Mercoledì 19 Giugno 2019
   
Text Size

“Mattinate FAI per le scuole”, presente la Pascoli

Noicattaro. Pascoli al FAI front

 

“Il giorno 21 Novembre durante la gita ad Adelfia è stato bello visitare il paese. Ho scoperto tantissime cose: il palazzo Marchesale, le chiese di Santa Maria del Principio e di San Nicola”, scrive Vanna della 1^C. “Eravamo guidati dall’associazione FAI ed erano tutti ragazzi di terza media: mi sono stupito nel vedere questi ragazzi preparati e pronti a qualsiasi domanda”, le impressioni di Michele della 1^E.

Sabato 21 Novembre le classi 1^E e 1^C dell’Istituto Comprensivo “Pascoli-Parchitello” di Noicattaro, accompagnati dalle referenti Mina Santoro e Nunzia Nardi e dalle prof.sse Elgisa Carlucci e Rossella Abbruzzese hanno partecipato ad uno degli eventi “Mattinate FAI per le scuole”, organizzati dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) su tutto il territorio nazionale.

Grazie alla collaborazione con le Delegazioni FAI (gruppi di volontari) e valenti “Apprendisti Ciceroni” (studenti delle scuole medie di Adelfia), i ragazzi della “Pascoli” hanno visitato il palazzo Marchesale, un Bene Culturale di proprietà privata e visitabile eccezionalmente e gratuitamente solo in questa occasione.

La visita è stata particolarmente interessante e stimolante grazie - e soprattutto - ai giovani Apprendisti Ciceroni, ragazzi che utilizzano il proprio tempo libero in attività di ricerca e di esplorazione dentro e fuori la scuola e che realizzano, con i giovani visitatori, un’insolita esperienza di “educazione tra pari” e di “cittadinanza attiva”.

Le finalità del progetto del FAI, sostenuto dal Ministero dell’Istruzione, sono quelle di sensibilizzare i giovani alla “presa in carico” del patrimonio culturale, storico e artistico del proprio territorio, acquisire consapevolezza intorno alle tematiche legate alla gestione di un Bene Culturale e integrare conoscenze e indagini teoriche con una verifica sul campo altamente formativa.

L’esperienza vissuta dai ragazzi della scuola “Pascoli” è pensata come una esperienza continua durante l’intero triennio, che concretamente vedrà la loro partecipazione a tutti gli eventi organizzati dal FAI, presso istituzioni museali pubbliche o private. L’obiettivo è di favorire negli studenti il senso di appartenenza alla comunità cittadina attraverso la conoscenza della storia, del paesaggio e delle testimonianze artistiche del proprio territorio.

Il percorso educativo-didattico mirerà alla formazione di nuovi Apprendisti Ciceroni che, individuato un Bene Culturale di Noicattaro, ne studieranno, supportati dai docenti, le caratteristiche e le illustreranno a chi vorrà…conoscere e amare la propria terra! Il degrado, l’incuria, l’indifferenza si combattono con la conoscenza. Obiettivo pienamente raggiunto, stando alle impressioni degli alunni: Tatia (1^E) si è resa conto di cosa vuole dire degrado dei monumenti “Sopra (la Chiesa, ndr) c’era una rete, perché se cadevano dei pezzi la rete li fermava”. Chiara, sempre di 1^E, nel Palazzo Marchesale ha rilevato che “il teatro aveva le pareti ricoperte da un tessuto rosso, dove c’erano i quadri a cui sono state rubate le tele e lasciate le cornici”. E Santa, di 1^C, ha colto che “possiamo conoscere il nostro paese e gli altri paesi che sembrano così piccoli, ma hanno dei beni culturali unici e importanti”. Aver riflettuto sul valore dei beni culturali in prima media è una premessa perché la cultura della tutela si estenda al futuro.


[da La Voce del Paese del 23 Gennaio]

Noicattaro. Pascoli al FAI intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI