Lunedì 26 Agosto 2019
   
Text Size

Voragini in via Paolo VI, danni per alcuni mezzi

Noicattaro. Buca via Paolo VI front

 

Benvenuti a Noicattaro, dove una manciata di giorni di freddo e precipitazioni nevose e non - seppure tutt’altro che copiose - sembrano sufficienti a rendere complicata la circolazione stradale agli sfortunati residenti ed a chi sciaguratamente passa per alcune vie del nostro paese.

Numerose sono le buche che costellano tutt’oggi il manto stradale in vari punti, ma siamo rimasti particolarmente colpiti dalle condizioni dell’asfalto in via Paolo VI che, soprattutto nel suo tratto prossimo a via S. Chiara, sembra essersi trasformato in un percorso ad ostacoli: guai a beccarne uno in auto, pena molto probabili danni al mezzo, peggio ancora finire in una di quelle “trappole” con la ruota di una moto o di una bici, anche a velocità ridotta.

Proprio nella mattinata di mercoledì 20 Gennaio, mentre effettuavamo un sopralluogo per raccogliere materiale fotografico a supporto del nostro articolo, un automobilista ha sfortunatamente visto la propria ruota danneggiarsi nell’attraversare un’enorme fossa. Fermatosi infatti per un rapido check-up del mezzo, ha notato un grosso rigonfiamento a compromettere l’utilità di uno pneumatico anteriore, con conseguenti promesse di richiesta di risarcimento nei confronti del Comune; un passante ci ha raccontato di aver assistito ad un paio di episodi simili a distanza di poco più di un’ora.

Va detto che è andata a finire anche piuttosto bene, visto che le dimensioni della buca possono essere più che sufficienti a cagionare danni ben più gravi a livello meccanico, oltre che causare eventuali sbandamenti o cadute per gli amanti delle due ruote, se non per sfortunati pedoni; inoltre, la “voragine” in questione non è sola, essendo accompagnata da una gemella pochi metri più in là, proprio al centro della carreggiata e probabilmente difficilmente evitabile, considerata una larghezza superiore ai 10 centimetri ed una profondità di almeno 4 centimetri.

Probabilmente il Comune, se non verranno effettuati prontamente gli interventi di ripristino delle condizioni dell’asfalto, dovrà sborsare parecchio in caso di richieste di risarcimenti. La cosa fa sorgere però un dubbio sulla bontà dei lavori ultimamente effettuati nel riasfaltare le nostre strade: avrete probabilmente notato che, subito dopo una normale pioggia, le crepe si moltiplicano molto più del normale, per poi diventare pericolosi fossi in varie zone del paese subito dopo una seconda precipitazione. Forse è possibile che i lavori non siano fatti a regola d’arte, magari con l’utilizzo di materiale di bassa qualità nel nome di un poco lungimirante contenimento dei costi nel breve periodo? Promettiamo di andare più a fondo nella vicenda nel prossimo futuro, alla ricerca di risposte.


[da La Voce del Paese del 23 Gennaio]

Noicattaro. Buca via Paolo VI intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI