno donato a tutti gli auguri di un Natale che non si ferma al 25 Dicembre, ma va oltre ogni data prefissata per ribadire e affermare che è “Natale per sempre”. Il recital, infatti, replicato per ben tre volte, ha concluso il periodo delle festività natalizie sabato 9 Gennaio, primo giorno di Open Day: un modo per far conoscere la realtà che, da tantissimi anni, persiste in questo istituto, aperto al mondo a 360°.

Lo spettacolo, rappresentato da tutti gli alunni della scuola, ha ritratto Dio, Gesù, la Madonna e San Pietro mentre, in paradiso, discutevano sui guai del mondo, seduti attorno ad un mappamondo. La società odierna, effettivamente, non fa altro che incolpare loro ogni volta che succedono disastri, senza mai assumersi le responsabilità del perdersi nel mare dell’abbondanza, dei facili consumi, dell’odio e dell’egoismo.

Si riunisce, dunque, un Consiglio Straordinario dei Santi per riflettere sui mali che, continuamente, ci affliggono, decidendo di rimandare Gesù sulla terra nelle vesti di un bambino mendicante. Egli sin da subito nota che la gente continua ad accumulare ricchezze e a non interessarsi delle piccole cose che danno la felicità. Solo quando viene accolto da un gruppo di bambini, fidandosi di loro, Gesù si rincuora, nonostante anni prima si è sacrificato per loro, lasciandosi crocifiggere.

“È una follia odiare tutte le rose perché una ti ha punto, buttare via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto”, ha affermato il bambino che ha perfettamente interpretato Gesù, dichiarando che “per ogni fine c’è un nuovo inizio”.

Un momento molto commovente, che ha lasciato nell’animo di tutti una riflessione profonda, un richiamo al non arrendersi mai e al non perdere mai la speranza, all’aprire il cuore all’ascolto del messaggio di Dio per divenire autentici testimoni della sua Parola.

“Divertirsi lasciando dei messaggi semplici ma profondi!”, ha affermato il docente di musica. Tanti messaggi offerti da una comunità credente non solo nei principi evangelici, ma anche in valori necessari per il bene comune! È stato proprio il meraviglioso lavoro di squadra del corpo docenti e la magnifica bravura degli allievi a colpire il pubblico: tutti uniti in un corpo solo col fine di realizzare qualcosa di bello, ma soprattutto di educativo!

Un primo giorno di Open Day andato alla grande! Un modo per far conoscere la verità del “credere in quel che si fa” e per guardare con occhi rinnovati la crescita dei bambini, protagonisti del futuro…e chi, meglio degli alunni stessi, può darci la certezza della straordinarietà di questo Istituto?!

E mentre la scuola è sempre aperta a tutti coloro che hanno voglia di conoscere la realtà di questo centro di cultura e formazione, l’angelo Gabriele ci raccomanda di “non prendere impegni perché la notte di Natale non finirà…mai!”.


[da La Voce del Paese del 16 Gennaio]

Qui alcune foto, a cura di Serena Ramunni

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI